Le carte, i luoghi, la memoria...

Nunzio Prestianni, economista-agrario

I personaggi illustri di Bronte, insieme

Ti trovi in:  Home-> Personaggi-> Nunzio Prestianni

Nunzio Prestianni

Un economista agrario brontese

Nunzio Prestianni, settimo dei nove figli di Antonino Prestianni e Nunzia Saitta (Marciabene), è nato a Bronte il 21 dicembre 1885.
E' stato un illustre agronomo ed economista agrario molto noto ed ad oltre cinquanta anni dalla sua morte (1954) vogliamo ricordare le tappe più salienti della sua vita operosa di valente tecnico e di illustre studioso.

Dopo aver compiuto gli studi a Bronte nel locale Real Collegio Capizzi, si trasferì a Napoli dove nel 1909 con­seguì la laurea in Scienze agrarie nella Scuola Superiore di Agricoltura di Portici.

Dal 1910 al 1928 presta servizio come consulente tecnico nella cattedra ambulante di agricoltura di Agrigento e, successivamente come direttore, in quella di Caltanissetta.

In questo periodo collabora con molte riviste e pubblica numerosi articoli a carattere divulgativo (pubblica anche sue ricerche sul pistacchio di Bronte) e dei saggi, nei quali espone i risultati tecnico-economici di nuovi processi produttivi sperimentati sotto la sua guida.

Nel 1928, per la profonda conoscenza acquisita della realtà agricola isolana, viene chiamato dal Banco di Sicilia ad occuparsi della Sezione del Credito agrario e, nel contempo, ad assumere la direzione dell’Osservatorio di Economia Agraria dell’Istituto Nazionale di Economia Agraria (INEA) che aveva la sua sede a Palermo nello stesso istituto bancario. Attività, queste, che egli svolge per un lungo periodo di tempo e con molto impegno, come attestano le prefazioni a libri di tecnica agraria e, soprattutto le numerose inchieste che egli, a tal fine, conduce e i cui risultati espone in diverse monografie, tra le quali si segnalano

- Inchiesta sulla piccola proprietà coltivatrice formatasi nel dopoguerra, Sicilia (INEA , Roma 1931);
- Rapporti tra proprietà, impresa e manodopera nell’agricoltura italiana, Sicilia (1931);
- L’economia agraria della Sicilia (1947).

Né va sottovaluto il ruolo che, in qualità di docente, egli assunse nella Facoltà di Agraria di Palermo nei primi anni della sua istituzione.

Negli anni della ricostruzione, subito dopo la guerra, il Prof. Prestianni fu nominato anche Commissario dell'Ente di Colonizzazione del Latifondo Siciliano.
Il dott. Giulio Leoni, direttore dell’Azienda Maniace dell’ECLS, lo definì nelle sue Memorie «un economista di grande competenza e conoscitore quant’altri mai dell’agricoltura isolana».

Il 12 dicembre del 1954, all’età di 69 anni, Nunzio Prestianni cessava di vivere.


Libri ed altro del prof. Nunzio Prestianni

Note a carattere tecnico e/o divulgativo

Entomologia e Patologia vegetale
- Nota preliminare sulla sostanza resinosa segregata dalla Pistacia vera (in “Nuova Rassegna”, 1909, n. 19).
- Notizie biologiche e rimedi contro un microlepidottero del pistacchio (in “L’Agricoltore Agrigentino”, 1910,
  n. 1-2).
- L’accartocciamento delle foglie del mandorlo e del pesco (in “L’Agricoltore Agrigentino”, 1910, n. 5).
- La melata del mandorlo (in “L’Agricoltore Agrigentino”, 1912, n. 5-6).
- Sul preteso parassitismo dello Scolytus amygdali (Stamperia Montes. Girgenti, 1914).

 

Nunzio Prestianni, professore alla Facoltà di Agraria dell'Università di Palermo, è stato un illustre agro­no­mo ed economista agrario.

La sorella minore, Giacoma (nata nel 1888), sposata con Salvatore Meli (Bindozzu) è la mamma del prof. Avv. Nunzio Meli che fu pre­side del Liceo Capizzi e sindaco di Bronte nel 1962. (Vedi punto 1.1.4.7.8 della Genealogia di Giuseppe Prestianni)

Colture erbacee ed arboree; Tecnica agronomica
- Il pistacchio in provincia di Girgenti (Stamperia Montes. Girgenti, 1912).
- La cotonicoltura nel territorio di Sciacca (in “L’Agricoltore Agrigentino”, n. 1918, n. 2).
- Sui risultati di talune esperienze per la introduzione e la diffusione di nuove piante da foraggio (in “L’Agricoltore Agrigentino”, 1918, n. 1.)
- Pro coltura granaria (in “L’Agricoltura Nissena”, Supplemento al n. 9,1923).
- Il solfato ammonico nell’agricoltura siciliana (edito a cura dell’Ufficio agrario di propaganda per il solfato ammonico. Milano, 1923).
- Frumenti coltivati in Sicilia (Tip. Ospizio provinciale di beneficenza. Caltanissetta, 1926).

Argomenti diversi
- Saggi glucometrici ed acidimetrici sui mosti della provincia di Girgenti (Stamperia Montes. Girgenti, 1914, assieme a M. Montalto).
- Inaugurando la sezione di Sciacca (Stab. tip. Montes. Girgenti, 1915).
- Relazione del primo anno di attività della cattedra, annata agraria 1922-23 (Tip. Ospizio di beneficenza. Caltanissetta, 1923).

Studi, Monografie e note su temi di economia politica agraria
-
Latifondo, riforma agraria e trasformazioni fondiarie

- Rapporti di proprietà, impresa e mano d’opera.
- La cooperazione agricola in Sicilia,
in AA.VV., Scritti in onore di Enrico La Loggia, Palermo, Ires, 1954.

Uomini illustri di Bronte HOME PAGE

Powered by Associazione Bronte Insieme - Onlus

     

Riproduzione riservata anche parziale - Ultimo aggior. aprile 2014