Home Page

Notizie, eventi socio-culturali e non

FEBBRAIO - GIUGNO 2020

Ti trovi in: Home-> News da Bronte

News dei mesi precedenti


29 Febbraio 2020

Percorsi culturali in Pinacoteca

Costituzione e Statuto regionale, opportunità o gabbia?

Dibattito con il prof. Agatino Cariola

Ritorna con un nuovo dibattito la manifestazione Percorsi culturali in Pinacoteca. Questa volta il nuovo evento vedrà come protagonista il professore Agatino Cariola. Si svolgerà il 10 marzo alle ore 17.30 sempre nella Pinacoteca Nunzio Sciavarrello ed avrà come oggetto “Costituzione e Statuto regionale siciliano. Riflessione fra storia ed attualità sull'autonomia speciale siciliana: opportunità o gabbia per i territori?”. Spiega il presidente della Pinacoteca, Carmelo Indriolo, che «il dialogo sarà un viaggio cultural-giuridico nella storia di queste tematiche in maniera chiara e divulgativa e nel contempo una riflessione critica sull'attuazione o mancata attuazione dello Statuto regionale siciliano.»

Dopo l'introduzione del presidente, il dialogo con il professore Cariola sarà condotto e coordinato dal giornalista Salvo Fallica. Cariola, ordinario di Diritto Costituzionale all'Università di Catania, oltre ad essere un autorevole costituzionalista è anche uno dei maggiori conoscitori dello Statuto regionale siciliano. «Nel primo evento – afferma Indriolo - svoltosi lo scorso 10 Dicembre con il vescovo e vice presidente della Cei mons. Antonino Raspanti, abbiamo avuto un successo di qualità e di partecipazione, e parecchi son venuti anche da altre realtà siciliane. E cosa che mi ha reso ancor più felice hanno partecipato molti giovani.» Alla manifestazione parteciperanno per i saluti istituzionali il sindaco di Bronte, Graziano Calanna, e il Rettore del Real Collegio Capizzi sacerdote Nunzio Capizzi. Durante il dibattito interverranno nuovamente i giovani della Pro Loco.

[5 Marzo 2020, a seguito della attuale emergenza epidemica e per gli effetti delle misure di contenimento emanate con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 4/3/2020, ci è stato comunicato oggi che l'evento culturale è differito ad altra data ancora da stabilire]



28 Febbraio 2020

TRIBUNALE DEL LAVORO

Respinta la richiesta di reintegro di una dirigente comunale

Il Tribunale del lavoro di Catania ha respinto la richiesta di reintegro cautelare a dirigente del Comune avanzata dalla vice segretaria comunale, dottoressa Maria Teresa Sapia, perché ne ha ritenuto infondati i motivi a sostegno del «pregiudizio imminente e irreparabile». Secondo il giudice, per la mancata nomina a quadro da parte del sindaco, gli eventuali danni patrimoniali e professionali patibili dalla Sapia nell’attesa del giudizio di merito, fissato per novembre, sono risarcibili «nella forma dell’equivalente monetario»; ovviamente se il ricorso sarà accolto. (leggi tutto sul Giornale di Sicilia)



20 febbraio 2020

Gestione del cimitero di Bronte

Consegnati i lavori per realizzare nuovi loculi

Consegnati i lavori per la realizzazione 1100 nuove sepolture all’interno del cimitero di Bronte oggetto nei mesi scorsi di polemiche ed esposti diretti anche alla Procura della Repubblica e all’Anac. Si tratta dei lavori aggiudicati in project financing alla Crf.F srl di Bronte. Presenti alla consegna il sindaco Calanna, il vice sindaco Messina ed il responsabile dell’Ufficio tecnico del Comune, ing. Salvatore Caudullo.
Con loro Rosario Lanzafame, amministratore e direttore tecnico della Crf.F., il progettista ing. Giuseppe Mineo, il direttore dei lavori ing. Cristina Foti e l’ing. Giuseppe Liarda, coordinatore della sicurezza. E’ stato ripercorso nel dettaglio l’iter burocratico. “Grande soddisfazione perché con questo progetto – ha affermato il sindaco – riusciamo ad urbanizzare una zona del cimitero particolarmente depresso e perché riusciamo così a dare alla Città un servizio cimiteriale migliore”.



17 febbraio 2020

Settimana internazionale dello scoutismo

Più di 1000 scout a Bronte

Celebrata la "Giornata del pensiero"

Per un giorno Bronte si è tinta dei colori dei fazzolettoni degli scout, simbolo dei giovani seguaci di Baden Powell. Più di mille scout della zona “Etna Alto Simeto” hanno, infatti, invaso domenica le strade di Bronte per inaugurare la “Settimana internazionale dello scoutismo” e celebrare il “World Thinking Day”, cioè la “Giornata del Pensiero”.

Presenti i gruppi scout dei Comuni di Misterbianco, Motta Sant’Anastasia, San Pietro Clarenza, Belpasso, Paternò, Santa Maria di Licodia, Biancavilla, Adrano e, naturalmente, Bronte, che hanno gioiosamente affollato il Parco urbano dietro le scuole medie, dove, dopo il tradizionale alzabandiera, hanno effettuato le attività, parlando di legalità e ricordando la figura di Don Peppe Diana. E’ stata anche l’occasione per stigmatizzare gli atti vandalici che recentemente i gruppi scout hanno subito in diversi Comuni.

“Siamo felicissimi di questa giornata – hanno affermato i capi scout del gruppo Agesci Bronte 1, Valeria Musarra e Claudio Martelli – ed il nostro pensiero va ai fratelli scout che hanno subito atti vandalici”. Presente il sindaco, Graziano Calanna. “Per noi – ha spiegato – il fatto che oltre 1000 scout abbiano riempito di gioia Bronte è un riconoscimento alla capacità di accoglienza della nostra città e del brillante lavoro svolto dagli scout di Bronte”.
Infine dopo la messa gli scout hanno ringraziato il sindaco, insieme all’assessore Chetti Liuzzo ed al consigliere Samanta Longhitano per la collaborazione nell’organizzazione di una giornata che rimarrà nella storia provinciale degli scout.



19 Febbraio 2020

Dopo i 107 anni di nonna Lucia, i 101 di Nicola Lupo e i 103 di nonna Sofia si festeggia a Bronte un'altra centenaria

Nonna Vittoria festeggia il secolo

Ha festeggiato il secolo di vita, la signorina Vittoria Bonaventura, insegnante in pensione, che vive tutt’ora in una struttura per anziani a Bronte. Circondata dall’affetto degli oltre trenta nipoti e pronipoti, oltre che dal personale della struttura, la signorina Vittoria ha partecipato con gioia alla festa in suo onore, non negandosi per auguri e foto. Una vita condotta in maniera normale, con oltre 40 anni di insegnamento sia in altri paesi dell’hinterland, ma soprattutto a Bronte, dove è stata per anni un punto di riferimento delle scuole elementari dove insegnava matematica. Quando la professoressa Bonaventura iniziò ad insegnare, a Bronte c’erano solo le elementari e il Real Collegio Capizzi, scuola d’élite appannaggio di studenti facoltosi provenienti da molti paesi della Sicilia e non solo.

Una vita di assoluta dedizione al lavoro fino alla pensione sopraggiunta agli inizi degli anni 80. Da qualche anno, è ospite di una struttura per anziani a Bronte, dove vive serenamente. Alla festa erano presenti gli assessori Chetti Liuzzo, Giuseppe Di Mulo e Cristina Castiglione, che hanno portato anche gli auguri del sindaco Graziano Calanna. [Luigi Saitta, La Sicilia]



7 Febbraio 2020

Rientra nell’alta dirigenza regionale

L’ex sindaco Zappia torna alla Regione

Il dottore Mario Zappia da lunedì scorso è il nuovo Capo di gabinetto vicario dell’Assessorato regionale della Famiglia, delle politiche sociali e del lavoro di Palermo.

Per l’ex sindaco di Bronte si tratta d’un ritorno nell’alta dirigenza regionale; con Raffaele Lombardo presidente della Regione Siciliana, infatti, è stato Capo della segreteria tecnica (ottobre 2008 - gennaio 2010) dell’assessore alla Salute, Massimo Russo, e dirigente del Dipartimento Regionale Programmazione e coordinamento delle Attività Sanitarie e dell'Osservatorio Epidemiologico (gennaio-giugno 2010). E da lunedì, come detto, è entrato nello staff dell’assessore Antonio Scavone, al quale l’accomuna la militanza nell’ex Mpa.

Trascorsi politici a parte, il curriculum del neo Capo di gabinetto vicario è certamente prestigioso. Zappia, infatti, è laureato in medicina e specializzato in medicina interna (Università di Catania) ed ha un master di II livello in «Organizzazione e gestione delle aziende sanitarie» e un dottorato di ricerca in «Economia e gestione delle aziende sanitarie» (Università Cattolica di Roma).

Quanto ad esperienza professionale, Mario Zappia è stato sindaco di Bronte per due mandati consecutivi dal 1993 al 2002 e, fra gli altri, dirigente sanitario (novembre 2004-ottobre 2008) e direttore generale (luglio 2010-luglio 2012) dell’Oasi di Troina, commissario straordinario dell’Asp di Siracusa (luglio 2012-giugno 2014), presidente dell’Ato rifiuti CT1 Joniambiente (settembre 2004-agosto 2009) e, da ultimo, direttore generale e sanitario della Fondazione Giovanni Paolo II di Campobasso, il Gemelli del Molise (aprile 2015-luglio 2019). Noto il suo tradizionale impegno nel volontariato con l’Unitalsi. [Luigi Putrino]



3 Febbraio 2020

Discariche abusive nel Parco dell'Etna

In arrivo cento fototrappole

Cento fototrappole in arrivo nel Parco dell’Etna contro le discariche abusive. L’Ente Parco ha concluso l’acquisto e la ripartizione dei dispositivi, adesso spetta ai venti comuni, ai quali compete l’installazione e la gestione tecnica delle fototrappole della riserva, ritirarli e far partire la videosorveglianza e l’attività di contrasto alle discariche abusive, che sono un’onta sia all’immagine delle comunità locali e dell’Etna (patrimonio Unesco) sia per i numerosi fruitori rispettosi delle bellezze naturali e antropiche etnee. [L. Putrino, sul Giornale di Sicilia]



1 febbraio 2020

CASTELLO NELSON

Ultimati i lavori nell'antico granaio

Il Castello, il Museo di Sculture in pietra lavica e i Giardini interdetti al pubblico da Ottobre 2016 per Lavori di restauro

Era metà gennaio quando l’impresa che ha ripreso i lavori del Castello Nelson ha assicurato al sindaco di Bronte che a fine mese la ristrutturazione dell'antico granaio dei Duchi Nelson, oggi trasformato in sala-conferenze (vedi n. 46 della mappa) sarebbe stata ultimata. La promessa è stata mantenuta. Ieri l’impresa ha invitato il primo cittadino a verificare il completamento dei lavori di ristrutturazione del tetto e degli infissi, di tinteggiatura degli intonaci e di messa in sicurezza degli impianti. Il granaio, che ospita i resti delle fondamenta dell’antica chiesa distrutta dal terribile terremoto del 1693, insomma è pronto per essere riaperto al pubblico, per la gioia dei tanti turisti che fino ad oggi non hanno potuto visitare l’antico maniero.

“Nei prossimi giorni - afferma il sindaco Calanna - concerteremo con l’impresa un passaggio in sicurezza per consentire ai turisti di poter rivisitare questa parte del Castello che ci permette di ammirare gli scavi che hanno riportato alla luce le fondamenta dell’antica chiesa”.

Poi Calanna conferma che per adesso l’impresa è impegnata nel completamento dei lavori della reception e che finiti questi gli operai si sposteranno nel cortile e nell’ala nobile. Il cronoprogramma dei lavori prevede anche che già questa settimana venga smantellato e ristrutturato il pavimento in pietra del famoso cortile, che ospita la croce celtica.

I lavori nel loro complesso, fra le altre cose, prevedono il rifacimento dei tetti, la pulizia del prospetto degli edifici, la manutenzione degli infissi e degli impianti, soprattutto nelle cucine che saranno rese funzionali.


Home Page Powered by Associazione Bronte Insieme Onlus

News dei mesi precedenti