Le carte, i luoghi, la memoria...

UOMINI ILLUSTRI DI BRONTE

I personaggi illustri di Bronte, insieme

ENGLISH VERSION

Ti trovi in:  Home-> Personaggi

Tommaso Schiros,
Ignazio Capizzi,
Antonino Cairone,
Nicola Spedalieri,
Pietro Graziano Calanna,
Giuseppe Saitta,
Arcangelo Spedalieri,
Placido De Luca,
Antonino Saverio De Luca,
Antonino Luca geometra,
Gesualdo De Luca,
Giuseppe Di Bella
Giuseppe Prestianni
Carmelo Biuso
Benedetto Radice,
Enrico Cimbali,
Giuseppe Cimbali,
Francesco Cimbali,
Filippo Isola, Eduardo Cimbali,
Giuseppe Salanitri, Domenico Cariola
Gigi Castiglione, Antonino Isola
Vincenzo Schilirò,
Nunzio Prestianni,
Luigi Margaglio Cesare, Giovanni Gorgone
Antonio Messineo,
Mario Lupo,
Antonino Marcantonio,
Antonino Di Gaetano, Giuseppe Grassi,
Stefano Curcuruto, Rosetta Zingale,
Antonino Radice,
Nunzio Sciavarrello,
Pasquale Spanò, Nicola Lupo,
Giuseppe Falanga, Lino Ciraldo,
Luigi Minio, Giuseppe Gliozzo,
Luigi Castiglione, Mimmo Girbino,
Gino Schilirò, Piero Martello,
Maria Martello, ( ... )

I Parlamentari
I Sindaci di Bronte

Giunta Comunale - Consiglio Comunale

 

In un’epoca che si ritrova indifferente al ricordo dei grandi uomini, vogliamo con queste pagine ricordare le figure di alcuni illustri nostri concittadini e, specialmente, onorare e richiamare dall’oblio del passato i migliori figli della Città di Bronte.

RICERCA NEL SITO

Soprattutto dal 1700 a tutto il 1800, il nostro è stato
un paese fecondo di personaggi illustri
, di una schiera di "ingegni eletti" che si sono formati nella grande fucina del Sapere siciliano che in quei secoli era diventato il Collegio Capizzi e che ha dato un po’ di tutto:

prelati insigni: mons. Giuseppe Saitta, padre Pietro Cottone, card. Antonino Saverio De Luca, Antonio Messineo, ...

uomini sovranamente pii e benefattori: venerabile Ignazio Capizzi, fra' Tommaso Schiros, padre Tommaso Pittalà, il barone Don Lorenzo Castiglione-Pace, padre Antonino Uccellatore (padre Purgatorio), Giovanni Piccino, Pietro Graziano Calanna, donna Maria Scafiti, Giuseppe Prestianni, Giuseppe Salanitri, Antonino Rubino, padre Antonino Marcantonio, ...

filosofi e pubblicisti: Nicola Spedalieri (il più famoso di tutti), Vincenzo Saverio Raimondi, Gesualdo De Luca, Benedetto Radice, Vincenzo Schilirò, Antonio Radice, Luigi Castiglione, Giuseppe Longhitano, Antonino Minissale, ...

poeti latini: Vincenzo Scafiti, Biagio Caruso, Francesco Gatto, Vincenzo Schilirò

giuristi ed economisti: Filadelfio Artale, Antonino Cairone, Placido De Luca, Enrico, Eduardo e Giuseppe Cimbali, Luigi Castiglione, Giovanni Gorgone ...

medici celebri: Arcangelo Spedalieri, Giuseppe Grassi, Gino Schilirò, ...

Scultori, pittori, musicisti, decoratori ...

 

Si parla di brontesi nel mondo«Senza dubbio, con quelli citati, non è esaurito il catalogo degli uomini insigni, che ha dato la patria di Spedalieri. Ma qui non potevano essere menzionati che quelli soltanto, i quali, estrin­secandosi nelle opere, seppero, più o meno, diventare figure.
Gli altri, grandi per se stessi, gran­di per la cerchia limita­ta del cam­panile, tranne una vaga memoria presso i no­stri com­paesani, non ci hanno traman­dato alcun titolo, che attesti la loro grandezza.»

(Giuseppe Cimbali, "Nicola Spedalieri pubblicista del secolo XVIII", 1888).


GENEALOGIE DI FAMIGLIE BRONTESI

Barbaria - Camuto - Cannata - Di Bella - i Liuzzo-Marrani
Famiglie Longhitano: Bizzuni, Checchi, Chicchitti, Saranelli, I discendenti di don Modesto Longhitano
Lupo - Meli (Capubanda) - Minissale (Tri ppiri) - Politi - Russo (Acquavitari) - Sciavarrello
I Lupo di Bronte
L’origine e il significato dei cognomi brontesi
 

Uomini illustri di Bronte

Personaggi dipinti nel quadro

Alcune illustre personalità brontesi sono rappresentate in una grande tela, "Uomini illustri di Bronte", dipinta dal brontese Agostino Attinà (1841 - 1893).

Il quadro, definito da Giuseppe Cimbali un' «Idea patriottica», posto sulla parete frontale dello scalinata principale del Real Collegio Capizzi, fu voluto nel 1874 dal Rettore del Collegio Capizzi, Giuseppe Di Bella. Una concettuosa descrizione, del Leanza "maestro eccellente di retorica e di eloquenza", posta in basso nel quadro, recita:

«Plaeclaros hos viros brontenses, qui vel sanctitate scientiis, literis, vel humanitatis studio praesti­terunt, ut eorum imagines rituendo ad egregias virtutes excolendas, alumnorum animus magis accen­deretur / hujis collegii rector Joseph Bella. Una depingi tabula merito ac sapienter curavit. Augustinus Attinà pinxit anno domini 1874»

[Il rettore di questo Collegio Giuseppe Bella con merito e sapienza fece dipingere in un unico quadro questi insigni uomini brontesi, che si distinsero o per santità, sapere, cultura letteraria o per impegno sociale, affinché osservando le loro immagini, l'animo degli alunni si infiammasse maggiormente a coltivare egregie virtù]

Artisti brontesi tra sette e ottocento

       bronteinsieme@gmail.com
HOME PAGE

Powered by Associazione Bronte Insieme Onlus

Condizioni di navigazione e pubblicazione - Bibliografia minima - Riproduzione riservata anche parziale - Ultimo agg. aprile 2017