Ti trovi in:  Home-> News ed Eventi

Quotidiani, Riviste, Rassegna stampa & altro on line

Bronte118, Live SiciliaLa Sicilia, Giornale di Sicilia, Corriere della Sera, La Repubblica, Il Fatto Quotidiano, La Stampa, Limes, Fanpage.it, HuffingtonPost, Il Giornale, Libero, La Verità, Affari Italiani, Il Foglio, Il Messag­gero, Il Manifesto, Il Sole 24 Ore, Corriere del Mezzo­gior­no, Gazzetta dello Sport, Quattro­ruote, L'EspressoPanorama, Focus, Dove

Sky Rassegna stampa, Ansa, AGI, Adnkronos, Google News

Sky TG 24, Sky Sport, TV8  |  La7  |  Repubblica TV  |  TG COM 24, TG 5, Mediaset Guida TV, Mediaset-Play  |  RaiNews 24, RaiPlay-Live, Televideo, Oggi in TV Rai

Gazzetta Ufficiale Italiana - Borsa Italiana-Azioni - Normattiva - Meteo Ansa - Meteo.it

Aeroporto: Partenze - Arrivi / Elenco telefonico, Orario ferroviario / Cerca il Cap - Calcola il Codice fiscale



News & Eventi da Bronte

NOTIZIE DA BRONTE


13 gennaio 2022

CASTELLO NELSON

La Regione approva un nuovo progetto di ristrutturazione

Sì da parte dell’assessorato regionale alle Infrastrutture e Trasporti della Regione siciliana al progetto esecutivo presentato dal Comune per la ristrutturazione dell’ultima parte del Castello Nelson, quella per intenderci non interessata dagli attuali lavori di ristrutturazione, posta a destra entrando dal grande cortile, subito dopo la croce celtica. Lo comunica in un comunicato il sindaco, Pino Firrarello, di ritorno da Palermo insieme con l’avvocato Roberto Landro.

Questo progetto nel settembre scorso era già stato inserito nel programma dell’Assessorato con un finanziamento di 974 mila euro. Da quel momento è iniziata la corsa per completare l’iter progettuale su cui adesso la Regione si è espressa positivamente.

“Con questi fondi – – ha affermato il sindaco – restaureremo la parte del Castello oggi non interessata dai lavori ed acquisteremo quanto necessario per dotare l’antico maniero di una moderna e tecnologica informazione turistica, con tanto di audio e video guide con auricolari e collegamenti web direttamente sugli smartphone dei turisti, che così facilmente potranno ottenere informazioni, filmati, storia e tutti i segreti dell’unico fazzoletto di terra in Sicilia che un tempo fu inglese. Abbiamo in mente - continua - di realizzare vicino alla reception dei locali per esporre i prodotti tipici, il pistacchio e dei souvenirs. Un suggestivo show room dove il turista potrà trovare quanto serve per ricordare a lungo la visita nel nostro Castello”.

Ultimati i lavori, il Castello Nelson nei programmi dell’Amministrazione dovrebbe diventare un grande polo di attrazione turistico culturale a servizio non solo di Bronte, ma dell’intero territorio. La grandi stanze potrebbero ospitare esposizioni museali di ogni tipo che faranno da corollario all’ala nobile ed ai giardini del Castello che, nel rispetto della grande tradizione inglese, sono semplicemente bellissimi.



11 Gennaio 2022

I 100 anni di Sebastiano, reduce di guerra

"Così scampai alla morte in Russia"

Bronte festeggia i 100 anni di nonno Sebastiano Barbagiovanni, reduce della seconda guerra mondiale, per tre anni fu prigioniero in Russia. Oggi il taglio della torta, con al fianco la moglie Rosalia, «la festa con familiari, parenti e amici - spiega il centenario - la faremo dopo, per adesso pensiamo alla salute, con i contagi da Covid non è il caso di rischiare, anche se abbiamo fatto la terza dose di vaccino».

I suoi genitori, Rosario e Rosaria Agostino, ne dichiararono la nascita a Tortorici l’11 gennaio 1922, loro paese d’origine, ma lui precisa subito: «Io cent’anni li ho compiuti da giorni, mia madre diceva sempre che ero nato a dicembre». Poi continua: «Abitavamo a Bolo, nel Messinese, di fronte alla Serra di Bronte, accanto al Simeto. Sono quinto di cinque maschi, ma più grande di due sorelle, Rosaria (per tutti Sara) 97 anni li ha compiuti di recente, siamo rimasti noi due».

Racconta ancora nonno Sebastiano: «Mio padre, per un’infezione al ginocchio causatagli da una spina, ci lasciò che avevo circa 5 anni. Da solo e a piedi, facevo chilometri per andare alla scuola elementare, per la prima e la seconda al Fondaco a Maniace, per la terza a Portella di Malamogliere, sulla strada verso Cesarò, al bivio per Bronte, dove aprirono una scuola per i 16 bambini della zona. Da Bolo, andammo a vivere in una masseria al Cattaino di Bronte, presa in gabella e poi comprata».

Ma ecco la chiamata alle armi... LEGGI TUTTO (di Luigi Putrino, Giornale di Sicilia, 11 gennaio 2022)



8 gennaio 2022

Finanziati 5 milioni per la rigenerazione urbana

Progetti di rigenerazione urbana presentati dal Comune per ben 5 milioni di euro sono stati inseriti all'interno della graduatoria pubblicata dal Ministero dell’Interno. Di fatto, quindi, sono stati finanziati. «Una notizia meravigliosa! – commenta in un comunicato il sindaco Firrarello - Nonostante i criteri stringenti e le difficoltà a reperire un piano di progetti che potesse aderire perfettamente alle prerogative, il Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali del Ministero degli Interni ci comunica che tutti i progetti di rigenerazione urbana presentati da Bronte saranno finanziati! Il piano di rigenerazione impatterà sull’area dello Stadio Comunale e vie limitrofe fornendo una nuova prospettiva verde, sostenibile e smart per le migliaia di brontesi che ogni giorno usufruiscono del nostro polo sportivo.»

In dettaglio le opere inserite in progetto prevedono il completamento del Polo sportivo con annesso campo di calcio, palazzetto dello sport e campo da tennis, con la realizzazione del parcheggio per le auto, oggi assente; la sistemazione del Parco urbano dietro le scuole medie “Castiglione”, che sarà dotato di servizi igienici ed opportuno arredo; la sistemazione della palestra tenda e di un’area in pieno centro storico in via Santi; il completamento di via Dalmazia fino a via Cilea e la realizzazione di tutti i servizi come fognatura e pubblica illuminazione.

Un’area a verde posta a monte del campetto da tennis, oggi particolarmente degradata, sarà trasformata in area funzionale attrezzata e farà anche da nuovo ingresso al campo da tennis. Inoltre si prevede la sistemazione del centro sportivo di via Selvaggi, purtroppo vandalizzato; la riqualificazione dell’area di via Livatino; lavori per restituire l’agibilità alla storica tribuna “Scala” del campo di calcio e il rifacimento dell’illuminazione: la riqualificazione delle aree a verde attorno i 54 alloggi popolari del quartiere Sciarotta e della Villa comunale.



29 Dicembre 2021

Dopo i 100 di zia Nunziatina  e i 107 anni di nonna Lucia ancora una conferma che nella nostra cittadina ci sia una comunità di persone particolarmente di lunga vita

Festa per i 100 anni di nonna Nunziata Bonanno

Una grande gioia, per i 6 figli, i 21 nipoti, i 35 pronipoti e i 4 figli dei pronipoti, vedere festeggiare i 100 anni della signora Bonanno Nunziata, nata a Bronte il 25 dicembre del 1921. Un traguardo raggiunto alla grande, passando un secolo di vita e di cambiamenti. Sposata col signor Gaetano Lombardo, che di mestiere faceva il contadino, deceduto nel 1995, la signora Nunziata ha dato alla luce 7 figli, Grazia, Giuseppe, Vincenza, Maria, Nunziatina, Antonio e Salvatore. Grazia, che era la figlia più grande è deceduta nel 2010. Giuseppe vive a Calatabiano. Vincenza vive in Germania. Maria e Nunziatina vivono a Bronte. Antonio e Salvatore vivono a Milano.

Poi il resto della famiglia, con numeri davvero impressionati e nonna Nunziata diventata anche Trisavola di 4 pronipoti. Alla festa, nel rispetto delle attuali norme covid, non ha voluto mancare nessuno, per dare il giusto merito ad una grande donna, nata e cresciuta negli anni difficili del primo dopoguerra, e passata indenne anche dalla seconda guerra mondiale, a cui il marito ha partecipato, mancando da casa e dalla famiglia per 7 lunghi anni. A Nonna Nunziata, oltre agli auguri della famiglia, giungono anche gli auguri da parte della Nostra Redazione. (Tratto da Bronte118)



29 dicembre 2021

BOSCO BRIGNOLO

Arrivato il decreto di finanziamento

Era atteso da tempo e finalmente è arrivato. Il Ministero della Transizione ecologica ha inviato al Comune di Bronte il decreto con cui finanzia 497 mila euro per la bonifica e la trasformazione in un funzionale bosco attrezzato per fare pic nic la zona verde chiamata “Brignolo”, sita a ridosso della periferia nord della cittadina vicino l’istituto Benedetto Radice, la Caserma dei Carabinieri e diversi complessi residenziali.

Il finanziamento fa parte del “Programma sperimentale di progettazione delle azioni di riforestazione urbana” gestito dall’Area metropolitana di Catania, cui il Comune di Bronte ha partecipato, ottenendo il finanziamento assieme a soli altri 2 Comuni dell’ex provincia, ovvero Catania ed Acireale. Il programma non prevede solo la piantumazione degli alberi, ma anche un periodo di cura dell’intero bosco. E da progetto la piantumazione degli alberi dovrà essere effettuata in 3 anni, con il programma include i fondi necessari per curare e salvaguardare la crescita delle piante per ben 7 anni.



18 Dicembre 2021

Tassa sui rifiuti, secondo taglio in bolletta in tre anni

Merito della differenziata

Per le famiglie di Bronte sulla tassa rifiuti secondo taglio in bolletta nell’ultimo triennio, dopo quella del 4 per cento del 2019, infatti, quest’anno ulteriore riduzione dell’1,5% (a cui aggiungere un bonus statale emergenza Covid da 241.980).

Per il servizio raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani, a Bronte il costo è sceso dai 2,97 euro al metro quadrato del 2015 agli attuali 2,81 euro, ad incidere è stato l’incremento della differenziata, passata dal 12,02 per cento del 2015 al 56,89 del 2019 (dati Ispra), per giungere al circa 60 per cento del 2020 e 70 per cento del 2021 (dati comunali). (Luigi Putrino, Giornale di Sicilia del 17 dicembre 2021)



8 Dicembre 2021

DISAGI

personale ridotto e caos all'ufficio postale

Protesta anche il sindaco

Ufficio postale di Bronte piccolo e personale ridotto, protesta del sindaco Pino Firrarello, che ha trascorso alcune ore in fila per constatare i disagi segnalatigli da vari utenti, soprattutto in questo periodo in cui per le norme anti Covid l’attesa continua ad avvenire fuori, anche con temperature gelide. Due soli gli sportelli aperti, con altrettanti impiegati «che fanno il possibile, forse più del dovuto, ma per effettuare le operazioni ci vuole tempo».

Per evitare code, ha scritto il sindaco in un comunicato, «Poste spa ha sempre consigliato agli utenti di prendere un appuntamento con l’app. Ma non tutti sono avvezzi alla tecnologia e chi si reca all’Ufficio postale e prende un biglietto spesso si vede pure sorpassato da chi ha prenotato con lo smartphone».

«È una vergogna! Quel che vedo non è degno di un’azienda al servizio di utenti che pagano - ha detto Firrarello durante il sopralluogo -. La pensino pure come credono, ma solo 2 sportelli in funzione in una cittadina di 20 mila abitanti e con le motivazioni che ci sono a Bronte sono troppo pochi. Poste Italiane la smetta di accampare scuse: deve risolvere il problema, anche perché gli utili che raccoglie a Bronte sono notevoli. E non mi vengano a dire, poi, che lunedì c’è stato un black out elettrico: la coda si forma sempre».

Il primo cittadino ha concluso: «Più volte abbiamo scritto e in diverse occasioni ci siamo riuniti con i rappresentanti dell’Azienda, ma senza ottenere nulla. Verificheremo con i legali se è possibile ricorrere alla magistratura per restituire ai cittadini un servizio efficiente. Non è possibile che alcuni, rendendosi conto dei tempi di attesa fuori la porta dell’Ufficio postale, si convincano a prendere l’auto ed andare a Maniace o Maletto». (Luigi Putrino, Giornale di Sicilia, 8 Dicembre 2021 / Leggi pure: Una pensilina per gli utenti dell'ufficio postale)


       bronteinsieme@gmail.com

Home Page
Powered by Associazione Bronte Insieme - Riproduzione riservata anche parziale / Il sito è ottimizzato per una risoluzione video di 1024 x 768 pixel (o superiore)

Bronte Insieme: dal 2002 oltre 4 milioni i visitatori con 10 milioni di pagine visitate