Ti trovi in:  Home-> News ed Eventi

Ultime dall'Italia e dal mondo


ELEZIONI REGIONALI DEL 2 NOVEMBRE 2017

I risultati  A BRONTE | IN SICILIA


17 novembre 2017

SI RICOMPONE LA NUOVA GIUNTA MUNICIPALE

Calanna nomina assessori Di Francesco, Messina e Liuzzo

Presto nominerà il quarto assessore e distribuirà le deleghe

Il sindaco Graziano Calanna ha ricostituito buona parte della Giunta municipale revocata in toto il 19 ottobre scorso.

Si tratta dei consiglieri comunali Ernesto Di Francesco capogruppo nell’Assemblea consiliare di “Bronte 2.0”, Gaetano Messina a sua volta capogruppo in Consiglio del Partito democratico e Chetti Liuzzo, 47 anni, direttore dei servizi generali amministrativi presso la scuola media Castiglione di Bronte, alla sua prima esperienza politico-amministrativa.

Il sindaco annuncia anche che presto nominerà il quarto assessore, provvedendo a distribuire le deleghe. “Abbiamo garantito la rappresentanza di genere. – spiega – Vedrete non passerà molto tempo che la Giunta municipale sarà al completo, nominando anche il quarto assessore e distribuendo le deleghe. Ognuno di loro dovrà occuparsi dei compiti cui hanno attitudini naturali”.
Il consigliere Antonio Leanza, non condividendo la scelta fatta da Di Francesco ha comunicato la dimissioni dal gruppo “Bronte 2.0 – Liberi e Forti” ed il passaggio al Gruppo misto. (leggi tutto)



3 Novembre 2017

CONVEGNO AL CIRCOLO DI CULTURA

La Santa Inquisizione a Bronte

Sabato 18 novembre, alle 17,30, ne locali dal “Circolo di Cultura Enrico Cimbali”, si parlerà de La Santa Inquisizione a Bronte.

Apriranno i lavori Salvatore Tirendi, presidente del Circolo, Giuseppe Maria Catania, (Lions Club Adrano-Bronte-Biancavilla), Salvatore Piero Patanè (Rotary Aetna Nord-Ovest Bronte), Vincenza Carroccio (Fidapa Bronte), Antonella Caltabiano, (Telefono Rosa Bronte) e Franco Cimbali (Associazione Bronte Insieme).
Due i relatori dell’evento: il prof. Biagio Saitta, già ordinario di Storia medievale presso l’Università di Catania, che introdurrà l’argomento con la relazione Note sull’Inquisizione in Sicilia, e la professoressa Marinella Fiume, autrice del romanzo storico La Bolgia delle eretiche, volume che presenterà illustrandone le protagoniste, fra le quali emerge pure suor Francisca Spitaleri da Bronte.

Rossella Spanò, giovane attrice teatrale brontese, interpreterà brani del libro. Modera il giornalista Luigi Putrino.

La Santa Inquisizione fu un’istituzione creata nel secolo XIII per la difesa della Chiesa e la soppressione delle eresie. Prese aspetti diversi nei vari Stati d’Europa e nelle varie epoche, a seconda dei metodi usati e dei fini che chi deteneva il potere voleva raggiungere servendosi dei suoi tribunali.

L’inquisizione di Spagna fu quella che acquistò la peggiore fama per gli eccessi compiuti e le atrocità; fece sentire il suo potere anche in Sicilia e persino in Bronte. Benedetto Radice scrive che era presente nella nostra città fin dal 1597 con un Commissario generale e “octo familiares”, cioè otto “sbirri” o ministri, appositamente nominati, che avevano l’incarico di sorvegliare e denunziare gli eretici.

Tra i brontesi perseguitati dal Sant’Ufficio si ricordano il frate minorita Tommaso Schiros (cognato dell'eroico giureconsulto Antonino Cairone), il contadino Antonino Gorgone dalla bestemmia facile, suor Maria D'angelo, suor Colomba Mauro Papotto, ma sopratutto l’inerme suora Francesca Spitaleri dell’Ordine delle Terziarie di S. Francesco, le cui vicende suscitano ancora compassione e pietà e «la cui memoria - scrive il Radice - si è perduta fra di noi, essendo severamente proibito dal S. Ufficio fare il nome degli eretici, per spegnere anche il ricordo”.

La partecipazione al Convegno è aperta a tutti.

NOTIZIE DA BRONTE

QUOTIDIANI, GIORNALI ON LINE

Bronte118, Live SiciliaLa Sicilia,
La Repubblica, Corriere della Sera,
Il Fatto Quotidiano, La Stampa
Affari Italiani, Il Foglio, Il Messaggero
Il Giornale, Il Manifesto, Giornale di Sicilia,
Corriere del Mezzogiorno, Il Sole 24 Ore,
Gazzetta dello Sport, Focus, Dove,

Quattroruote, L'EspressoPanorama

Sky Rassegna stampa - Ansa - AGI
Google News, Rai News 24,
 TG 24.Sky, Repubblica TVTG COM 24,
TG 5, Rai TV Notizie - RAI-Televideo
 Oggi in TV Rai

Piccolo vocabolario brontese

UNO SGUARDO AL FEMMINILE

UN CARABINIERE SUL TETTO

SI PARLA DI...

il Barone Giuseppe Spedalieri
Il Dell'Utri... cancellato
Il Castello dei Nelson, restauri e trasformazioni
Gino Schilirò, Catania secondo me
Uomini illustri del '700 brontese
Uomini illustri di Bronte
Giuseppe Di Bella
Il pane e… altro nella tradizione
Il testamento di Nelson
Carmelo Biuso, libri e recensioni
Il diario di Nino Bixio
On. Antonino Isola,
Artigiani a Bronte - Storia, arte, cultura
On. Vincenzo Luigi Saitta
Mestieri e figure d'altri tempi

 

Ricerca nel Sito

GOOGLE MAPS

Contrade e Strade di Bronte (in)

Aeroporto: Partenze - Arrivi
Elenco telefonico, Orario ferroviario

Cerca il CAP - Calcola il codice fiscale

Gazzetta Ufficiale Italiana

Borsa Italiana-Azioni

Normattiva

La tua radio in diretta

Scegli tra 330 stazioni

Meteo e webcam live a Bronte

Meteo Ansa - Meteo.it

FACCE DI BRONTESI


 



 15 Novembre 2017

Buone notizie per il tratto che da contrada Passo Zingaro arriva all'abitato di Adrano

Statale 284, appalto in arrivo
ultimazione lotto dopo 30 anni

L'ex sindaco di Bronte, Pino Firrarello, ha incontrato alcuni funzionari dell'Anas

Arrivano notizie sul secondo lotto della Ss 284, quello che da contrada Passo Zingaro arriva all'abitato di Adrano. Le fornisce il già senatore ed ex sindaco di Bronte, Pino Firrarello, dopo aver incontrato alcuni funzionari dell'Anas. «Mi è stato assicurato - racconta Firrarello - che il secondo lotto di questa strada statale sarà appaltato ad aprile. Da allora, se tutto andrà per il verso giusto, entro due anni i lavori saranno terminati. (...)

Il secondo lotto della Adrano-Bronte non è altro che il proseguimento dei lavori del primo. Il progetto prevede la realizzazione di una strada ad unica carreggiata con due corsie di 3,75 metri ciascuna, caratterizzate da larghe banchine. Firrarello dà notizie anche sul tratto Adrano-Paternò della stessa Statale dove sono stati finanziati 97 milioni per la sicurezza. «Anche questa strada verrà appaltata, ma un anno dopo la 284, ovvero nel 2019. Questo vuol dire che fra cinque-sei anni da Catania a Bronte, si arriverà agevolmente con una strada più moderna e sicura».

Poi rivolge il proprio pensiero al tratto Randazzo- Fiumefreddo della Ss 120 (...) [R. P.]



27 Ottobre 2017

RETTORE DEL REAL COLLEGIO CAPIZZI DAL 1992 AL 2015

Si è spento padre Zingale

Si è spento ieri all'età di 98 anni padre Giuseppe Zingale, dal 1992 al 2015 rettore del Real Collegio Capizzi. Educatore abilissimo era particolarmente amato dai suoi studenti perché riusciva a coniugare l'aspetto educativo con quello ludico e ad essere per loro un amico. Insieme con padre Giuseppe Calanna riuscì a riportare nel 1994 a Bronte, due secoli dopo la morte, le spoglie del Ven. Capizzi che ora riposano nel suo Collegio, nella Chiesa del Sacro Cuore.

Col fine di rinnovare le funzioni della prestigiosa istituzione fondata dal Capizzi nel 1778 e di promuovere un'offerta culturale al passo con i tempi, padre Zingale ha anche fortemente voluto ed ha contribuito insieme ai sindaci dell'epoca, Leanza e Firrarello, alla realizzazione della preziosa pinacoteca d’arte italiana del 900 ideata dal prof. Nunzio Sciavarrello, che ha sede nei locali del Collegio, punto di riferimento importante per la cultura e le arti figurative.

Padre Zingale ha fatto anche restaurare l’antica cappella dell’Immacolata, un tempo utilizzata dai convittori.

Oggi pomeriggio è stato celebrato il funerale.



24 ottobre 20177

Il futuro resta ancora incerto

Ospedale, finora solo chiacchiere

Il direttore dell’Asp 3, comunque, annuncia che a breve riprenderanno i lavori per rendere il Pronto soccorso più spazioso

Tutto fermo per l’ospedale, in attesa che si delinea il futuro governo della Sicilia. Attualmente tutto è fermo, nonostante proclami e annunci sulla imminente ripresa dei lavori. Negli ultimi tempi il tema della ripresa dei lavori è quello di maggiore importanza, a cui è legata tutta la futura impostazione del nosocomio. La gente è sempre più sfiduciata, e attende delle risposte che da anni mancano. Finora molte chiacchiere e pochi fatti. (leggi tutto)



3 Ottobre 2017

Ok dell’assessorato regionale per l’ospitalità dei migranti non accompagnati nell’Hotel Parco dell’Etna

Autorizzato l’arrivo di 59 minori

Il sindaco Calanna scrive al Prefetto chiedendo un incontro, lancia una petizione popolare ed annuncia un ricorso al Tar

E’ arrivato il giorno in cui l’Assessorato della Famiglia, delle Politiche sociali e del Lavoro ha autorizzato l’arrivo di 59 minori non accompagnati da ospitare nell’Hotel Parco dell’Etna, trasformato in centro di accoglienza. Ieri il dirigente generale del Dipartimento famiglia e Politiche sociali della Regione ha firmato il decreto che concede alla “Cooperativa sociale Freedom” di Siracusa, l’autorizzazione a svolgere attività assistenziale a favore di minori, presso la struttura di primissima accoglienza ad alta specializzazione di via Carlo Alberto dalla Chiesa a Bronte, dove si trova l’ex Hotel Parco dell’Etna.
«Bronte già ospita 50 migranti e non è in grado di accoglierne altri 59», scrive al Prefetto Ricco il sindaco Calanna chiedendo un incontro. Ed intanto lancia una petizione popolare contro la decisione della Regione preannunciando anche un ricorso al Tar. (leggi tutto)



23 settembre 2017

Udienza rinviata al 18 Gennaio

Il caso Ospizio dei Vecchi

Il clero brontese accanto a Don Luigi Minio

La Procura di Catania ha chiesto il rinvio a giudizio per maltrat­tamento e abbandono di incapaci del sacerdote Luigi Minio, di 87 anni, presidente della fondazione «Istituto San Vincenzo dè Paoli - Padre Marcantonio», noto come «Ospizio dei vecchi di Bronte» oggi bollato dal quotidiano La Sicilia "Ospizio-lager", e di quattro dipendenti.

La notizia ha sconvolto il paese diventando il principale oggetto di dibattito nei circoli e nei bar. Si attende l’udienza del 5 ottobre. «Tutti conosciamo padre Luigi Minio - ha affermato  il sindaco Calanna - ed in verità mai, né oggi da sindaco, né ieri da consigliere comunale, ho avuto sentore di maltrattamenti agli anziani nella nostra Casa di riposo».

“Ancora non sono stato interrogato”, ha dichiarato il Presidente della Fondazione, “sarò sentito il 5 ottobre e spiegherò come stanno i fatti”. Intanto ha distribuito oggi a Bronte un opuscoletto con una forma di autodifesa, dando una propria versione dei fatti, lanciando anche accuse ad altri ed invitando tutti quanti a visitare l'Ospizio, a constatare di presenza parlando con gli ospiti e chiedendo se mai qualcuno di loro sia stato maltrattato.

Identico invito hanno rivolto nelle loro omelie domenicali i sacerdoti di Bronte «a tutte le persone oneste», con la distribuzione anche di un manifestino che elogia l'attuale Presidente, «il Sacerdote Psicologo Luigi Minio» deplorando «vivamente la campagna di calunnie che in questi giorni ha come oggetto la benemerita Casa di Riposo per Anziani che nel prossimo mese compie cinquant'anni di attività».(Leggi tutto)



8 Settembre 2017

Facilitate le ricerche anagrafiche e genealogiche e salvaguardati gli antichi libri

On-line gli antichi Registri della Matrice

Un lungo e faticoso lavoro di lettura ed indicizzazione durato circa 10 anni

Per molti secoli i libri o registri di battesimo e di matrimonio ("i riveli") della Chiesa della Ss. Trinità, la Matrice, hanno rappresentato (ed ancora rappresentano) una fonte preziosa di consultazione e di ricerche anagrafiche per la popolazione brontese. E, purtroppo, sono ancora insostituibili ed unici. Un incendio appiccato durante i tragici Fatti dell’agosto 1860 dai rivoltosi all’Archivio del Comune distrusse, infatti, irrimediabilmente tutti gli altri registri anagrafici pubblici di Bronte.

Oggi, dopo un decennio di lavoro della nostra Associazione, questi antichi registri di battesino e matrimonio (datano dal 1582) sono stati digitalizzati e messi on-line a disposizione di tutti.

Utilizzando semplicemente il proprio pc o smartphone, evitando così anche di continuare a sfogliare e irrimediabilmente deteriorare registri vecchi di 300-400 anni, tramite un semplice form ora si possono condurre ricerche anagrafiche e genealogiche, finalizzate alla ricostruzione della storia di famiglie e di persone, ma anche alla storia sociale brontese. Il database comprende 84.698 record di battesimi che vanno dal 1737 al 1923 e 19.899 di matrimoni che vanno dall’anno 1729 al 1933. (leggi tutto)



12 Ottobre 2016

INTERDETTO AL PUBBLICO PER LAVORI DI RESTAURO

Chiude per un anno il Castello Nelson

«Fine lavori ad Ottobre 2017»

Ducea Nelson, vista generaleUn anno con il Castello Nelson chiuso al pubblico per i lavori di “restauro, ristrutturazione e riuso” dell’antico maniero.

L'appalto, pubblicato nel marzo del 2015 per un importo di un milione e 700 mila euro grazie ad un finanziamento dall’assessorato delle Infrastrutture e della Mobilità della Regione Siciliana, è stato aggiudicato al consorzio Ciro Menotti di Ravenna, che, avendo effettuato un ribasso del 31%, con un milione e 128 mila euro, oltre ad 84 mila euro per gli oneri di sicurezza, realizzerà i lavori.

Per questo il sindaco Calanna che ha seguito l’iter affinché si arrivasse all’aggiudicazione della gara ed alla consegna dei lavori avvenuta nel luglio scorso, ha deciso di chiudere l’accesso al pubblico dell’antico maniero per questioni di sicurezza fino alla conclusione delle opere previste.

«Non solo il Castello – afferma in un comunicato il primo cittadino - ma anche la Chiesa di Santa Maria ed il parco annesso saranno oggetto di lavori. Chiudere tutto al pubblico è certamente doloroso, ma è doveroso per motivi di sicurezza e tutela dell’incolumità pubblica. L’attesa di questo anno sarà certamente ripagata dal ritrovare un Castello Nelson ristrutturato e riportato ai fasti di un tempo».

Sui lavori vigilerà l’Ufficio tecnico del Comune. «La data di fine lavori – conclude il sindaco – è prevista il 18 ottobre del 2017. Noi ci auguriamo che l’impresa possa terminare prima possibile».

Il sito è ottimizzato per una risoluzione video di 1024 x 768 pixel (o superiore)

       bronteinsieme@gmail.com

Home Page
Powered by Associazione Bronte Insieme Onlus - Riproduzione riservata anche parziale

Bronte Insieme: dal 2002 oltre 3 milioni i visitatori con 9 milioni di pagine visitate