28 Giugno 2019

A tutela degli interessi pubblici

Opera pia «Scuole Calanna», accertamenti in corso del Comune

Approfondimenti in corso, da parte del Comune, per fare chiarezza sulle «Scuole Donzelle Calanna», l’opera pia laica per l’istruzione femminile fondata a Bronte nel 1823, dal sacerdote Pietro Graziano Calanna. L’attività di verifica di cui si attendono gli esiti, sarà utile per fare chiarezza sul passato e sul futuro di questo istituto pubblico di beneficenza, sia per onorare la memoria del suo fondatore e dei suoi benefattori sia per la doverosa cura degli eventuali interessi pubblici coinvolti. (leggi tutto)



Gennaio 2018

IL CASTELLO, IL MUSEO DI SCULTURE IN PIETRA LAVICA E I GIARDINI INTERDETTI AL PUBBLICO DA OTTOBRE 2016 PER LAVORI DI RESTAURO

Castello Nelson ancora chiuso

I lavori sono ancora in alto mare

Tre anni con il Castello che fu di Horatio Nelson chiuso al pubblico per i lavori di “restauro, ristrutturazione e riuso” dell’antico maniero. Così il 10 ottobre 2016 ha stabilito l'ordinanza avente per oggetto l'«interdizione temporanea della struttura museale denominata "Castello Nelson Bronte"», firmata dal sindaco Calanna. Da allora, fra ricorsi, contro ricorsi e problemi vari, tutto è rimasto fermo, bloccato: nessun lavoro è mai iniziato, e a dispetto di tutti, turisti e non, tutto (appartamenti ducali, chiesa, museo di sculture in pietra lavica, giardino inglese, ...) è rimasto anche sbarrato e inaccessibile. La "struttura museale denominata Castello Nelson Bronte", come da definizione dell'ordinanza sindacale del 2016, è restata  "temporaneamente interdetta". Oggi viene segnalata una interlocuzione intensa fra l'Amministrazione comunale ed il Consorzio di imprese Ciro Menotti di Ravenna che nel luglio del 2016 si é aggiudicato i lavori. Gli appartamenti nobiliari del Castello rischiano però di rimanere chiusi ancora a lungo. (leggi tutto)



19 Giugno 2019

Ospedale declassato, ricorso al Cga

Impugnata con un ricorso straordinario al Presidente della Regione Siciliana la classificazione del nosocomio di Bronte a «presidio di zona disagiata» anziché a «ospedale di base». La pronuncia avverrà su parere vincolante del Consiglio di Giustizia Amministrativa di Palermo.

Il decreto dell’assessore alla Sanità dell’11 gennaio scorso è stato impugnato dal sindacato infermieri Nursind, quattro associazioni di tutela dei diritti di consumatori e malati (Arcobaleno, Aiace, Adoc, Centro studi Azione e sviluppo locale) e tredici cittadini brontesi, fra cui una consigliere comunale. Nel mirino sono finiti gli «ospedali di base» “gemelli” di Biancavilla e Paternò, le cui sedi nel raggio di 10 chilometri e poco distanti dagli ospedali di livello superiore di Catania rendono discriminatoria l’assenza di un «ospedale di base» (che offre servizi e livelli di organico maggiori) nel vasto comprensorio pedemontano che fa capo a Bronte (Maletto, Maniace, Randazzo, Cesarò, San Teodoro e Santa Domenica Vittoria), dista da Catania oltre 50 chilometri e non vanta collegamenti ottimali. Guardando alcuni numeri dei servizi erogati, l’ospedale di Bronte registra 20mila accessi all’anno solo al pronto soccorso, ma la nuova rete lo equipara all’ospedale di Militello che ne conta circa 4700. Nel 2018, inoltre, l’ortopedia di Bronte ha avuto 282 ricoveri contro i 241di Biancavilla, senza contare quelli di chirurgia, medicina, pediatria e ostetricia.

Secondo i ricorrenti la Regione «ha effettuato una distribuzione non omogenea dei presidi ospedalieri, determinando uno squilibrio ed una diseguaglianza nell’accesso alle prestazioni sanitarie tra i cittadini residenti nel comprensorio di Bronte e quelli residenti nelle zone di Paternò e Biancavilla coi relativi comprensori». [Luigi Putrino]



18 Giugno 2019

Consegnati i numerosi riconoscimenti

Premio Themis alla nona edizione

Una ventata di cultura e gioventù

Tradizionale ventata di cultura e gioventù in occasione della premiazione della nona edizione del Premio Themis, il concorso letterario rivolto ai ragazzi delle scuole di tutt’Italia e non solo, organizzato dall'Associazione culturale “Orizzonti liberi”, presieduta da Barbara Prestianni. Tematica di quest'anno i “Legami”. (leggi tutto)



18 Giugno 2019

COMIZIO DEL SINDACO

Calanna: «Ho chiesto il rito abbreviato»

Particolarmente commosso all'inizio, ma determinato alla fine. Graziano Calanna ha abbracciato la sua città in un comizio pubblico tenuto in piazza Cimbali alla presenza dei suoi quattro assessori. Commozione formazione iniziale dovuta ai riferimenti riguardo la sua vicenda giudiziaria. Graziano Calanna ha scelto di essere giudicato con il rito abbreviato che, come ha affermato durante il comizio «e cosa ben diversa dal patteggiamento. In giro - ha continuato - sento tante voci sbagliate.  Il patteggiamento lo chiede che ammette una responsabilità, il rito abbreviato chi vuole un processo più veloce per far emergere presto la verit». «Ringrazio - ha proseguito - la mia Giunta i consiglieri di maggioranza per avere retto bene il paese durante la mia assenza, come ringrazio quei consiglieri di opposizione che non si sono cimentati in attività di sciacallaggio politico». Poi la descrizione delle tante attività svolte: «Ho desistito dall'idea di leggervi una relazione. Vi avrei annoiato perché troppo lunga». (...)

Un comizio cui la gente ha partecipato anche intervenendo, ed in tanti hanno ribadito l'importanza di avere un ospedale vero. «Oggi con l’Asp c’è un ottimo rapporto. Apprezzo il dinamismo del direttore generale che ha tanta voglia di fare - ha detto - Abbiamo chiesto e presto otterremo una nuova Tac, una nuova ambulanza ed un nuovo pronto soccorso»



1 Giugno 2019

Per il Consorzio c’è stato allarmismo infondato

La produzione del pistacchio di Bronte quest’anno è salva

L’assessore Bandiera: sarà Roma a valutare lo stato di calamità naturale

Il «Consorzio di tutela del pistacchio verde di Bronte dop» sui danni causati ai pistacchieti, dalle raffiche di vento di domenica e dalla precedente grandine, denuncia «allarmismo infondato» e smentisce «le notizie di questi giorni, che hanno fatto passare il messaggio di danni del 70 per cento dell’intera produzione di pistacchio, anziché a una limitata parte», che altre fonti del settore stimano sotto il 10 per cento del totale. (leggi tutto)

Ti trovi in:  Home-> News ed Eventi

NOTIZIE DA BRONTE

Quotidiani, Giornali on line

Bronte118, Live SiciliaLa Sicilia, Corriere della Sera, La Repubblica, Il Fatto Quotidiano, La Stampa, Fanpage.it, HuffingtonPost, Il Giornale, Libero, La Verità, Affari Italiani, Il Foglio, Il Messaggero, Il Manifesto, Giornale di Sicilia, Corriere del Mezzogiorno, Il Sole 24 Ore, Gazzetta dello Sport, Quattroruote, L'Espresso,  Panorama, Focus, Dove

Sky Rassegna stampa, Ansa, AGI, Adnkronos, Google News, Rai News 24, TV8
 Sky TG 24, Repubblica TVTG COM 24,
TG 5, Rai TV Notizie - La7 - RAI-Televideo
 Oggi in TV Rai

Piccolo vocabolario brontese

UNO SGUARDO AL FEMMINILE

di Laura Castiglione

I sigritanzi ra Cuttunina

‘U linzoro ‘i lana era di lana cardata e serviva per coprire il pane durante la lievitazione, ‘a cutra una coperta di mezzo tempo di lana, tessuta con una lavorazione faticosa a telaio, 'a cuttunina invece ...

Si parla di ...

La viola del Re Davide a Bronte
Il gruppo marmoreo dell'Annunziata
Enrico Greco
Èlia Longhitano
Le cosiddette ingiurie a Bronte
Abate Giuseppe Castiglione
il Barone Giuseppe Spedalieri
Il Castello dei Nelson, restauri e trasformazioni
 

Consulta i Registri della Matrice

E-Book per Voi

Libri ed altro su Bronte Insieme

I nostri libri in formato

Google Maps

Bronte Street Guide

vers. in

Contrade di Bronte

Aeroporto: Partenze - Arrivi
Elenco telefonico, Orario ferroviario

Cerca il CAP - Calcola il codice fiscale

Gazzetta Ufficiale Italiana

Borsa Italiana-Azioni

Normattiva

La tua radio in diretta

Scegli tra 330 stazioni


Meteo e webcam live a Bronte

Meteo Ansa - Meteo.it


FACCE DI BRONTESI

 



23 Maggio 2019

«Ci sono i fondi per realizzare i progetti fermi da anni»

Il Ministro della Salute visita l'ospedale

Giulia Grillo accolta pure dai sindaci di Maletto, e Cesarò. Il sindaco Calanna: «Grazie per ciò che farà per noi»

E un ospedale diverso, quello che il ministro alla Salute Giulia Grillo trova a Bronte, durante la sua visita annunciata. Il parcheggio, solitamente pieno e caotico, è tutto libero. Il cortile interno, ordinato come non mai, tutto il personale ai loro posti ad attenderla con due bambine con i fiori. Il ministro arriva in ritardo, circa un‘ora dopo l'orario previsto. Ad attenderla tutte le autorità, vari assessori e consiglieri e vari dirigenti del Castiglione-Prestianni. Accompagnata da vari parlamentari del M55, ha ringraziato per l‘accoglienza: «Il nostro Ministero sta lavorando in vari campi per migliorare sia le strutture che le carenze organiche, abbiamo disponibili circa 4 miliardi di euro che serviranno a realizzare tanti progetti fermi da anni». «Signor ministro - ha detto il sindaco Calanna – grazie per tutto quello che farà per il nostro ospedale e per la nostra comunità».  (leggi tutto)



18 Maggio 2019

Viabilità - Approvato dalla “Direzione generale delle strade” dell’Anas il progetto per l’ammodernamento della statale “Occidentale Etnea”

Ss 284 Bronte-Adrano, ormai ci siamo

Tra 2 -3 settimane dovrebbe essere pubblicata la gara d’appalto per il secondo lotto

Ormai ci dovremmo essere. Ancora due, massimo tre settimane e l'Anas dovrebbe pubblicare la gara d'appalto per la realizzazione del secondo lotto della nuova Ss284 che da contrada Passo Zingaro raggiunge l'abitato di Adrano. Anche questa volta a dare la notizia è il senatore Pino Firrarello che continua a seguire i progetti sul territorio.  (leggi tutto)



17 aprile 2019

CONSIGLIO COMUNALE

Dimissioni di Valeria Franco
la surroga di Russo sospesa

Rimane in sospeso nel Consiglio comunale la surroga del consigliere Valeria Franco che, «con una delle decisioni più importante e sofferta della sua vita» il 3 aprile 2019 si è dimessa. «A causa di impegni personali e improrogabili che mi portano a vivere fuori sede – ha scritto l’ex consigliere Franco – mi sto ritrovando a non poter più essere impegnata alla causa. Questa scelta giunge a seguito di una lunga riflessione che mi ha portato a mettere la primo posto le priorità dei cittadini brontesi, nonché del Comune stesso, che meritano più attenzioni di quelle che io sto riuscendo a dedicare a loro».
Il primo dei non eletti del Movimento 5 stelle (con 195 voti) è Davide Russo, già candidato sindaco, ma poi nominato vice sindaco nel Comune di Guidonia (Roma). Durante lo scorso Consiglio comunale il segretario generale Giuseppe Bartorilla ha spiegato: «L’ordinamento giuridico non permette ai consiglieri di svolgere il ruolo di assessore o consigliere in altri Comuni. In questa sede si sta sollevando la questione di incompatibilità, di conseguenza bisogna assegnare 10 giorni per permettere al surrogante di presentare osservazioni. Poi il Consiglio si riunirà per deliberare l’eventuale sussistenza dalla incompatibilità e chiederà al surrogante di eliminarla, scegliendo quale delle 2 cariche vorrà mantenere. In base alla decisione il Consiglio dovrà deliberare se completare la surroga o dichiarare Russo decaduto». (Fonte La Sicilia del 17 aprile 2019)



27 Marzo 2019

Santuario Maria SS. Annunziata

Il restauro dell’Annunciazione

Previsti interventi di pulizia e ripristino per il gruppo marmoreo del Gagini e l’arco del 1500

La Festa dell’Annunziata, è stata quest’anno l’occasione per presentare ai brontesi il progetto di restauro del gruppo marmoreo dell’Annunciazione del Gagini e dell’arco rinascimentale che lo contiene. Nel corso di un convegno tenuto sabato 23 marzo nella navata della Chiesa dell'Annunziata, davanti alle due opere d’arte e a un pubblico numeroso e attento, il progetto è stato illustrato con gli interventi di mons. Adolfo Longhitano che ha parlato su “Il gruppo marmoreo dell'Annunziata di Bronte”, dell’arch. Gigi Longhitano (“Genesi di un’identità brontese”) e della restauratrice Maria Scalisi (“Il prossimo restauro”). Il gruppo marmoreo (le due statue della Madonna e dell’Angelo e l’inginocchiatoio) fu acquistato dal popolo brontese il 21 gennaio 1540 con un atto pubblico stipulato fra il brontese Nicola Spedalieri e lo scultore Antonino Gagini che... (leggi tutto)



13 Novembre 2018

IL CASO OSPIZIO DEI VECCHI

Ancora un impedimento procedurale con rinvio a Settembre 2019

Rinvio bis del processo sull'Ospizio dei vecchi

I presunti maltrattamenti avvenuti all'istituto San Vincenzo de' Paoli

Un impedimento procedurale per la seconda volta ha fatto rinviare al 16 settembre 2019 la prima udienza del processo, presso la seconda sezione monocratica del Tribunale per maltrattamenti e abbandono di incapace istruito nei confronti del sacerdote Don Luigi Minio, 87 anni, presidente della fondazione Istituto San Vincenzo dei Paoli - Padre Marcantonio, noto come Ospizio dei vecchi di Bronte e di 4 dipendenti.

«La struttura, che ospita anziani, è un ente ecclesiastico. Agli atti dell'inchiesta della procura avviata dopo alcuni esposti e resa nota nel settembre 2017, sono confluite indagini dei Carabinieri della compagnia di Randazzo e del Nas. Le parti offese nel procedimento sono 62. Imputati con padre Minio anche Vincenzo Greco, di 37 anni, Vincenzo Lembo, di 38, Renato Minio, di 43, Rita Riolo, di 49. I cinque imputati sono accusati dalla Procura «di aver reso la vita degli anziani ospiti particolarmente penosa e dolorosa aggredendoli verbalmente con ingiurie e minacce, non assicurando loro adeguati sufficienti pasti». Due degli indagati avrebbero anche «costretto dei disabili a consumare i pasti in una stanzetta ripostiglio» e usando nei confronti di quattro ospiti «violenza fisica consistita in spintoni e schiaffi e pugni». La Procura contesta anche «condizioni minime di assistenza agli anziani, condizioni igieniche insufficienti, e personale qualificato per l’assistenza, come la presenza di un solo operatore per 61 ospiti la notte». Al sacerdote è contestata anche «l'omessa comunicazione all'autorità di Ps dall'ingresso nella struttura delle generalità complete delle persone alloggiate».

La prossima udienza fissata è stata fissata fra 10 mesi. [Fonte Giornale di Sicilia del 13.11.2018] 


       bronteinsieme@gmail.com

Home Page
Powered by Associazione Bronte Insieme Onlus - Riproduzione riservata anche parziale / Il sito è ottimizzato per una risoluzione video di 1024 x 768 pixel (o superiore)

Bronte Insieme: dal 2002 oltre 3 milioni i visitatori con 9 milioni di pagine visitate