Home Page

Notizie, eventi socio-culturali e non

OTTOBRE / DICEMBRE 2018

Ti trovi in: Home-> News da Bronte

News dei mesi precedenti

 

30 Ottobre 2018

POLO SPORTIVO DI VIA DALMAZIA

Aggiudicati i lavori di riqualificazione

Riguarderanno campo di calcio, Palazzetto e campi da tennis

Il Comune aggiudica i lavori di riquali­ficazione del Polo sportivo di via Dalmazia. A realiz­zarli sarà un’im­presa del catanese, che ha effet­tuato un ribasso del 40% su lavori che la Regione, nel settembre del 2016, ha finanziato con circa un milione e mezzo di euro. Anche in questo caso, come per la Chiesa del Rosario, netta la diffe­renza di velocità fra la burocrazia regionale e quella comunale.

Un anno e 10 mesi di tempo fra il finanziamento e la firma del decreto da parte dell’Assessorato regionale, appena 4 mesi per pubblicare il bando ed aggiudicare i lavori da parte del Comune. Previsti anche i tempi di consegna, già fissati per novembre.

Ad essere soddisfatto non è solo il sindaco: “In questo impianto praticano calcio circa 360 giovani – afferma Toni Arcoria, presidente del Ciclope Bronte che milita nel Campionato di Promozione – Aspettavamo questo impianto da tanto tempo. Era un sacrilegio avere uno degli impianti più belli del territorio e poi, non solo non avere i servizi necessari, ma giocare le partite a porte chiuse per inagibilità delle tribune. Adesso spero che questo serva per avvicinare al calcio altre persone per permetterci, perché no, di raggiungere traguardi ancora più ambiti”.

Ma vediamo i lavori da realizzare. Verranno realizzate nuove aree da adibire a parcheggio, gli impianti di illuminazione, una via di fuga di protezione civile su via Marziano e soprattutto saranno abbattute le barriere architettoniche.

Alcune strutture saranno abbattute per ricostruire alcuni servizi, come gli spogliatori, secondo le moderne esigenze. La tribuna centrale del campo di calcio dovrà essere ristrutturata e messa in sicurezza.  Inoltre si provvederà alla riqualificazione di tutti gli impianti, elettrico, idrico e di riscaldamento.

Tutti gli infissi saranno sostituiti guardando anche al risparmio energetico. Anche i servizi igienici verranno rifatti e previsti sia per la parte della tribuna riservata ai tifosi locali sia per quella degli ospiti con gli impianti igienici degli spogliatoi distinti fra atleti locali, ospiti e arbitri.

I lavori riguarderanno non solo il campo di calcio, ma anche il Palazzetto dello sport ed i campi da tennis nei cui pressi verrà realizzato un punto ristoro per i tifosi. Capitolo particolare sarà riservata alla sicurezza ed al rispetto dello norme antincendio.

“Un progetto completo. – afferma il sindaco Calanna – Vedere la sera i ragazzi allenarsi con solo 2 fari accesi era per me motivo di grande rabbia. Adesso sistemeremo tutto”.

Graziano Calanna, sindaco di Bronte31 Ottobre 2018

Calanna: “Gare d'appalto, ribassi troppo eccessivi”

I lavori della Chiesa del Rosario sono stati aggiudicati con un ribasso del 33%, quelli del Polo sportivo addirittura con il 40%.

Troppo a giudizio del sindaco Calanna che in un comunicato afferma: “Delle due, l’una: o i preziari nazionale e regionale sono esagerati, oppure il ribasso è eccessivo. A noi interessa solo una cosa, che in entrambe le 2 opere pubbliche i lavori vengano realizzati presto, nel migliore dei modi e senza sorprese o intoppi. Il direttore dei lavori dovrà essere da garante per il Comune”.

Il problema ovviamente non riguarda solo Bronte, ma l’intero Paese, dove il dilagante fenomeno dei ribassi eccessivi nelle gare d’appalto di lavori pubblici, aggiudicate con il sistema del così detto “prezzo più basso”, infatti, sta creando notevoli danni all’economia nazionale e alle stesse imprese che operano sul mercato.

La crisi economica e il calo degli appalti ha scatenato, infatti, una vera e propria “guerra” tra poveri, in cui sono sempre più numerose le imprese che, pur di lavorare e rimanere sul mercato, offrono ribassi elevatissimi alle pubbliche amministrazioni. Fino ad oggi questo, molto spesso, non ha fatto altro che alimentare i contenziosi, provocare ritardi ed in alcuni casi la realizzazione opere di scarsa qualità o addirittura di non completarle affatto, perché nel frattempo si è falliti. “Cosa che non dovrà accadere a Bronte. – ha concluso il sindaco – Noi faremo tutto quanto è nelle nostre possibilità. Vigileremo con molta attenzione, ma la legge però dovrà aiutarci”.

 



28 ottobre 2018

Calanna: «Questa chiesa dovrà presto tornare ai fedeli»

Chiesa del Rosario, al via la ristrutturazione

Consegna dei lavori a dicembre

E’ da circa 10 anni che i brontesi attendevano questa notizia. La commissione di gara chiamata ad esaminare tutte le offerte pervenute, ha emesso il suo verdetto: ad aggiudicarsi i lavori per la ristrutturazione della centralissima Chiesa del Rosario (a destra in un disegno del 1867) è stato una ditta del catanese che, su un finanziamento complessivo di 800 mila euro, di cui 500 mila destinati esclusivamente ai lavori, ha effettuato un ribasso del 33%.

Un passaggio burocratico fondamentale che permetterà all’Amministrazione comunale di consegnare i lavori prima di Natale. Per questo il sindaco Calanna non nasconde la sua soddisfazione. “Soddisfazione – afferma in un comunicato - perché questo era un punto fondamentale del programma elettorale presentato agli elettori e perché la gente, dopo il finanziamento ben 2 anni fa, era in trepidante attesa. In effetti noi in Comune siamo stati velocissimi, ma abbiamo dovuto prima aspettare e poi assecondare una burocrazia che purtroppo a Palermo è spesso farraginosa. Pensate che dopo il finanziamento, avvenuto nel giugno del 2016, ci son voluti più di 2 anni prima che l’Assessorato emettesse il decreto. Poi però, appena le carte sono arrivate in Comune possiamo dire che abbiamo corso. In appena 3 mesi, infatti, abbiamo pubblicato il bando, atteso i tempi per i ricorsi ed aggiudicato i lavori. Adesso bisogna attendere i tempi di pubblicazione e poi a dicembre potremmo consegnare i lavori alla ditta aggiudicatrice”.

Sono più di 10 anni che i fedeli non entrano in questa Chiesa. Non lo fanno da quando la Protezione civile, a causa di uno strano avvallamento del pavimento, ha interdetto il luogo al culto. Per questo i lavori prevedono di irrobustire le strutture portanti, rendendo stabili pilasti, pavimenti e cupola. Nel dettaglio la volta a cupola sarà rinforzata con una rete in fibra di carbonio, posta anche nelle pareti perimetrali. Il sottofondo della pavimentazione sarà adeguato e reso funzionale dell’aerazione. Anche l’impianto elettrico sarà adeguato e le barriere architettoniche abbattute.

La Chiesa poi sarà resa sicuramente più sicura anche dal punto di vista sismico, con l’indice di vulnerabilità che verrà abbassato del 30% rispetto allo stato attuale. Da precisare che questi lavori non interessano i fregi, i rosoni e le decorazioni, che in questa Chiesa sono di particolare pregio. Oggi si interviene solo dal punto di vista statico.



7 ottobre 2018

OLTRE 150 MILA VISITATORI ALL'EXPO DEL PISTACCHIO 2018

Conclusa la XXIX Sagra

Anche quest’anno al ritmo del flik flok della fanfara dei Bersaglieri il sindaco Graziano Calanna, insieme con tantissimi ospiti ed autorità, ha tagliato la grande torta al pistacchio realizzata dagli abilissimi pasticceri dell’associazione regionale Conpait e dal pasticcere brontese Roberto Luca.

Poi la torta è stata distribuita ai turisti, dopo che il sindaco e l’assessore Giuseppe Di Mulo, che ha organizzato questa XXIX Sagra, hanno consegnato le targhe di ringraziamento agli sponsor ed a tutti coloro che hanno contribuito alla riuscita della manifestazione. Fra i premiati anche l’ing. Salvatore Caudullo, capo dell’ufficio tecnico del Comune, ma soprattutto Patrizia Orefice e Nino Minio, ovvero l’anima di un evento che quest’anno ha superato ogni record.

Secondo le prime stime, infatti, rispetto allo scorso anno le presenze sono sicuramente aumentate, con l’intero evento che ha superato i 150 mila visitatori. Negli stand, poi, è stato venduto di tutto. A ruba gelati, croccantini, crepes, torrone e torroncini al pistacchio, oltre a pacchi di pasta, vasetti di crema e pesto all’Oro verde. Ed alla cerimonia finale il sindaco ha avuto l’onore di ricevere numerosi ospiti.

Presenti l’europarlamentare Michela Giuffrida, gli onorevoli Anthony Barbagallo, Alfio Papale e Giuseppe Zitelli, tutti pronti a complimentarsi con l’organizzazione e soprattutto a celebrare l’Oro verde dop, ritenuto a ragione il fiore all’occhiello del paniere dei prodotti tipici siciliani perché realmente riconosciuto come il più buono al mondo. Con loro i sindaci di Maletto, Pippo De Luca, e di Troina, Sebastiano Venezia. Presenti anche la Giunta municipale, il presidente del Consiglio comunale, Nino Galati con numerosi consiglieri comunali e le Forze dell’Ordine.

“Ringrazio tutti gli sponsor, – ha affermato l’assessore Giuseppe Di Mulo – le Forze dell’Ordine e tutti coloro che hanno contribuito. Grazie anche alla Ferrovia Circumetnea per l’ottimo servizio di trasporto fornito, all’Anas che ha garantito scorrevolezza alla viabilità ed alla Pro Loco di Bronte per la promozione del turismo nella nostra città. Grazie a dipendenti del Comune, alla Croce Rossa, alla Misericordia ed all’associazione Gaia e grazie ai cioccolatieri di Perugia e Modica che quest’anno hanno arricchito e caratterizzato il nostro Expo del pistacchio”.

“Ancora una volta l’Expo ed il pistacchio hanno vinto la loro sfida – ha concluso il sindaco prima di tagliare la grande torta al pistacchio - La festa è stata all’altezza della bontà del pistacchio con spettacoli e concerti d’eccezione. Per un sindaco che guarda allo sviluppo economico, turistico e sociale della propria cittadina vedere i turisti contenti di essere venuti è una soddisfazione non indifferente”.

News dei mesi precedenti

Home PagePowered by Associazione Bronte Insieme Onlus
RICERCA IN BRONTEINSIEME.IT