Home

Manifestazioni ed Eventi

Sagra del Pistacchio 2007

Ti trovi in:  Home-> News-> Sagra Pistacchio-> XVIII Sagra Pistacchio (2007)

Le Sagre precedenti: 2006, 2005, 2004, 2003, 2002 - Manifestazioni estive 2007 - Il Pistacchio di Bronte


XVIII Sagra del Pistacchio (2007)

29 Settembre - 7 Ottobre 2007


7 Ottobre2007

AFFLUENZA ED INCASSI DA RECORD ED UNA TORTA DI 170 CHILI

Si è conclusa la XVIII Sagra

L'assessore regionale all'agricoltura La Via: «Il verde pistacchio di Bronte tra poco otterrà la Dop»

L'assessore La Via ed il senatore tagliano la tortaAccompagnati da un deciso rullo di tamburi degli sbandieratori dei 4 rioni di Motta Sant’Anastasia, il sindaco di Bronte, sen. Pino Firrarello e l’assessore regionale all’Agricol­tura, Giovanni La Via hanno tagliato la maxitorta di sei piani, realizzata in tre giorni da Ignazio Faranda e Antonio Melari, abili pasticceri della Caffetteria Luca di Bronte, che hanno utilizzato ben 96 chili di verde pistacchio per una torta di 170 chilogrammi.

Dopo il taglio, la torta è stata offerta ai tanti visitatori giunti anche dalla Calabria per rendere omaggio al Re pistacchio e ad una sagra che ha superato ogni più rosea previsione.

Di certo le 300 mila presenze della scorsa edizione quest’anno nell’arco di tutti i 9 giorni di festa sono stati superati, con incassi record da parte degli oltre 100 espositori pronti a vendere di tutto, purché, ovviamente al pistacchio.

“Una bellissima manifestazione – ha affermato il sindaco – che conclude l’altra sagra, quella della raccolta del pistacchio. A fine agosto, infatti, il paese si svuota e tutti si trasferiscono in campagna per poi raccogliere il pistacchio. Ringrazio i brontesi e gli ospiti. – conclude - Bronte ha dato il meglio possibile e tutto si è svolto in grande serenità”.

Alla cerimonia conclusiva numerosi gli ospiti: i sindaci di Motta Sant’Anastasia, Antonino Santagati e di Maletto, Pippo De Luca.
Con loro, oltre all’assessore La Via, il presidente dell’assemblea dell’Associazione dei comuni Aldo Catania, gli assessori, numerosi consiglieri comunali e l’europarlamentare Giuseppe Castiglione: “Una sagra – dice quest’ultimo – che ha battuto il record di presenze, con la gente che ha dimostrato di voler vedere la nostra città ed il nostro ambiente.

Qui del resto si sta approfondendo il concetto dello sviluppo rurale, oggi al centro delle politiche comunitarie che chiedono qualità dell’ambiente e valorizzazione delle tipicità. Ed il pistacchio è il frutto che caratterizza Bronte ed il suo territorio”.

Dello stesso avviso anche l’assessore La Via: “Valorizzando il pistacchio, Bronte valorizza il territorio. In questo modo ci stiamo preparando all’apertura dei mercati, in quanto acquisiamo, attraverso la notorietà dei nostri prodotti, l’apprezzamento dei consumatori e fette di mercato che ci permettono di radicare la vendita del pistacchio di Bronte. Chi avrà avuto, infatti, la possibilità di assaggiare il verde pistacchio di Bronte, che tra poco otterrà la Dop, saprà apprezzarlo e riconoscerlo dagli altri pistacchi che si producono nel mondo”.

In serata gli spettacoli si sono susseguiti, con la gente che ha gremito le piazze e la via Umberto fino a tarda sera, quando gli spettacolari fuochi d’artificio di Vaccalluzzo hanno chiuso i festeggiamenti.

I brontesi, in attesa della prossima Sagra che ritornando all'antico molto probabilmente si svolgerà solo per quattro giorni, possono ora riprendere la tranquilla e vivibile vita di sempre.


6 Ottobre2007
ROBERTA PROIETTO BILLORELLO E ANGELA VECCHIO: ELETTE EX AEQUO «MISS ETNA».
A SILVIA LONGHITANO LA FASCIA DI «MISS FOTOGENIA»

Ultimi giorni per la Sagra di «Re Pistacchio»

Firrarello, Roberta Proietto, il presentatore Diego Caltabiano e Angela VecchioPremiata con una Targa la nostra Associazione - Domani la grande torta lunga 40 metri

Sono due le più belle della finale provinciale di Miss Etna, il concorso di bellezza inserito fra le manifestazioni della Sagra del pistacchio 2007.

Sono la ventenne di Randazzo Roberta Proietto Billorello e Angela Vecchio di Fiumefreddo di 16 anni, entrambe bellis­sime e giunte prime ex aequo. Alla bella Silvia Longhitano di 15 anni di Bronte, invece, è andata la fascia di «Miss Fotogenia».

Come in ogni concorso il difficile compito di scegliere è toccato alla giuria presieduta dal presidente del Consiglio comunale Gino Prestianni che ha deciso dopo le numerose sfilate delle miss all’interno di un ricco spettacolo condotto in maniera brillante da un Diego Caltabiano che, assistito dalle splendide Antonella Destro e Roberta D’Aquino, è stato il vero mattatore della serata, districandosi in maniera spiritosa e convincente fra i vari momenti dello spettacolo.
Si sono esibiti il giovane “Rino” cantautore brontese che vive a Lugano, ci sono stati momenti di danza, ballo e moda (con la stilista Laura Gagliano di Valverde), con le miss accolte da Santo Mazzullo di Catania già eletto "il più bello di Sicilia".

C’è stato spazio anche per le premiazioni dei concorsi che hanno caratterizzato la sagra, ovvero la vetrina e le luci più belle, il miglior stand, il dolce più buono, il gelato più buono, la strada del pistacchio e la cucina itinerante.

La consegna della targa all'Associazione Bronte InsiemeA premiare le ragazze sono stati il senatore Firrarello, insieme all’assessore Melo Salvia ed al vice sindaco Nunzio Calanna, ma alcune delle varie fasce che la "Profili Management" ha previsto per le ragazze sono state consegnate da Nino Liuzzo e Sam Di Bella che con Franco Cimbali rappresentavano l’Associazione “Bronte Insieme”, che nell'occasione della Sagra l'amministrazione comunale ha voluto ringraziare e premiare con una targa «per la costante attività di promozione culturale della Città di Bronte" (nella foto a sinistra un momento della premia­zione con Nino Liuzzo, Sam Di Bella ed il sindaco Sen. Firrarello).

Domani la festa di «Re Pistacchio» chiude i battenti. Il programma prevede numerose iniziative: alle 9 e 30 al Collegio Capizzi il forum "Il futuro dell'escursionismo sull'Etna", alle 10 l'apertura degli stands, con la banda musicale e gli artisti di strada in corso Umberto, alle 11 l’attesa sfilata dei carretti siciliani in Corso Umberto.

La festa ricomincia alle 17 con la premiazione dell’estemporanea di pittura presso la Chiesa San Giovanni e gli sbandieratori ed i musici di Motta Sant'Anastasia che si esibiranno in piazza Castiglione.

Alle 18, sempre in piazza Castiglione, la degustazione della grande torta. Il senatore Firrarello e l’assessore regionale all’agricoltura Giovanni La Via, taglieranno la prima fetta della torta al pistacchio lunga ben 40 metri. Realizzata dai pasticceri di Bronte, sarà poi divisa fra i visitatori. Alla fine dopo gli spettacoli serali a chiudere la sagra saranno i fuochi d’artificio.

Un plauso va al servizio d’ordine, dall’inizio della Sagra imponente ed impeccabile. Presso il Comando di polizia municipale ed alle direttive del comandante, maggiore Tirendi, si è costituto il Coc, composto dalla Polizia municipale, dai Rangers e dalla Misericordia.
Il servizio comunale ed il Dipartimento regionale della Protezione civile, inoltre, hanno redatto un piano di assistenza alla popolazione.


6 Ottobre2007

I pasticceri premiati

ALLA «CAFFETTERIA LUCA» IL CONCORSO PER IL «MIGLIOR GELATO». A PASTICCERIE DI CATANIA E PATERNO' GLI ALTRI PRIMI PREMI

Organizzato dal presidente della Confcommercio di Bronte, Elio D’Acquino, il concorso si è svolto al Castello Nelson con i lavori valutati da rinomati maestri nel campo della pasticceria.

A giudicare le torte e le monoporzioni sono stati i maestri Salvatore Caggegi, Rosario Pappalardo e Salvatore Cappello, con le classifiche che hanno visto per le torte premiare la Pasticceria 40 di Catania, giunta davanti al Caffè Europa di Catania ed al Bar sport Saitta di Bronte, mentre per le monoporzioni prima è arrivata la Pasticceria Motta di Paternò, poi il Bar Roma di Bronte e terzi ex aequo la Pasticceria Patti di Catania e la Pasticceria Trovato di San Giovanni La Punta.

Particolarmente combattuto il concorso riservato al gelato più buono giudicato dai maestri Luca Caviezel, Santo Musumeci e dal giornalista specializzato Liborio Triassi.
A vincere è stata la Caffetteria Luca di Bronte, seguita dalla Pasticceria 40 e dal Caffè Europa, come detto entrambe di Catania.

I concorrenti sono stati premiati alla presenza dall’assessore Maria De Luca che ha avuto parole di elogio per organizzatori, partecipanti e giudici.



30 Settembre 2007

DOMANI "INSIEME" CON L'INNO DI BRONTE

Folla straripante nella prima domenica della Sagra

Primo bagno di folla ieri fra gli stand della Sagra del pistacchio. Numerosi turisti fino a notte fonda hanno affollato Bronte, acquistando tutto quello che gli abili pasticceri e ristoratori sono in grado di realizzare con il Re pistacchio.

I turisti hanno mostrato di apprezzare particolarmente anche gli spettacoli a corollario della sagra. Dopo lo spettacolo musicale di sabato sera “I picciotti di Vasco" in piazza Cimbali, ieri per l’intera giornata, dopo l’apertura della banda musicale, residenti e turisti hanno assistito al concorso “Art-Horse & Nature” disegni sul tema “Non scherzate col fuoco”  a cura delle, alla sfilata dei carretti siciliani e del gruppo i “I Siciliani” ad animare le “viuzze” della Sagra.

Apprezzato lo spettacolo “Il rito incantatore della strega” e l’opera dei pupi. Il momento più intenso si è vissuto la sera con lo spettacolo musicale “I violinisti in Jeans” e quello del maestro Vincenzo Spampinato in “Utopia del triangolo”.
Grandi spettacoli anche domani.

Alle 17 riaprono gli stand, alle 18 al palazzetto dello sport si svolgerà un quadrangolare di calcetto, mentre per le vie della sagra si esibirà il Gruppo “I Trinacria”. Poi la sera lo spettacolo di “Insieme” con Salvo La Rosa, Litterio e Bobby Solo in piazza Castiglione, durante il quale verrà presentato l’inno della Città di Bronte “U’ Diamanti Virdi” di Gianni Belfiore interpretato da Agostino Penna.

29 Settembre 2007


Inaugurata la Sagra

Il programma della Sagra 2007
Un premio alla nostra Associazione
Il Miglior gelato e la Torta più buona
Il pistacchio, benessere e bellezza
«U diamanti virdi», l'inno al pistacchio
La folla della prima domenica
il concorso di pittura
Lo spettacolo di Spampinato
Si prepara la festa
Mappa, settori, parcheggi...


il videoclip della Sagra 2007
LA FESTA DEL PISTACCHIO

VIDEOCLIP DI ALTRI ANNI

2009/La festa - 2008/'U diamanti virdi
2006/Dalla raccolta alla Sagra - 2005/Pistacchi ed altro

Foto Bronte Insieme - realizzazione Claudio Cannata

 

Pistacchio, gemma in fase di apertura Pistacchio, fioritura del maschioPistacchio di Bronte (Agosto-Settembre anni dispari)
Pistacchio di Bronte, la raccoltaPistacchio di Bronte, la smallatura
Il verde-smeraldo del pistacchio di BronteIl pistacchio è pronto per essere insaccato
La filletta al pistacchioLe crepes di pistacchioIl gelato di pistacchio
Negli stand della Sagra del pistacchioNegli stand della Sagra del pistacchio


Le strade di Bronte




Pistacchio di Bronte, ne parla la stampa:

Vie del gustoGardenia,  Cote Sud
I bucatini di...WwdScoop
Famiglia Cristiana, Tuttifrutti, la Rai

Dal 29 settembre al 7 ottobre la tradizionale sagra dedicata al­l'«oro verde» del comune etneo. Gra­nite, gelati, dolci, ma anche primi e secondi piatti tra le specialità tipiche locali

I sapori del pistacchio in vetrina a Bronte

Specialità “verdi”. Saranno due settimane dedicate all'oro verde di Bronte quelle che, dal 29 settembre al 7 ottobre, il comune etneo dedicherà al pistac­chio, il suo “gioiello” gastronomico.

La sagra del pistacchio è un evento gastronomico da non perde­re: durante la manifestazione vengono infatti allestiti degli stand gastronomici in cui è pos­sibile assaggiare i frutti al natu­rale, insieme a una grande varietà di prodotti “derivati”.

Delle vere e proprie squisitezze, a cui è difficile resistere: dai pasticcini ai torroni alle mousse, dai gelati alle granite, dalle fillette (delle specie di savoiardi) alla “nutella verde” che qui si sono inventati con successo, ma anche primi e secondi piatti, arancini e salsiccia.

E quest'anno (anno di raccolta) sembra anche essere una buona annata per questo frutto e per tutto l'indotto che vi ruota attorno.

Molti brontesi sono ancora in campagna per raccogliere un pistacchio che sembra essere di ottima qualità, mentre il comu­ne etneo è pronto ad ospitare la tradizionale Sagra.

Manifestazione che quest'anno ospiterà anche importanti momenti di spettacolo, come i concerti di Simone Cristicchi e Paolo Meneguzzi il 2 ottobre e gli Stadio il 4.

«Abbiamo fatto il possibile - dicono il sindaco Pino Firrarello e l'assessore Melo Salvia - per dare alla Sagra l'aspetto della grande manifestazione.
I prodotti al pistacchio ormai sanno tutti che sono buonissimi ed il programma della sua Sagra quest'anno è ricchissimo grazie, lo sottolineiamo - concludono - a circa 95% di finanziamenti esterni e solo una piccola parte di fondi comunali».

Sarà anche una Sagra che coinvolgerà i brontesi e gli artisti. La Fidapa organizza il settimo concorso di pittura estemporanea dal titolo “Le vie del pistacchio: schizzi, colori, angoli e scorci bron­tesi”.

Potranno partecipare tutti gli artisti che si presente­ranno entro il 6 ottobre presso la chiesa di San Gio­vanni. Si gareggerà per vincere i concorsi “la vetrina e le luci più belle”, “il miglior stand”, “il dolce ed il gelato più buono”, ed il concorso di fotografia “la strada del pistacchio” tutti organizzati dalla Confcommercio e si potrà visitare una mostra permanente di presepi. Ci sarà spazio anche per tornei di scacchi, di calcio giovanile, di tennis e di calcetto. [Maria Enza Giannetto]

[Da VivereSette, all. a La Sicilia del 27 Settembre 2007]

Sagra 2007: il taglio del nastroSagra 2007: bersaglieri nel corso UmbertoSono più di 100 gli standisti che arricchiscono la Sagra del pistacchio edizione 2007 inaugurata oggi dal sindaco senatore Pino Firrarello, assieme al presidente del Consiglio comunale Gino Prestianni, al baby sindaco Carlo Castiglione ed a buona parte della Giunta e del Consiglio comunale.

Numerose anche le autorità presenti. Fra gli altri, l’euro parlamentare Giuseppe Castiglione, i deputati regionali Nino D’Asero e Pippo Limoli, il presidente del Consiglio provinciale Pippo Pagano e gli assessori di Palazzo Minoriti Gioacchino Ferito e Salvo Torrisi.
Con loro anche numerosi amministratori dei Comuni vicini ed il dott. Placido Caponnetto dell’assessorato regionale all’Agricoltura. A rendere festosa l’atmosfera la banda musicale, gli sbandieratori e la fanfara dei bersaglieri che, ovviamente con passo svelto, ha percorso suonando la via Umberto.

Numerosi i visitatori di questo primo scorcio di Sagra che hanno affollato gli stand e le stradine di Bronte, sconvol­gendo anche il quieto vivere al quale sono abituati i brontesi.

27 Settembre 2007

Inizia la festa di «Re Pistacchio»

Crepes con gelato al pistacchio di Bronte: un successo!Tutto è pronto per la Sagra più bella di sempre. Venerdì la conferenza stampa in Comune alle ore 16 e 30. Sabato alle ore 18, nel viale Catania dove iniziano gli stand, il taglio del nastro inaugurale da parte del sindaco, sen. Pino Firrarello, che ha coinvolto aziende brontesi ed enti provinciali e regionali per realizzare il palinsesto delle manifestazioni.
Intanto sabato sera si comincia con la Banda musicale e gli sbandieratori e musici Leoni Reali di Camporotondo Etneo che, dopo l’inaugurazione, renderanno festoso tutto il corso Umberto. Da quel momento residenti e visitatori potranno assaggiare ed acquistare le prelibatezze al pistacchio ed assistere alle danze folcloristiche della nostra Sicilia e alla sfilata della Fanfara dei Bersaglieri di Trapani.
Alla fine della ricca serata in piazza Enrico Cimbali si potrà assistere allo spettacolo “I Picciotti di Vasco”.
Uno spettacolo di grandissima qualità come del resto il pistacchio che in questi giorni i brontesi nei “lochi” stanno ancora raccogliendo.
L’annata è stata proprio buona, confermando che quello “verde” di Bronte, per gusto e caratteristiche organolettiche, è certamente il pistacchio più buono al mondo.


20 Settembre 2007

Si prepara la XVIII Sagra dell'«oro di Bronte»

Fervono i preparativi degli espositori per la XVIII Sagra del Pistacchio che quest'anno si svolgerà da Sabato 29 Settembre a Domenica 7 Ottobre. Come per l'edizione 2006 anche quest'anno saranno otto i giorni disponibili per gustare le prelibatezze preparate dai pasticcieri e dai cuochi brontesi quando Bronte si trasformerà in una ricca pasticceria specializzata in prodotti al pistacchio.

I più golosi (e non solo) hanno già certamente prenotato una gita fino alla laboriosa cittadina, la più dolce dell'Etna, che dalle 18,00 di sabato 30 Settembre aprirà ai turisti le porte della sua 18a Sagra.

L'ultima Sagra (la XVII, quella del 2006) ha visto arrivare a Bronte oltre 300 mila persone che nell'ultima settimana hanno affollato gli stands e gustato ed acquistato tutto quello che era esposto, con un bilancio che ha superato ogni più rosea previsione. Allora la giornata più bella fu certamente la manifestazione "La scuola scende in piazza" con gli 8000 bambini arrivati da 20 comuni con 220 pullman. La manifestazione si ripete anche quest'anno, il 3 ottobre. Una sorpresa gradita fu anche la visita del presidente della Regione, Totò Cuffaro che nell'occasione volle tagliare i nove metri di torta realizzata da 15 pasticceri brontesi.

Quest'anno, anno dispari, è l'anno della raccolta e si assaggerà quindi un prodotto fresco, appena «sfornato». L'annata sembra buona ed il frutto, come al solito, eccellente ma è prematuro per ora parlare di prezzo. Quello corrente, del pistacchio prodotto due anni fa (ma della produzione 2007 non è rimasto quasi nulla), è all'incirca sui nove/dieci euro al chilo, un livello accettabile per i numerosi piccoli produttori che guardano al futuro con un pò più d'ottimismo.

Ancora buio pesto, invece, sul fronte della Dichiarazione di origine protetta, che resta ancora purtroppo al palo della "protezione transitoria" accordata a marzo 2004 in attesa di spiccare il volo verso quella definitiva (ma quando?). L'attribuzione del marchio DOP e dei poteri di verifica del Consorzio, oltre ad indubbi  benefici sul piano commerciale sono, infatti, l'arma  principale per combattere la diffusione del "falso" (per intenderci il pistacchio importato dai paesi arabi troppo spesso spacciato per pistacchio di Bronte).

«La strategia di valorizzazione del pistacchio - ha affermato l'assessore regionale all'Agricoltura, Giovanni La Via - passa attraverso la Dop. La Regione ha già approvato il provvedimento, trasferendo tutto al ministero. Ritengo che nei prossimi sei mesi il pistacchio di Bronte possa ottenere questo importante riconoscimento. Inoltre, nella programmazione dei fondi strutturali abbiamo inserito risorse cospicue per la promozione dei prodotti tipici a marchio comunitario, anche se ritengo che il pistacchio di Bronte non abbia più bisogno di promozione, ma di vedere applicati i risultati della sperimentazione per aumentarne la quantità e la frequenza di produzione».

Come per lo scorso anno anche per la Sagra del 2007 (la XVIII) dovrebbero essere disponibili circa 100 stands; un pò meno rispetto a quelli del 2005 quando i 40 in più crearono non pochi problemi di dislocazione tanto da doverne posizionare alcuni lungo il Corso (restringendo il passaggio dei visitatori) ed anche davanti al prestigioso Real Collegio Capizzi (nascondendolo alla vista).

Per l'affidamento dei servizi di organizzazione della Sagra (stands, illuminazione, segnaletica, gruppi elettrogeni, etc.) e della pubblicità il Comune ha bandito apposite gare d'appalto per mercoledì 12 settembre mentre le ditte interessate a partecipare con l’acquisizione di uno o più stand espositivi dovranno presentare apposita istanza entro il 14 settembre. I bandi e le domande di partecipazione possono scaricarsi dal sito web del Comune.

Gli stands dovrebbero restare aperti con il seguente orario: domenica 30, mercoledì 3, sabato 6 e domenica 7 ottobre dalle ore 10,00 fino alla chiusura serale; gli altri giorni dalle ore 17,00 fino alla chiusura serale.

Anche quest'anno, in occasione della Sagra, l'Amministrazione Comunale organizza i concorsi Miglior Vetrina, Miglior Stand, il Dolce più buono, il Gelato più buono, l'Itinerario gastronomico ed un Concorso fotografico.

Per il periodo della Sagra il sindaco Firrarello ha disposto con apposite ordinanze la chiusura anticipata della Scuola elementare di Piazza Spedalieri e della Scuola Media L. Castiglione e la chiusura di tutti gli istituti per sabato 6 ottobre.
Il programma della manifestazione diramato dall'ente organizzatore, il Comune, è riportato nel riquadro a destra.



La Sagra di Pino Firrarello

«Uno sforzo non indifferente effettuato grazie al 95% di contributi esterni al Comune, per una Sagra degna del pistacchio di Bronte, sempre più giustamente conosciuto ed apprezzato in tutto il mondo. I prodotti al pistacchio ormai sanno tutti che sono buonissimi ed il programma della sua Sagra quest’anno è ricchissimo».


Concorsi, mostre, convegni

Nell’ambito della Sagra si svolgeranno i concorsi “La vetrina e le luci più belle” - “Il miglior stand” - “Il dolce più buono”, concorso provinciale - “Il gelato più buono”, concorso provinciale - “La strada del pistacchio”, concorso fotografico - Concorso di cucina itinerante "Le vie del pistacchio".
Ci sarà anche  un'estemporanea di pittura, sarà possibile visitare una mostra permanente di presepi e la degustazione gratuita della nutella al pistacchio presso gli stand dell'azienda Bacco (Piazza Spedalieri). Lo sport è presente con tornei di scacchi, di calcio giovanile, di tennis, un quadrangolare di calcetto; ma ci sarà anche una Finale provinciale di “Miss Etna” ed uno spettacolo di danza.
Due i convegni organizzati: il 3 ottobre si parlerà su “Il Pistacchio: benessere e bellezza”, il 7, invece al Collegio Capizzi, su “Il futuro dell’escursionismo sull’Etna”.


Manifestazioni e spettacoli

Il centro storico e le stradine di Bronte saranno piacevolmente invase da sbandieratori, artisti di strada e dalla Fanfara dei Bersaglieri. Ogni sera spettacoli musicali e tanti concerti. Fra tutti spiccano quello di domenica 30 settembre “Utopia del triangolo” di Spampinato e l'altro di Insieme del 31 con Salvo La Rosa, Litterio e Bobby Solo. Si esibiranno anche Simone Cristicchi, Paolo Meneguzzi, e “Gli Stadio”. Attesa anche la torta finale di domenica 7 ottobre.

Il convegno del 3 Ottobre

IL PISTACCHIO BENESSERE E BELLEZZA

Riflettori puntati sull’«oro verde»

Si è parlato degli aspetti salutistici e cosmetologici del pistacchio di Bronte nel pomeriggio di mercoledì al convegno in programma al teatro della capitale europea del cosiddetto «oro verde», protagonista assoluto, fino al 7 ottobre, della 18a Sagra.

L'iniziativa è stata promossa nell'ambito del program­ma varato per l'appuntamento «I ristoratori del mondo - Vini e grappe di Sicilia» che ha visto, tra Catania e provincia, la presenza di decine di chef, buyers, giornalisti e vitivinicoltori provenienti da ogni parte del mondo.
Il convegno sul pistacchio di Bronte, il re della cucina e della pasticceria richiestissimo per il suo inimitabile sapore, ha permesso di conoscere anche le sue caratteristiche salutistiche e cosmetologiche scoperte grazie alle ricerche scientifiche dell'Università di Catania.
Caratteristiche che sono esaltate dalla circostanza davvero unica che il pistacchio di Bronte - per il quale è in dirittura d'arrivo la Denominazione d'origine protetta - cresce e matura assorbendo i minerali e le energie delle sciare laviche.
I ristoratori internazionali hanno avuto così l'occasione di scoprire un altro degli splendidi sapori della Sicilia dove tradizioni e culture si incontrano nei piatti preparati dai migliori chef isolani.
La scorsa edizione si era svolta a Ragusa. Quest'anno è stata Catania che, dal 2 al 4 ottobre, ha ricevuto gli ospiti.

Il programma della XVIII Sagra

(soggetto a variazioni, inf.: Ufficio Sagra del Comune di Bronte, 0957747213/254/259)

28 settembre, venerdì
Ore 16.30, Palazzo municipale: Conferenza stampa di presentazione della Sagra
29 settembre, sabato

Ore 18.00, Viale Catania, all'ingresso del percorso degli stand: Inaugurazione della Sagra e saluti istituzionali - Banda musicale - Sbandieratori e musici Leoni Reali di Camporotondo Etneo (nel Corso Umberto) - Apertura stands
Ore 19.00: Folklore di Sicilia nelle “Viuzze” della Sagra - Sfilata Fanfara dei Bersaglieri Sez. di Trapani (nel corso Umberto)
Ore 21.00, Piazza E. Cimbali: Spettacolo musicale “I Picciotti di Vasco”
30 Settembre, domenica

Ore 10.00: Apertura stands - Banda musicale - Concorso “Art-Horse & Nature” disegni sul tema “Non scherzate col fuoco” a cura delle Giacche Verdi Sicilia
Ore 11.00, Corso Umberto: Sfilata di carretti siciliani
Ore 18.00: Gruppo “I Siciliani” nelle “Viuzze” della Sagra - Spettacolo “Il rito incantatore della strega” (nel Corso Umberto)
Ore 19.00, Piazza E. Cimbali: “L’opera dei pupi” della famiglia Gargano
Ore 20.00, Viale Catania: Spettacolo musicale “I violinisti in Jeans”
Ore 21.00, Piazza Castiglione: Spettacolo del maestro Vincenzo Spampinato in Utopia del triangolo
1 Ottobre, lunedì
Ore 17.00: Apertura stands - Banda musicale
Ore 18.00, Palazzetto dello Sport: Quadrangolare di Calcetto - Gruppo “I Trinacria” nelle “Viuzze” della Sagra
Ore 21.00, Piazza Castiglione: Insieme con Salvo La Rosa, Litterio e Bobby Solo
Durante lo spettacolo: Presentazione Inno della Città di Bronte “U’ Diamanti Virdi” di Gianni Belfiore interpretato da Agostino Penna - Omaggio all’Associazione Tonnieri Attività Marinare - Borgo Ognina di Catania
2 Ottobre, martedì
Ore 17.00: Apertura stands - Banda musicale - Artisti di strada (nel Corso Umberto)
Ore 18.00: Gruppo “I Trinacria” nelle “Viuzze” della Sagra
Ore 21.00, Piazza Castiglione: Simone Cristicchi e Paolo Meneguzzi in concerto
3 Ottobre, mercoledì - “La scuola scende in piazza”
Ore 10.00: Apertura stands - Parata di musicisti, animatori, giocolieri, ritrattisti e statue viventi lungo le strade della Sagra - Trenino dell’allegria -Circo di piazza a cura di Smile Service - Realizzazione murales - Torneo di scacchi (in Piazza Rosario) - Torneo di calcio giovanile “Calciando il pistacchio” (nel campo sportivo comunale)
Ore 11.30: Saluti del sindaco - Premiazione concorso “Art-Horse e Nature - Non scherzate col fuoco” (in Piazza Castiglione)
Ore 16.00, Piazza Castiglione: Pistacchiolandia
Ore 19.00, Teatro Comunale: Convegno sul tema “Il Pistacchio: benessere e bellezza” a cura dell’Assessorato Regionale Agricoltura - “Superfinale” amatoriale di calcetto (nel Palazzetto dello Sport)
Ore 20.00, Piazza E. Cimbali: Concerto musicale: “Generi alimentari Band”
4 Ottobre, giovedì
Ore 16.00, Sala consiliare del Municipio: Concorso: “Il dolce più buono”
Ore 17.00: Apertura stands - Banda musicale e Artisti di strada (nel Corso Umberto)
Ore 18.00: Gruppo “I Trinacria” nelle “Viuzze” della Sagra
Ore 19.00, Palazzetto dello Sport: Torneo di tennis
Ore 21.00, Piazza Castiglione: Stadio in concerto
5 Ottobre, venerdì
Ore 10.00, Sala consiliare del Municipio: Concorso provinciale: “Il gelato più buono”
Ore 17.00: Apertura stands - Banda musicale e Artisti di strada (nel Corso Umberto) - 1° Equiraduno “Bronte città del pistacchio” a cura delle Giacche Verdi Sicilia e l’Azienda Regionale Foreste Demaniali
Ore 18.00: Gruppo “I Trinacria” nelle “Viuzze” della Sagra
Ore 18.00, Piazza Gagini: “Nonni in festa” e il “Trio Los Banderas”
Ore 19.00: Sfilata Auto d’epoca a cura dell’Associazione “Etna Classic Car’s” (nel Corso Umberto)
Ore 21.00, Piazza Castiglione: Finale provinciale di “Miss Etna” - Durante lo spettacolo Premiazioni dei Concorsi: “La vetrina e le luci più belle”, “Il miglior stand”, “Il dolce più buono”, “Il gelato più buono”, “La strada del pistacchio”, “Cucina itinerante”, “Murales” - Targa all’Associazione “Bronte Insieme”
6 Ottobre, sabato
Ore 09.00, Estemporanea di pittura a cura della FIDAPA di Bronte “Le vie del Pistacchio: schizzi, colori, angoli e scorci brontesi”, realizzazione delle opere
Ore 10.00: Apertura stands - Banda musicale e Artisti di strada (nel Corso Umberto)
Ore 18.00: Folklore di Sicilia nelle”Viuzze” della Sagra  - Gruppo musicale “Tinkuy di Bolivia” (nel Corso Umberto)
Ore 20.00, Piazza Castiglione: Spettacolo di danza a cura della A. S. New Energym Cabaret: “Dolci e Gabbati”
Ore 22.00, Piazza E. Cimbali: Spettacolo musicale “Nunzio Scordo e la Bidon Vocal Band”
7 Ottobre, domenica
Ore 9.30, Collegio Capizzi: Forum: “Il futuro dell’escursionismo sull’Etna” patrocinio della Ferrovia Circumet­nea e dalla Funivia dell’Etna s.p.a.. Oltre ai sindaci dei comuni del Parco dell'Etna, interverranno il sen. Firra­rello, l'assessore regionale al turismo Misuraca, il commissario del Parco, Scaffidi Abate, il commissario della Circumetnea, M. Spampinato, il presidente del Distretto turistico Taormina-Etna, M. Bolognari, l'amministra­tore della Funivia dell'Etna, G. Russo, e l'escursionista Angelo Ronsisvalle.
Ore 10.00: Apertura stands - Banda musicale e Artisti di strada (nel Corso Umberto)
Ore 11.00: Sfilata di carretti siciliani (nel Corso Umberto)
Ore 17.00: Sbandieratori e musici di Motta Sant’Anastasia: Maestri – Casa Normanna – Panzera (nel Corso Umberto) - Esibizione finale (in Piazza Castiglione) - Premiazione “Estemporanea di pittura” (nella Chiesa di San Giovanni)
Ore 18.00, Piazza Castiglione: Degustazione torta al Pistacchio a cura IPSSAR G. Falcone di Giarre
Ore 19.00, Corso Umberto: Gruppo musicale “Tinkuy di Bolivia” - Gruppo “I Siciliani” nelle “Viuzze” della Sagra
Ore 20.00, Corso Umberto: Spettacolo “Diamon Show”
Ore 22.30: Fuochi d’artificio e chiusura Sagra.

Organizzata dall'Assessorato regionale all'Agricoltura in collaborazione con l'Orpi, l'Ordine dei ristoratori professionisti italiani, la manifestazione «I ristoratori del mondo - Vini e grappe di Sicilia» prevede degusta­zioni di prodotti tipici dell'Isola, visite guidate lungo i percorsi delle Strade del vino dell'Etna [...]. [Giorgio Petta, La Sicilia 3 Ottobre 2007]

Nel convegno si sono svolti interventi su
 - “Il settore del benessere e della bellezza: potenzialità opportunità dei prodotti naturali mediterranei” (prof. Luciano Privitera, direttore del Consorzio tecnico-scientifico ImpRTC – Ricerche e Tecnologie cosmetologiche, Unipro Milano)
 - “Contributo del pistacchio al mantenimento del benessere” (prof. Antonella Saija, ordinario di Farmacologia – Facoltà di farmacia dell’Università di Messina)
 - “Effetti cosmetologici del pistacchio” (prof. Francesco Bonina, ordinario di tecnologie farmaceutiche e di produzione dei cosmetici, facoltà di farmacia dell’Università di Catania).

Erano presenti l’on. Giovanni La via, assessore regionale agricoltura e foreste e l’on. Giuseppe Castiglione, deputato al Parlamento europeo. A conclusione del convegno una degustazione di prodotti a base di pistacchio, vini liquorosi e grappe con interventi di Camillo Privitera, presidente Ais Sicilia, mr. Thomas Costenoble, responsabile Vinopres di Bruxelles e di Massimo Bigiali, presidente Ordine professionisti ristoratori italiani.


LO SPETTACOLO DI SPAMPINATO

«Utopia del triangolo»

Lo spettacolo è stato promosso dall'assessorato regionale ai Beni culturali. «A grande richiesta - sottolinea l'assessore Lino Leanza - abbiamo voluto riproporre l'opera multimediale di Vincenzo Spampinato, che tanto successo ha riscosso questa estate al Castello di Lombardia di Enna e al Teatro Antico di Tindari.
Abbiamo scelto di rappresentare “Utopia del Triangolo” perché tratteggia della Sicilia un ritratto luminoso, lontano dai retorici luoghi comuni del vittimismo meridionale e dell'arroganza gattopardesca». Incroci artistici di danza, musica e prosa, rievocheranno al pubblico numerosi riferimenti alla ricca mitologia isolana (Proserpina, Cola Pesce, Aci e Galatea), metafore della ricerca della verità e della giustizia. Nel finale un commosso pensiero a Falcone e Borsellino; soprattutto un invito all'impegno, ricordando la frase emblematica: «Questa Terra sarà bellissima!».


L'INNO AL PISTACCHIO

In note e strofe il dramma vissuto dai brontesi nel 1860, la loro laboriosità e passione e la fecondità di una terra all’apparenza arida, ma in grado di offrire un diamante verde come il pistacchio

«U diamanti virdi», nuovo inno di Bronte dedicato al pistacchio

Firrarello: «Riesce in pochi versi a sintetizzare Bronte nel suo ricco passato»

La città di Bronte adesso ha un inno tutto suo. Proprio come una Nazione, o la nostra Sicilia, la Città del pistacchio può vantare una canzone composta nelle note e nei versi descrivendo la sua storia, la sua cultura, le tradizioni e l’economia agricola ovviamente legata al pistacchio.
Si intitola “U diamanti virdi”, ed è una bella canzone dalle melodie accattivanti frutto del genio musicale di Gianni Belfiore, genovese ma siciliano d'adozione che per intenderci è l’autore di moltissime successi di Julio Iglesias, come la gettonatissima “Se mi lasci non vale”.
L’autore, su esplicita richiesta del sindaco Firrarello, ha tradotto in note e strofe il dramma vissuto dai brontesi nel 1860, la laboriosità e la passione dei brontesi e la fecondità di una terra all’apparenza arida, ma in grado di offrire un diamante verde come il pistacchio.
Per la stesura del testo di U diamanti virdi, Belfiore, che si è avvalso della collaborazione di Giovanni Ferla, ha preso spunto da alcune peculiarità brontesi, fra cui il pistacchio (appunto "il diamante verde"):
«Ho pescato nelle tradizioni locali - spiega Belfiore - e ho scoperto tanti episodi curiosi. Per esempio, l'usanza di cospargere di zucchero le figlie femmine affinché si sposassero presto. Quando una ragazza, arrivata a una certa età, non aveva ancora trovato marito, si diceva: “Non ci mìsero u zùccuru".
E nel brano c'è un verso che dice:
“E tu, bedda mafiusa, ciai misu u zùccuru di quannu nascisti, amuri duci comu u diamanti di sta terra”».
E lunedì sera, in piena Sagra, i brontesi hanno avuto la possibilità di ascoltare l'inno per la prima volta durante lo spettacolo di "Insieme", condotto da Salvo La Rosa con la partecipazione di Enrico Guarneri nei panni di Litterio.
A cantare è stato Agostino Penna acclamato dai giovani essendo da qualche anno ospite fisso del programma Uomini e Donne di Maria De Filippi, e noto agli esperti di musica per vie delle collaborazioni fra gli altri con Tullio De Piscopo, Amii Stewart, Marco Masini, Umberto Tozzi e Marco Ferradini.
Insomma un inno bello che è piaciuto ai brontesi, pronti a chiedere il bis da una gremita piazza Castiglione.
“Ascoltando le parole si prova una grande emozione. – ha dichiarato il sindaco Firrarello - Una melodia penetrante e commovente che riesce in pochi versi a sintetizzare Bronte nel suo ricco passato, segnato da 1000 anni di coltivazione di pistacchio. Ringrazio Belfiore che ha dimostrato di amare tantissimo Bronte”.
“L’onore è stato tutto mio. – ha risposto il maestro Belfiore – Ho avuto la possibilità di tornare a descrivere la Sicilia come all’inizio della mia carriera, raccontando una città come Bronte che mi ha fornito una miriade di spunti”.
L'inno è inserito in un cd di Gianni Belfiore dedicato a Rosa Balisteri, Amuri senza amuri.
Una piccola curiosità: nel 1958 un'altra canzone era stata dedicata alla Città del pistacchio (testo di Saverio Grancagnolo Ponzo, musica di Antonino Guzzardi) ma se ne sono perse le tracce.
 

«U DIAMANTI VIRDI»

(di Gianni Belfiore)

Diamanti virdi, diamanti virdi
diamanti virdi, diamanti virdi.
S'in paisi
ca vardannu a muntagna poi immaginari
ca di l'autru latu ci sta u mari, Bronte.
S'in paisi
unni i silenzi di la storia sanu cantari,
u sicilianu ’nglisi chi cosi rrari, Bronte.
Non tutti sanu
ca u frati di Pulifemu pi primu ti desi u nomi.
Li to genti su focu e nivi
Su genti boni.
E tu bedda mafiusa
ca sfidi l’ommini mentri camini
cu l'occhi virdi comu u diamanti di sta terra,
e si fa virdi virdi a sangu
ca scurri ne mo vini
e accussì mi sciali e m'incatini.
Ma vita è na rota
e a biddizza passa
essiri, non si pò chiù di na vota.
Diamanti virdi, diamanti virdi
diamanti virdi, diamanti virdi.
S'in paisi
Unni la luna e Veniri fanu l'amuri
quannu la sira cala lu suli, Bronte
C'è na storia
di sangu e tradimenti ca sa scurdari
quannu Garibaldi vosi passari.
E tu bedda mafiusa
ciai misu u zùccuru di quannu nascisti
amuri duci comu u diamanti di sta terra.

L'«oro verde» di Bronte

E si fa duci duci a sangu
ca scurri ne mo vini
e accunsì mi sciali e m'incatini.
Ma a vita è na rota
e l'amuri passa
amari lu si pò chiu di na vota.
E tu bedda mafiusa
ca teni u mmmu sutta i to pedi
sì sperta e rrara comu u sapuri du pistacchiu.
E si fa vivu vivu u sangu
ca scurri ne mo vini,
e accussì mi sciali e m'incatini.
Nun sapevi
a duppia fortuna ca ti veni di luntanu
vìviri sta terra, essiri sicilianu.
Ora sai
a duppia fortuna ca ti ven di luntanu
vìviri sta terra, essiri sicilianu.
Essiri sicilianu, esseri sicilianu, essiri sicilianu.
Gianni Belfiore

  Ascolta "U diamanti virdi"

Ascolta pure: Bronte mia, di Tony al Parlamento / Bronte.  di Enzo E. Salvia
Vedi: Dedicati a Bronte: poesie, canzoni, racconti, ...


LE VIE DEL PISTACCHIO: SCHIZZI, COLORI, ANGOLI E SCORCI BRONTESI

Il concorso di pittura

Si svolgerà nella giornata di sabato 6 ottobre ed è aperto a tutti gli artisti: “affermati”, “emergenti” e “piccoli artisti” (max 14 anni).

Si potrà scegliere liberamente il posto dove realizzare l’opera (di misura non inferiore a cm. 30x40 nè superiore a 70x100) con piena libertà di stile, di tecnica e d’espressione. E' prevista una quota di partecipazione di 25,00 euro ma ad ogni artista verrà offerta una colazione a sacco per due persone, un attestato di partecipazione e la possibilità di esporre gratuitamente per tutta la durata della Sagra altre 5 opere già a decorrere dal pomeriggio di giovedì 4 ottobre, presso la chiesa di S. Giovanni o in altri spazi che all'uopo saranno allestiti.

Tre i premi previsti per gli “affermati” (800,00, 500,00 e 300,00 euro); un unico premio agli “emergenti” (200,00) e tre premi (non in denaro) offerti dagli sponsor ai “piccoli artisti”. Le opere premiate saranno cedute alla Fidapa di Bronte che si impegna ad utilizzarle per scopi benefici. La premiazione avverrà presso la chiesa San Giovanni l’ultimo giorno della Sagra, alle ore 17.00.Targa consegnata all'Ass. Bronte Insieme


Per la «costante attività di promozione culturale svolta a favore della Città di Bronte»

Una targa all'Associazione Bronte Insieme

L'amministrazione comunale, infine, ha dato un riconoscimento all'attività quasi decennale della nostra Associazione.

Nel corso della Sagra il sindaco sen. Pino Firrarello ha voluto rpremiare con una Targa ed «un sentito ringraziamento per la costante attività di promozione culturale svolta a favore della Città di Bronte» l'Associazione Bronte Insieme Onlus.

La Targa, consegnataci nel corso della serata della finale provinciale per l'elezione di Miss Etna, è stata ritirata dal nostro presidente, Nino Liuzzo che era presente alla manifestazione con Franco Cimbali e Sam Di Bella.

               

Home Page

Powered by Associazione Bronte Insieme - Riproduzione riservata anche parziale