Ti trovi in:  Home-> News ed Eventi

Ultime dall'Italia e dal mondo


28 Giugno 2017

Documento del sindaco ai capiarea per aumentare l’efficienza, ma l’opposizione chiede di convocare un Consiglio comunale urgente

Comune, nuovi orari e regole di accesso

Alcuni consiglieri rilevano che il provvedimento penalizzerebbe il contatto con i cittadini

Il sindaco di Bronte, Graziano Calanna, propone una rivoluzione nelle regole di accesso e negli orari di apertura al pubblico del Palazzo municipale, innescando il dibattito con parte dell’opposizione consiliare. «E’ necessario - si può riassumere nel documento inviato dal sindaco ai capiarea - regolare il flusso di cittadini al Palazzo municipale, sia per questioni di sicurezza, sia per aumentare efficienza ed efficacia degli uffici. Per questo verranno modificati gli orari di ricevimento dei cittadini. Gli uffici e gli amministratori riceveranno il martedì mattina dalle 9.30 alle 12.30 ed il giovedì pomeriggio dalle 16 alle 18.30. L’Ufficio tecnico, invece, riceverà il pubblico il lunedì ed il martedì dalle 9.30 alle 12.30 ed il giovedì pomeriggio dalle 16 alle 18.30. Infine l’Ufficio tributi aggiungerà un terzo giorno di ricevimento». (leggi tutto)



28 Giugno 2017

Costituito a Bronte laboratorio Idea Sicilia

E’ stato costituito a Bronte il “Laboratorio di Idea Sicilia”, gruppo di animazione politico fondato dall’ex rettore dell’Università di Palermo prof. Roberto Lagalla. (leggi tutto)



25 Maggio 2017

ARTE

Quarantasei opere dell’architetto in mostra fino al 22 luglio nella Pinacoteca Nunzio Sciavarrello, padre fondatore dell’Accademia di Belle Arti di Catania

G. Arcidiacono, Il cacciatore Atteone (100x75)I paesaggi metafisici di Arcidiacono

Disegni e collage esposti a Bronte

L’arte metafisica dell’architetto-pittore catanese Giuseppe Arcidiacono, dal 27 maggio al 22 luglio, fa tappa a Bronte, alla Pinacoteca Sciavarrello, nel Real Collegio Capizzi, con una mostra di ben 46 «collage e disegni». Il presidente della pinacoteca, Carmelo Indriolo, parla di evento «non solo per un pubblico d’intenditori ma anche per una vasta platea che vuole lasciarsi coinvolgere dalla bellezza di opere figurative di alto valore artistico».

Il curatore della mostra, I’architetto Luigi Longhitano: «La mostra rivendica il pensiero di Vitruvio sulla formazione dell’architetto, secondo il quale esso deve saper «contribuire a tutte le arti e scienze più di coloro che condussero le singole discipline».

Per Sandro Scarrocchia, professore dell’Accademia di Brera, Arcidiacono è riconosciuto maestro per il «modo suo con cui fa il suo mestiere di architetto. Che è quello di costruire. attraverso un lavoro artistico e poetico, spazi affettivi, amati, storici, attuali, collettivi, riconoscibili e riconosciuti. Con i panni stesi, treni, rovine, viaggiatori, dei e dee, mostri, pupazzi, stelle, il cielo. il mare, i monti, belle donne e uomini. Ora che è nonno ci metterà anche i bambini, ne sono certo: e in questo senso - conclude Scarrocchia -, se si vuole, Arcidiacono è anche filosofo”.

Giuseppe Arcidiacono, che è pure ordinario all’università Mediterranea di Reggio Calabria, commenta: «Esporre a Bronte, terra di Ciclopi, significa intercettare i segni vitali e presenti del mito per trasporli in disegni rivolti ad una interpretazione immaginifica del paesaggio etneo. Come architetto e professore insisto sulla doppia natura, artistica e scientifica, che deve conquistare ogni azione sul territorio che ci appartiene, quello etneo: una riflessione, questa, che il maestro Nunzio Sciavarrello - precisa Arcidiacono - ha tradotto in opera concreta con la sua pinacoteca, sorgente attiva di memoria creativa e monito al rispetto della bellezza. Far “parlare» i luoghi attraverso l’arte è uno dei motivi conduttori della mostra». Che vanta patrocini prestigiosi, come quelli dell’Accademia di Belle Arti Brera di Milano, dell’Università di Reggio Calabria e del brand della moda Jacob Cohën. [Luigi Putrino, Giornale di Sicilia, 25 Maggio 2017] 

La mostra sarà aperta dal 27 Maggio al 22 Luglio 2017

MARTEDÌ, MERCOLEDÌ E DOMENICA DALLE ORE 10.00 ALLE ORE 13.00
GIOVEDÌ E SABATO DALLE 10.00 ALLE 13.00 E DALLE 17.00 ALE 20.00

SFOGLIA IL CATALOGO



12 Giugno 2017

NOTIZIE DA BRONTE

QUOTIDIANI, GIORNALI ON LINE

Bronte118, Live SiciliaLa Sicilia,
La Repubblica, Corriere della Sera,
Il Fatto Quotidiano, La Stampa
Affari Italiani, Il Foglio, Il Messaggero
L'Unità, Il Manifesto, Giornale di Sicilia,
Corriere del Mezzogiorno, Il Sole 24 Ore,
Gazzetta dello Sport, Focus, Dove,

Quattroruote, L'EspressoPanorama

Sky Rassegna stampa - Ansa - AGI
Google News, Rai News 24,
 TG 24.Sky, Repubblica TVTG COM 24,
TG 5, Rai TV Notizie - RAI-Televideo
 Oggi in TV Rai

UNO SGUARDO AL FEMMINILE

Il condizionale libero

SI PARLA DI...

Gino Schilirò, Catania secondo me
Uomini illustri del '700 brontese
Uomini illustri di Bronte
Giuseppe Di Bella
Il pane e… altro nella tradizione
Il testamento di Nelson
Carmelo Biuso, libri e recensioni
Il diario di Nino Bixio
On. Antonino Isola,
Artigiani a Bronte - Storia, arte, cultura
On. Vincenzo Luigi Saitta
Mestieri e figure d'altri tempi
Statue, sculture, busti e monumenti
 

Ricerca nel Sito

GOOGLE MAPS

Contrade e Strade di Bronte (in)

Aeroporto: Partenze - Arrivi
Elenco telefonico, Orario ferroviario

Cerca il CAP - Calcola il codice fiscale

Gazzetta Ufficiale Italiana

Borsa Italiana-Azioni

Normattiva

Piccolo vocabolario brontese

La tua radio in diretta

Scegli tra 330 stazioni

Meteo e webcam live a Bronte

Meteo Ansa - Meteo.it

FACCE DI BRONTESI


 

Inaugurata a Serra del Re la stele donata da 3 artigiani

Un monumento alla legalità

E’ scolpita nella pietra del luogo, è alta 2 metri e, dominando il promontorio di Serra del Re sui Nebrodi a oltre 1700 metri di altitudine, porta una robusta corona. Il suo significato però è ben diverso. Simboleggia i principi di legalità e il rifiuto, da parte degli allevatori e residenti del posto, di qualsiasi attività illegale e ancor peggio mafiosa.

Parliamo della stele che 3 artigiani di Maniace (Francesco Sanfilippo, Salvatore Galbato e Salvatore Liuzzo) hanno donato al Comune di Bronte per lanciare un messaggio di legalità anche su quei Nebrodi spesso descritti come teatro di soprusi e che è stata inaugurata alla presenza di numerose autorità.

Alla cerimonia, presenti i sindaci di Bronte e Maniace, Graziano Calanna e Nino Cantali con le rispettive Giunte, il presidente del Consiglio comunale di Bronte, Nino Galati, promotore dell’iniziativa. Con loro i comandanti delle stazioni dei carabinieri e del Corpo forestale di Bronte e Maniace, la Polizia municipale di Bronte, il dott. Francesco Del Campo, presidente regionale del “Cnsas” (Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico) e diverse associazioni ambientalistiche e culturali del territorio.

Emozionati gli interventi dei 3 artigiani che hanno ricordato il sacrificio dei loro avi che in questi monti hanno duramente vissuto di zootecnia. Poi la stele è stata scoperta fra gli applausi dei presenti. Dominerà il promontorio di Serra del Re a monito di legalità e giustizia per tutti.



 

9 Giugno 2017

“Premio Themis”: cala il sipario

Assegnati riconoscimenti ai vincitori del concorso storico-letterario voluto dall’associazione “Orizzonti Liberi”

Eccoli i vincitori della settima edizione del “Premio Themis”, concorso storico-letterario organizzato dall’Associazione culturale “Orizzonti Liberi”...  (leggi tutto)



3 Giugno 2017

Con l’avvento della Ati al posto della Dusty garantiti i livelli occupazionali mentre il servizio di raccolta sarà potenziato

Rifiuti, aria nuova e lavoro tutelato

Il sindaco: «Vogliamo raggiungere il 65% di differenziata, il centro di raccolta verrà ristrutturato»

Il progetto che Bronte si propone è ambizioso. Passare dal 34% di differenziata al 65%. La ditta che si è aggiudicata l’appalto ha presentato un piano di comunicazione dettagliato. Ovviamente, al momento, la ditta si limiterà ad effettuare l’ordinario, ma finito il periodo di “rodaggio”, il nuovo servizio andrà a regime. Sono previste stampe di manifesti, brochure e foglietti illustrativi. (leggi tutto)



31 Maggio 2017

SEDUTA DEL CONSIGLIO COMUNALE DI BRONTE SUI MIGRANTI

Preoccupazione per la gestione: «Esiste un limite, non potremo accoglierli tutti»

«Rischiamo di avere altri 109 migranti
ma la città è pronta?»

E’ l’ondata di migranti “minori non accompagnati” che preoccupa i sindaci siciliani, perché la circolare della Regione siciliana non mette limiti al numero di minori che potrebbero trovare rifugio nei paesi dove stanno nascendo tanti centri di accoglienza. La gente teme che il numero cresca esponenzialmente, anche perché i privati, attratti dal guadagno, mettono a disposizione le proprie case disabitate. Se accade ciò, le città devono essere preparate. Per questo, il presidente del Consiglio comunale di Bronte, Nino Galati, ha convocato una seduta del civico consesso aperta al pubblico. (leggi tutto)



27 Maggio 2017

I Centristi abbandonano il sindaco Calanna

«Disattesi il programma e gli accordi pre-elettorali»

Il gruppo composto da Giuseppe Di Mulo e Angelica Catania si allontana dalla maggioranza. L'ironia del sindaco Graziano Calanna: «Lo fanno ogni due anni». I due replicano: «Noi lineari, vogliamo dare una scossa».

In Consiglio comunale si assottiglia il numero di sostenitori del primo cittadino. Giuseppe Di Mulo e Angelica Catania si dichiarano indipendenti denunciando il loro disaccordo rispetto all'operato dell'amministrazione comunale, tra cui immigrati, zona artigianale, lavori nel cimitero, riordino di uffici e aree comunali, recupero dei residui attivi e prescritti e l’assenza di progettualità e sviluppo per il futuro. (Leggi tutto su Meridionews.it )



24 maggio 2017

CIMITERO

PRESENTATE AL COMUNE TRE PROPOSTE DI PROJECT FINANCING

Progetti per ampliare e migliorare i servizi cimiteriali

Dopo l'ordinanza sindacale che ha vietato a Bronte la doppia sepoltura, presto strutture e servizi nel cimitero monumentale potrebbero essere realizzati con il project financing. Al Comune, infatti, sono arrivate tre proposte, provenienti da altrettante ditte, per realizzare nuovi loculi e cappelle, creare una nuova illuminazione votiva e migliorare i servizi. Tutto per un investimento complessivo di circa 3 milioni e mezzo di euro.

L’Ufficio tecnico comunale sta valutando la validità delle proposte, che il sindaco Graziano Calanna ha accolto favorevolmente.

Una prima proposta riguarda la realizzazione di 892 sepolture nella zona nuova del cimitero, più 11 cappelle gentilizie per 8 posti ciascuna; l’impresa intende investire 2 milioni 185 mila euro per poi vendere i loculi. Una seconda proposta prevede una migliore gestione dell’illuminazione votiva, la messa in sicurezza degli impianti e la videosorveglianza, per un investimento di 458 mila euro. La terza prevede la custodia, la sorveglianza dell’intera area cimiteriale e l’adeguamento delle infrastrutture che garantiscono lo svolgimento dei servizi, per un investimento di circa 900 mila euro.

Adesso l’Ufficio tecnico avrà 90 giorni di tempo per istruire le pratiche necessarie a stabilire la pubblica utilità delle proposte presentate che spetta al Consiglio comunale.



12 Ottobre 2016

INTERDETTO AL PUBBLICO FINO PER LAVORI DI RESTAURO

Chiude per un anno il Castello Nelson

Fine lavori ad Ottobre 2017

Ducea Nelson, vista generaleUn anno con il Castello Nelson chiuso al pubblico per i lavori di “restauro, ristrutturazione e riuso” dell’antico maniero.

L'appalto, pubblicato nel marzo del 2015 per un importo di un milione e 700 mila euro grazie ad un finanziamento dall’assessorato delle Infrastrutture e della Mobilità della Regione Siciliana, è stato aggiudicato al consorzio Ciro Menotti di Ravenna, che, avendo effettuato un ribasso del 31%, con un milione e 128 mila euro, oltre ad 84 mila euro per gli oneri di sicurezza, realizzerà i lavori.

Per questo il sindaco Calanna che ha seguito l’iter affinché si arrivasse all’aggiudicazione della gara ed alla consegna dei lavori avvenuta nel luglio scorso, ha deciso di chiudere l’accesso al pubblico dell’antico maniero per questioni di sicurezza fino alla conclusione delle opere previste.

«Non solo il Castello – afferma in un comunicato il primo cittadino - ma anche la Chiesa di Santa Maria ed il parco annesso saranno oggetto di lavori. Chiudere tutto al pubblico è certamente doloroso, ma è doveroso per motivi di sicurezza e tutela dell’incolumità pubblica. L’attesa di questo anno sarà certamente ripagata dal ritrovare un Castello Nelson ristrutturato e riportato ai fasti di un tempo».

Sui lavori vigilerà l’Ufficio tecnico del Comune. «La data di fine lavori – conclude il sindaco – è prevista il 18 ottobre del 2017. Noi ci auguriamo che l’impresa possa terminare prima possibile».

Il sito è ottimizzato per una risoluzione video di 1024 x 768 pixel (o superiore)

       bronteinsieme@gmail.com

Home Page
Powered by Associazione Bronte Insieme Onlus - Riproduzione riservata anche parziale

Bronte Insieme: dal 2002 oltre 3 milioni i visitatori con 9 milioni di pagine visitate