La Ducea dell'Ammiraglio H. Nelson

Visitiamo, insieme, la Ducea Nelson

Le foto di Bronte, insieme

Ti trovi in:  Home-> Monumenti-> Ducea Nelson-> L'obelisco

IL CASTELLO | CHIESA DI SANTA MARIA | ABBAZIA | MUSEO NELSON | MUSEO DI SCULTURA | L'OBELISCO

Ducea Nelson

L'obelisco di Serra del Mergo

Cenni storici su: Horatio Nelson | Abbazia Maniace

La croce basaltica di stile celtico che tro­neggia al centro di uno dei cortili del com­plesso della Ducea Nelson è l'unico ricordo lasciato dai suoi eredi in onore dell'ammiraglio Horatio Nelson.

L'obelisco di Serra del Mergo, anche se impropriamente noto come Obelisco di Nelson, è stato innal­zato, invece, in onore di un suo discen­dente: il quarto duca di Bronte Alexander Nelson-Bridport. Fu fatto erigere nel 19O5, a qualche chilometro dal Castello di Maniace, in Contrada Serra del Mergo (1553 s.m.), nelle vicinanze di Serra del Re (1754 m.) e della zona di Foresta Vecchia, dal Duca Alexander Nelson-Hood in onore del padre morto un anno prima.

Alla base una grossa lapide, ormai consunta dal tempo, porta scolpita una scritta in latino che ci ricorda che essa fu messa nell'anno 1905 in memoria di Alessandro Nelson Hood, "illustre discendente dell'eroe immortale del Nilo":

"MEMORIAE, / ALEXANDER NELSON HOOD DUCA BRONTIS, / VICECOMITIS BRIDPORT, / QUI IN HAEC RURA, / QUAE ESEMPIO HAEREDITATE ACCEPERAT, / PLECLARO PARENTE HEROE / IMMORTALI NILI, HUMANITATIS ET PROGRESSUS CULTUM INVEXIT,
NATUS FUIT 23 DECEMBRIS 1814
OBIIT 4 JUNII 1904,
FILIUS AMORE IMPULSUS HOS SIGUM POSUIT,
ANNO MDCCCCV"

(Alla memoria di Alessandro Nelson Hood, Duca di Bron­te, Visconte Bridport, che in que­ste luoghi avuti in ere­di­tà dal­l'eroe immortale del Nilo promosse benessere e civil­tà. Nacque il 23 Dicem­bre 1814 e morì il 4 Giugno 1904. Il figlio eresse questo monumento spinto dal­l'amore nel­l'anno 1905).

La centenaria stele da anni mostra i segni del tem­po ma sopratutto delle continue deva­stazioni ed offese dell'uomo. Le crepe segnano in lungo i grossi blocchi di pietra arenaria, alcuni purtroppo mancanti ed anche il basamento è compromesso.

Prima che vada completamente in rovina più che per l'incuria del tempo per i continui, perenni vanda­lismi ci sembra opportuno lanciare un appello per un restauro conservativo recin­tando anche il luogo onde evitare l'accesso diretto e devastante dei numerosi fuoristrada della domenica.

Ma a chi rivolgersi? La stele sembra non avere alcun tutore. Quale ente è deputato al suo restauro: il Parco dei Nebrodi, il Comune di Bronte, la Provincia di Catania, la Regione?

Maggio 2002


Obelisco Nelson, 15 anni di appelli e niente di concreto:

Luglio 2007: Salviamo l’obelisco di Nelson, bene storico e meta per turisti
Novembre 2013: Sos per l'Obelisco di Serra del Mergo
Maggio 2016: Tutelare e valorizzare l’obelisco di Nelson
 

FOTO N. FARANDA


(Foto N. Faranda)

Come arrivarci

L'obelisco è stato innalzato sul li­mi­te più alto e setten­trionale del­la ducea, in con­tra­da Serra Mergo sui Nebro­di.

Il monumento ha ormai perso il suo signifi­cato primitivo per divenire me­ta di una incantevole escur­sio­ne e un buon punto di parten­za per i numerosi sentieri che solcano il Parco dei Nebrodi.

Dal Castello di Nelson, oltrepas­sa­to il ponte sul torrente Sarace­na, al bivio si prosegue a destra. Si transita per la strada asfaltata che costeggia il piccolo cimitero inglese dove sono sepolti i Duchi e, dal 1905, il poeta inglese Wil­liam Scharp e si prosegue dritti per circa 4 km, in ripida salita, per le case di contrada Taiti fino al rifugio del Corpo Forestale di Seghe­ria.

Qui conviene posteg­giare l'auto e proseguire a piedi, anche se, specie nei mesi caldi, è pos­sibile continuare con un fuoristra­da fino a Serra del Mergo.

Il paesaggio è incantevole.

Dopo un primo tratto di sterrato si ritorna sull'asfalto ed al bivio si gira a sinistra e poco dopo all'al­tezza di un cancello si lascia l'asfalto e si prosegue a destra per una strada sterrata  che sale. Il percorso in continua salita si rie­sce a compiere in circa 90 minuti sen­za possibilità di sba­gliare, alter­nando tratti boscosi a zone scoperte.

Obelisco Nelson
L'obelisco, posto in un luogo di straor­dinaria bellez­za e di gran­de sugge­stio­ne, nell'a gene­rale, è in atto completa­mente abban­do­nato e sogget­to ad atti di vandali­smo di ogni genere.

Già visibile da lontano, è posto su un punto panoramico (1553 m. slm). Domina quello che un tempo erano i possedimenti dei Nelson (quasi 25000 ettari di feudo).

La vista spazia da Monte Soro (1847 m.) al lago di Trearie ed ai boschi dei Nebrodi per rivolgersi a sud all'imponente mole dell'Etna, che sovrasta Bronte e gli altri Paesi pedemontani ed infine in basso lo sguardo si posa sul piccolo borgo di Ma­niace e sul Castello di Nelson alla cui storia è legata l'impo­nente stele.

Visita la Ducea Nelson, Escursioni dal Castello Nelson


DUCEA NELSON:
IL CASTELLO | CHIESA DI SANTA MARIA | ABBAZIA | MUSEO NELSON | MUSEO DI SCULTURA | L'OBELISCO


Il territorio di Bronte
    

HOME PAGEPowered by Associazione Bronte Insieme / Riproduzione riservata anche parziale - Ultimo agg.to: 12-2018