Il Pistacchio di Bronte

Le ricette

Tutto sul Pistacchio verde di Bronte

Le foto dell'«oro di Bronte»

Ti trovi in: Home-> Economia-> Pistacchio di Bronte-> RICETTE 3/17

Dal primo, al secondo, al dolce...

190 ricette con
«L'ORO DI BRONTE»

BRONTE, CAPITALE ITALIANA DEL PISTACCHIO!

IL PISTACCHIO,  LA STORIALA PIANTAIL FRUTTOLA RACCOLTA,  LE RICETTE,  LA SAGRALA DOPIL CONSORZIO


  Farfalle & Spaghetti


FARFALLE CON I PISTACCHI

Ingredienti
320 gr. di farfalle; 30 gr. di pistacchi di Bronte sgusciati; 80 gr. di salame in 2 fette; 4 cipol­lotti;
grana grattugiato, olio extravergine di oliva, sale, pepe.

Tempo: 30 minuti - Difficoltà: bassa

Tagliate il salame a cubetti. Mondate i cipollotti: tagliate la parte bianca a rondelle e la parte verde a fiammifero molto sottile.

Tritate molto grossolanamente i pistacchi. Fate rosolare cipollotti e salame in un tegame con poco olio.

Cuocete la pasta, scolatela al dente e riversatela nel tegame con il condimento.

Aggiungete i pistacchi e rimescolate sul fuoco per qualche istante.

Completate con pepe e formaggio grattugiato prima di servire.



FARFALLE AL PISTACCHIO

Ingredienti (per 4 persone)
350 g di farfalle, 80 g di pistacchi di Bronte tritati, mezza cipolla, 1 fetta di prosciutto cotto, 70 cl di panna da cucina, poco latte, 1 noce di burro, 1 cucchiaino di curry, poco brandy.

Preparazione:

1. Sciogliete il burro in una casseruolina e fatevi rosolare la cipolla tritata, unite il prosciutto a dadini e poco pistacchio tritato.

2. Amalgamate, fiammeggiate con il brandy, aggiungete il curry e la panna diluita con il latte.

3. Cuocete la pasta in abbondante acqua bollente salata e scolatela al dente.

4. Saltate le farfalle in una casseruola con la salsa, pepate e servite cospargendo con pistacchio tritato.

La variante: la ricetta, molto ricca, si può semplificare eliminando il brandy e la nota esotica del curry.

(ricetta pubblicata dal mensile Gardenia, n. 269 del Settembre 2006)



FARFALLE “VERDI”

Ingredienti (per 4 persone)

400 g di farfalle; 100 g di pistacchi di Bronte; 100 g di noci; olio d'oliva (q. b.); sale e pepe; un mazzetto di basilico fresco; parmigiano (o altro formaggio a piacere); 300 g di ricotta fresca, un pizzico di noce moscata.

Preparazione:
Per la preparazione del pesto frullate i pistacchi, le noci e il basilico per alcuni minuti, aggiun­gendo sale, pepe e olio, sino a quando il composto sarà uniformemente cremoso.

Aggiungete il parmigiano e frullate finché anche quest'ultimo non sarà perfettamente amalga­mato col tutto.

Pistacchio pelato

Pistacchio pelato

Panetti di pasta di pistacchio
Panetto di pasta di pistacchio per bibite, granite, budino


Pesto di pistacchio (in vasetti di 250/500 gr.)


Il pesto così ottenuto è pronto per l'utilizzo, ma si può conservare a lungo in frigo o addirittura essere congelato.

Successivamente, fate cuocere le farfalle in acqua salata e, contemporaneamente, amalgamate bene la ricotta fresca con 100 grammi di pesto al pistacchio, aggiungendo un pizzico di noce moscata.

Scolate le farfalle, lasciando un pò dell'acqua di cottura per ammorbidire, e mescolatele con il condimento. Servitele decorate con una spolverata di pistacchio tritato.



FARFALLE con RICOTTA e PESTO di PISTACCHIO

Ingredienti (per 4 persone)
pesto al pistacchio, ricotta fresca, noce moscata.

Preparazione:
Portare alla cottura preferita le farfallette, contemporaneamente amalgamare bene 300 gr. di ricotta fresca con 90 gr. di pesto al pistacchio ed un pizzico di noce moscata, scolare la pasta lasciandole un po’ di brodo, mescolare il tutto e servire le farfalle decorate con una spolverata di pistacchio.


SPAGHETTI AL PESTO DI PISTACCHIO

Ingredienti (per 4 persone)
400 gr. di spaghetti, basilico, aglio, pinoli tostati, pistacchi di Bronte, mandorle, parmigiano, pecorino, sale.

Preparazione:
preparare il pesto nel mortaio o nel frullatore con tutti gli ingredienti, aggiungere olio d'oliva q. b. e amalgamare bene il tutto.

Lessare gli spaghetti in acqua calda ben salata, a cottura ultimata aggiungere il pesto e mescolare. Servire ben caldo con l'aggiunta di una manciata di pistacchi tritati.


SPAGHETTI CON PISTACCHI, NOCI e PINOLI

Ingredienti (per 4 persone)
500 gr. di spaghetti, 25 noci, 50 gr. di pinoli, 50 gr. di pistacchi di Bronte, due spicchi d'aglio, un ciuffo di prezzemolo, 1/2 bicchiere d'olio, sale.

Preparazione:
Pestate al mortaio le noci con i pinoli e i pistacchi; tritate il prezzemolo e l’aglio e fateli friggere in metà olio.

Aggiungete il pesto di noci, pistacchi e pinoli e quindi salate e fate cuocere.

Stemperate il condimento con l'altra metà dell'olio e con qualche cucchiaio d’acqua bollente.

Versate il sugo sugli spaghetti fatti cuocere al dente.


SPAGHETTINI CON PESTO ALLA GENOVESE e PISTACCHI di BRONTE

Ingredienti (per 4 persone)
350 gr. di spaghettini; 150 gr. di olio extravergine d’oliva; 100 gr. di basilico; 100 gr. di patate a cubetti; 100 gr. di fagiolini a pezzetti; 50 gr. di parmigiano; 20 gr. di pinoli; 30 gr. di pistacchi di Bronte; 1 spicchio d’aglio; sale e pepe q. b..

Preparazione:
Per la preparazione del pesto frullate il basilico, l’aglio, i pinoli e il formaggio con 150 gr. di olio, sale e pepe.

Sbollentate in acqua bollente le patate e i fagiolini e tritate a grana grossa i pistacchi preventivamente pelati. Aggiungete il tutto al pesto preparato in precedenza.

Cuocete gli spaghettini in abbondante acqua salata, scolate al dente e condite con la salsa, guarnendo a piacere con scaglie di parmigiano e pistacchi tritati.

(Ricetta tratta da una confezione di Pasta Barilla)

Nel territorio di Bronte

il pistacchio si sviluppa dai 350 me­tri s.l.m. lungo il fiume Simeto fino ai 750-800 lungo la ferrovia cir­cumetnea, al confine con il comu­ne di Adrano a sud e con la zona argillosa lungo la strada Bronte-Cesarò a nord.

La fascia migliore di produzione è quella fino ai 600 metri.

La coltura si sviluppa principal­men­te per il 90% su terreni vulca­nici sciolti o sulla nuda sciara (roc­cia) lavica.

Le piante sono innestate su tere­binto spontaneo (pistacchieti natu­rali) o trapiantato e, poi, dopo due anni innestato a dimora.

Con questa tecnica, ancora oggi usata per riempire i vuoti fra le piante e anche in sostituzione di piante di mandorlo, ficodindia, ulivi ecc., estirpati, si è passati da una densità di 150, 200 piante alle 500-600 piante per ettaro in coltu­ra specializzata, naturale o artifi­ciale.




Tignosella (pistacchio sgusciato) in buste da 250 gr.)



  Maccheroni, Penne & Pennette

MACCHERONI, RICOTTA e PISTACCHIO

Ingredienti
400 g di maccheroni possibilmente freschi, 500 g di ricotta di pecora, 100 g di pistacchi sgusciati, sale, pepe nero.

Preparazione
Cuocete i maccheroni (se volete potete utilizzare maccheroni freschi o un altro tipo di pasta corta e grossa) in abbondante acqua salata.
Mentre i maccheroni sono in cottura, setacciate la ricotta in una zuppiera e ammorbiditela con qualche cucchiaio di acqua di cottura dei maccheroni.

Scolate la pasta quando è ancora al dente, versatela in una terrina e aggiungete la ricotta. Mescolate per amalgamare bene la ricotta.
Aggiungete poi i pistacchi tritati grossolanamente, mescolate ancora, spolverate di pepe e servite.

In alcune varianti, e per chi lo gradisce, la ricotta può essere insaporita anche con un pizzico di noce moscata in polvere.

(Dall’Agenda 2011 del quotidiano La Sicilia)

 

PENNE ai GAMBERETTI, ZUCCHINE e PISTACCHI

Ingredienti (per 4 persone)

300 gr. di gamberetti sgusciati, 1 zucchina verde, una manciata di pistacchi tritati, 6 pomodorini di Pachino, sale, pepe, vino bianco, basilico o prezzemolo, 1 spicchio d'aglio, peperoncino.

Far riscaldare in una padella o in un tegame di terracotta olio, aglio, peperoncino, basilico o prezzemolo.

Far insaporire per qualche minuto i gamberetti nel soffritto, spruzzare con vino bianco e far, evaporare.

Aggiungere i pomodorini di Pachino e far cuocere per 5 minuti circa.

A cottura ultimata aggiungere le zucchine fritte a listarelle.
Saltare le penne cotte al dente nella salsa di gamberi e cospargere con pistacchi tritati.



PENNETTE al SALMONE AFFUMICATO e PISTACCHI

Ingredienti per 4 persone:

450 gr. di pennette, 100 gr. salmone affumicato, 40 gr. di pasta pura e 40 gr di granella di pistacchio verde di Bronte Dop, 1/2 bicchiere di vino bianco, uno spicchio d'aglio, 2 foglie di salvia, 75 gr. di burro, cognac, salsa worcester, pepe, sale q. b.

Preparazione:
Frullate la pasta pura di pistacchio con il vino bianco fino a quando diventa cremosa. Tagliate a listarelle sottili il salmone affumicato.

In una padella grande, fate dorare l'aglio con la salvia e il burro, aggiungete la crema di pistacchi ottenuta in precedenza e fate insaporire.

Unite il salmone e bagnate con il cognac e la salsa worcester, aggiungete pepe e sale e lasciate cuocere per qualche minuto.

Scolate la pasta e mettetela nella padella e fate insaporire il tutto per qualche minuto insieme alla granella di pistacchio.

Servite subito e… buon appetito.

 

PENNETTE al PESTO di PISTACCHIO

Ingredienti (per 4 persone)

500 gr. di pennette, 150 gr. di pesto di pistacchio di Bronte, 100 gr. di prosciutto cotto, 200 ml. di panna da cucina, 50 ml. di latte intero, 1/2 di cipolla media, 50 gr. di burro.

Preparazione:

Soffriggere la cipolla nel burro, aggiungere il prosciutto a dadini fino a farlo rosolare, completare la salsa aggiungendo prima il pesto di pistacchio e subito dopo aggiun­gendo la panna e il latte facendo cuocere per 5 minuti.

Lessare le penne in abbondante acqua scolatele al dente e saltate in padella.

Servire la pasta con una spolve­rata di pistacchio finemente tritato.


Le Pennette al pistacchio
dell'Albergo Parco dell'Etna

PENNETTE al PISTACCHIO 1

Ingredienti

gr. 500 di pennette, una confezione da 250 gr. di panna, 50 gr. di pistacchi tritati finemente, 50 gr. di pistacchi tritati in maniera grossolana, 50 gr. di prosciutto cotto o pancetta, una cipolla di media grandezza, 50 gr. di burro.

Preparazione:
tagliare la cipolla ed il prosciutto e soffriggerli con il burro; amalgamare bene la panna con pistacchi tritati finemente e unirli al soffritto.

Lessare le pennette in abbondante acqua salata, scolare al dente e mescolare con la saletta già preparata.

Servire le pennette ben calde e cospargere ciascuna porzione con il rimanente pistacchio tritato.

PENNETTE al PISTACCHIO 2

Ingredienti (per 6 persone)

600 gr.di pennette, 150 gr.di pesto di pistacchio, mezza cipolla, una fetta di prosciutto cotto o di pancetta, 400 gr. di panna da cucina, pistacchio di Bronte tritato.

Fate rosolare la cipolla, aggiungere il prosciutto o la pancetta tagliati a dadini, versare la panna da cucina e il pesto.

Fate saltare in padella le pennette già scolate. Spolverizzate le pennette con il pistacchio tritato.

Le PENNE al PISTACCHIO

di William Black

(da "I bucatini di Garibaldi, avventure storico-gastronomiche di un inglese innamo­rato dell’Italia", Edizioni Piemme spa, Casale Monferrato, 2004)

Ingredienti (per quattro persone)

400 g di penne, 30 g di burro, 1 cipolla tritata, 2 spicchi d'aglio tritati, 50 g di pancetta a dadini, 1 cucchiaio di brodo di carne ristretto, 50 g di pistacchi tritati o di pasta di pistacchio, 100 ml di brandy, 200 ml di panna da cucina, sale e pepe.

Lessate le penne. In una padella rosolate cipolla e aglio nel burro per 5 minuti, poi aggiungete la pancetta e il brodo e cuocete per altri 5 minuti.
Unite i pistacchi o lo pasta di pistacchio e il brandy e fiammeggiate.

Aggiungete lo panna e fate saltare le penne nel condimento, regolate di sale e pepe e servite.


 



PENNE, ZUCCA e PISTACCHIO

Ingredienti:
240 g penne rigate, 400 g di zucca gialla, 2 spicchi d’aglio, l filetto di alice sott’olio, 1 ciuffo di prezzemolo, 1 manciata di pistacchi di Bronte, l cucchiaio di parmigiano, 3 cucchiai di olio extravergine di oliva, sale, pepe, timo.

Procedimento:

Mondate, tagliate e lavate la zucca che andrete a sistemare in un tegame con poca acqua, contenente l’aglio schiacciato, il sale, il pepe ed spolverata di timo secco.

Tenete in cottura per 10 minuti circa; poi aggiungete un cucchiaio d’olio e continuate la cottura per altri 5 minuti.

Frullate la polpa (e il liquido di cottura) insieme al filetto di alice e il ciuffo di prezzemolo.

Dopo aver cotto la pasta trasferitela nel tegame di cottura in cui si trova la crema di zucca.

Per finire, aggiustate col pepe macinato al momento e, se necessario, aggiungete l’olio extravergine d’oliva, il parmigiano ed i pistacchi grossolanamente sbriciolati.

(Ricetta e foto tratti da Sicilia Mondo, Novembre/Dicembre 2011, Rubrica Profumi e sapori di Sicilia a cura di Francesca Cuffari)

 



  I fusilli e il cuscus

TRE RICETTE PER GUSTARE I FUSILLI CON IL PISTACCHIO DI BRONTE



 FUSILLI IN SALSA DI PISTACCHI 

Ingredienti (per 4 persone)

500 gr. di fusilli, 100 gr. di pistacchi di Bronte, 1/4 di panna liquida, un pizzico di maggiorana, 50 gr. di burro, parmigiano grattugiato pepe e sale.

Preparazione:

Pestare i pistacchi in un mortaio fino ad ottenere un composto omogeneo, mettere in una terrina e versare piano piano la panna liquida, salare e pepare la salsa e quindi aggiungere la maggiorana.

Cuocere i fusilli in abbondante acqua salata, condire subito con burro fuso dorato e abbondante parmigiano grattugiato, aggiungere la salsa di pistacchi mescolare e servire.



 FUSILLI AL PISTACCHIO 

Ingredienti (per quattro persone)

350 gr di fusilli – 80 gr. di pistacchi di Bronte – 1 busta di panna – ½ cipolla – 50 gr di pancetta – burro, sale quanto basta – menta.

Preparazione:

Soffriggete la cipolla ed unitevi la pancetta.
Quando saranno ben dorate unire la panna e poi i pistacchi preventivamente tritati.

Cuocete i fusilli e scolateli bene e conditeli. Decorateli con foglioline di menta e serviteli caldi.



 FUSILLI AI FAGIOLINI E PISTACCHIO 

Ingredienti (per 4 persone):

350 gr. di fusilli corti, 80 gr. di pistacchi di Bronte, 3-4 cucchiai di ricotta, 100 gr. di fagiolini, 1 costa di sedano, 2 cucchiai di maggiorana fresca tritata, 1 cucchiaio di prezzemolo fresco tritato, 1 spicchio d'aglio, 60 gr. di parmigiano grattugiato, olio d'oliva extravergine, sale e pepe.

Difficoltà: Bassa - Preparazione: 30 minuti - Cottura: 15 minuti

Preparazione:

Preparate la salsa di pistacchi. Scottate i pistacchi in acqua bollente, privateli della pellicina e passateli al mixer insieme con un pizzico di sale.

Aggiungete lo spicchio d'aglio sbucciato e lavato, il parmigiano reggiano grattugiato, la maggiorana e il prezzemolo.

Incorporate 5-6 cucchiai di olio a filo, frullando fino ad ottenere una crema omogenea. Amalgamate anche la ricotta.

Trasferite la salsa di pistacchi preparata nella ciotola.

Pulite i fagiolini, spuntando le estremità ed eliminando l'eventuale filo. Lavateli e divideteli in 2-3 pezzi.

Tagliate la base del sedano, eliminate i filamenti laterali, se presenti; quindi lavatelo, asciugatelo e tagliatelo a dadini, possibilmente della stessa dimensione.

Lessate le verdure. Nel frattempo portate a ebollizione abbondante acqua in una pentola e salatela. Versate le verdure preparate nella pentola e fate riprendere il bollore.

Aggiungete i fusilli e cuoceteli al dente per 8 minuti o per il tempo indicato sulla confezione, mesco­lando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno.

Scolate la pasta e le verdure al dente, conservando 1 mestolo dell'acqua di cottura.

Trasferite tutto nella ciotola con la salsa di pistacchi, incorporando poca acqua di cottura della pasta. Mescolate, per amalgamare bene.

Trasferite i fusilli in piatti individuali. Irrorateli, a piacere, con un filo di olio, spolverizzate con una macinata abbondante di pepe e servite subito.



CUSCUS di PISTACCHI

«Questo particolare cuscus è nato nella Badia Grande del Monastero dello Spirito Santo delle suore dell'Ordine Circestense, ad Agrigento.

La esatta ricetta è impossibile ad aversi; ma dalla “analisi" che ne ho potuto fare io stesso, si tratta di una cuccia di grano tenerissimo (frumento lessato e perfettamente sgocciolato), unita ad almeno pari volume di pistacchio perfettamente sbucciato, e quindi di un verde smeraldo perfetto; ed a graniglia di mandorle tostate; il tutto è stato reso dolce da zucchero, aromatizzato con cannella, e sono evidenti pezzettini di cioccolata e frutta candita in mezzo al composto che è soffice e morbido.

L'eccellenza di questa preparazione sta nella sua armonia, che non deriva dal mettere insieme tutti gli ingredienti; ma da un segreto, da una tecnica particolare, che li fonde in un soavissimo sapore unico: credo che le brave suorine, nel preparare questo cuscus, vengano di volta in volta ispirate proprio dallo Spirito Santo.» [Giuseppe Coria]



COUS COUS con PISTACCHIO di BRONTE (e Gamberi)

Ingredienti per 6 persone

500 g di couscous, 200 g di pistacchi di Bronte sgusciati, 1 peperoncino rosso piccante, 1 cipolla, 1 spicchio di aglio, 1 bastoncino di cannella, buccia di limone, olio extravergine di oliva, sale.

Preparate il couscous: mettete la semola in una terrina e, con le dita bagnate, lavoratela bene ricavando delle palline piccolissime.

Distribuitele quindi su un canovaccio e fatele asciugare per circa 3 ore.

Trascorso questo tempo scaldate 1/2 litro di acqua nell’apposita couscoussiera; appena inizia a sobbollire versate il couscous nel cestello e coprite con un canovaccio bagnato; fatelo cuocere per circa 45 minuti.

 

“IL PISTACCHIO D'ORO  – CITTA' DI BRONTE”
Immagini del concorso gastronomico regionale "Cucina Calda, Finger Food e Artistica"
svoltosi nell’ambito della XIX Sagra del Pistacchio

Uno chef partecipante al Concorso Cucina calda al lavoro

"Fior di pomodoro con fettuccine al pistacchio di Bronte e filetti di alici e caciocavallo", uno dei piatti in concorso

Provola in crosta di pistacchio di Bronte su letto di cicoria

Provola in crosta di pistacchio di Bronte su letto di cicoria

Questo è il mio piatto!
La giuria al lavoro

Piatti presentati nella sezione Finger food

 

 

MANGIARE PISTACCHI FA BENE AL CUORE

Ricercatori dell'Università della Pennsylvania hanno proposto a pazienti con diabete di tipo 2 un'alimen­tazione più sana per il cuore.
A un gruppo, però, sono stati dati tutti i giorni anche 85 grammi di pistacchi, ricchi di grassi buoni, fibre, antiossidanti e potassio.
In questo gruppo si sono visti miglioramenti della pres­sione nel sonno e della risposta vascolare allo stress e un aumento dell'attività del nervo vago, tutti fe­no­me­ni che riducono il rischio di malattie car­dia­che.

Scolatelo, versatelo in una terrina e spruzzatelo con poca acqua fredda. Fatelo intiepidire, quindi versatelo
di nuovo nella couscoussiera, unitevi i pistacchi tritati, mescolate e cuocete per altri 20 minuti.

Scolatelo e raccoglietelo in una terrina.

Lavate bene i gamberi. Preparate un trito di aglio, peperoncino e cipolla e fate soffriggere il tutto con poco olio.

Unite i gamberi, profumate con la cannella sminuzzata e la buccia di limone a julienne fine, bagnate con poca acqua, salate e fate cuocere per 10 minuti.

Servite infine i gamberi con il couscous, a piacere decorando con qualche foglia di alloro.

(Pubblicata  dal quotidiano La Sicilia del 28.9.2012)

L'economia brontese

190 RICETTE COL PISTACCHIO DI BRONTE

PRIMA PAGINA  PAGINA PRECEDENTE

 pagina 3 di 17

 PAGINA SUCCESSIVA  ULTIMA PAGINA

  

Powered by Associazione Bronte Insieme - Riproduzione riservata anche parziale