Home Page

Le ultime dalla Politica Brontese
Marzo / Maggio 2010

Ti trovi in: Home-> News da Bronte->  Ultime dal Comune

News dei mesi precedenti | seguenti


27 Maggio 2010

In corso i lavori per l'impianto di videosorveglianza

Fra qualche giorno il centro urbano del Comune di Bronte sarà più controllato. I tecnici, infatti, stanno istallando fra le vie della laboriosa cittadina, le 12 telecamere di video sorveglianza che si aggiungono a quelle istallate per il controllo del traffico veicolare nel 2007. L'obiettivo è naturalmente aumentare gli indici di sicurezza. "Uno dei nostri obbiettivi principali - hanno affermato il sindaco Pino Firrarello e l'assessore Luigi Putrino - è sempre stato quello di trasformare Bronte in una cittadina accogliente e dedita al turismo. Aumentare i livelli di sicurezza urbana di conseguenza è un obbligo. Per questo abbiamo deciso di mettere a disposizione delle forze dell'ordine tutta la tecnologia necessaria per controllare al meglio la cittadina".

Il progetto prevede l'installazione di sofisticate telecamere all'infrarosso, in grado cioè di garantire una ottima visibilità anche di notte, in particolari angoli della cittadina. Queste saranno collegate ad una centrale di sorveglianza e a due monitor ad esclusivo utilizzo delle forze dell'ordine, che così avranno la possibilità di gestire e registrare le immagini, il tutto nel rispetto delle normative vigenti. [L. S.]



24 Maggio 2010
FIRRARELLO: "A SETTEMBRE LAVORI COMPLETATI"

Nuovi uffici nel parcheggio multipiano

Il parcheggio multipiano di Viale CataniaOspiterà anche la Sala consiliare

Sopralluogo da parte del sindaco in quello che un tempo era il parcheggio multipiano di viale Catania all’ingresso della cittadina e che fra fra pochi mesi ospiterà alcuni uffici comunali e soprattutto la nuova sala consiliare del Comune di Bronte. Firrarello, infatti, visto lo scarso utilizzo del posteggio ha deciso di trasformarlo in uffici. “In effetti – ha affermato – come posteggio non è che fosse molto utilizzato. Solo durante la Sagra del pistacchio riusciva a riempirsi.

Di contro invece il Comune aveva l’esigenza di reperire nuovi locali, anche per liberare il bilancio delle somme previste per gli affitti degli immobili privati”.

Al sopralluogo hanno partecipato il progettista della trasformazione, ing. Gaetano Messina, che è lo stesso tecnico che nel 1998 si occupò della progettazione del parcheggio, il capo dell’Ufficio tecnico, ing. Salvatore Caudullo oltre a numerosi assessori e consiglieri.

“Penso – ha concluso il senatore – che i lavori a settembre saranno definitivamente completati, ed allora Bronte potrà vantarsi di avere degli uffici comunali spaziosi che potranno ospitare anche assemblee di cittadini”.



19 Maggio 2010

Progetto banda larga

Bronte e Maniace. Convenzione nella Provincia per l’innovazione
I Comuni di San Cono e Maniace saranno raggiunti dalla rete a banda larga, grazie alla convenzione firmata tra il presidente della Provincia regionale di Catania, Giuseppe Castiglione e il direttore di una società pubblica. Entro 30 giorni saranno esecutivi i progetti presentati alla Provincia che prevedono anche la cablatura di una parte del territorio comunale di Bronte che copre l'area artigianale. «E’ fondamentale puntare sull'innovazione tecnologica dei nostri territori, avviare una forte accelerazione alla modernizzazione, poiché non possiamo permetterci di lasciare aree del Paese fuori dalla Rete - ha dichiarato il presidente della Provincia Giuseppe Castiglione -. La nostra attenzione è rivolta a centri periferici come Maniace e San Cono e a realtà a forte vocazione imprenditoriale come Bronte, perché dal più piccolo dei Comuni fino al Capoluogo, occorre irradiare le nuove reti di telecomunicazione, per connettere il Paese con il resto del mondo attraverso il web. La nostra è una scelta politica - ha aggiunto Castiglione - e, cioè, quella di assicurare pari diritti a tutti i cittadini. Ed è indubbio che ormai, la possibilità di utilizzo delle comunicazioni tecnologiche sia a tutti gli effetti un fattore di inclusione sociale. Un’Amministrazione pubblica utile è pronta a fare fronte ai bisogni delle comunità deve offrire le condizioni migliori per lo sviluppo del proprio territorio. La Provincia regionale di Catania, attraverso la semplificazione delle procedure di posa delle fibre ottiche nelle strade di sua proprietà, potrà accelerare i tempi dei lavori degli operatori, riducendo fino all’80% i costi socio ambientali in termini di disagi per i cittadini e per le amministrazioni, e non da ultimo, del 67% gli incidenti sul lavoro. E' possibile ottenere questi risultati - ha aggiunto il presidente della Provincia - attraverso l'utilizzo delle cosiddette "minitrincee", ovvero scavi di pochi centimetri di larghezza e di soli 30 centimetri di profondità. Uno strumento quindi - ha concluso il presidente Castiglione - reale e concreto, per contribuire al superamento del digital divide di prima generazione».
I lavori di cablatura per la banda larga saranno completati entro l'estate in modo da essere ottimizzati e già fruibili da cittadini ed imprese artigianali già entro la fine dell'anno.



19 Maggio 2010

La «strada dei pistacchieti» sarà completata dalla Provincia

Buone notizie per i proprietari dei pistacchieti della zona ovest di Bronte. Il sindaco, Pino Firrarello, ha comunicato che la strada di penetrazione agricola che dal bivio «Barrili», attraverso la provinciale per Saragoddio, conduce fino all'abitato di Bronte, ed esattamente dietro la chiesa dell'Annunziata, sarà completata. «Il primo lotto di questa strada - dice il sindaco - è stata realizzata ormai tantissimi anni fa dal Consorzio di Bonifica Alto Simeto, quando presidente era il nostro concittadino Nino Paparo. Poi non fu completata, costringendo i proprietari dei pistacchieti a percorrere un tragitto più lungo. La competenza di questa strada - conclude - adesso è della Provincia di Catania, che opportunamente, su nostra sollecitazione, ha deciso di completarla». La strada è lunga circa 6 chilometri. Costeggia il versante occidentale del monte Barca e attraversa una delle zone più belle del vasto terreno lavico coltivato a pistacchio. Finito il tratto già asfaltato, si trasforma in una stradina di campagna in terra battuta.



16 Maggio 2010

Sp 17, appaltati lavori per l'illuminazione

Lungo la strada provinciale 17/III, ricadente nel territorio del Comune di Bronte e denominata via Palermo, sarà a breve realizzato il completamento dell'impianto di pubblica illuminazione. E' stato aggiudicato, infatti, l'appalto dell'opera a una ditta di Agrigento. Tale tratto di strada è un'arteria di primaria importanza per il flusso veicolare che giornalmente si dirige verso il comune di Maniace o verso le pendici dei Nebrodi della provincia di Messina. L'impianto è stato progettato ponendo particolare attenzione al contenimento energetico, avvalendosi della più evoluta tecnologia. «Diventa realtà il completamento della pubblica illuminazione su un'importante strada provinciale che serve sia la provincia etnea sia quella di Messina, giornalmente transitata da numerosi mezzi - ha dichiarato il presidente della Provincia di Catania, Giuseppe Castiglione - con questo rilevante intervento verrà migliorata la sicurezza del transito veicolare nelle ore serali e scongiurati drammatici incidenti che, in passato, purtroppo non sono mancati».
I lavori sulla Sp 17/III inizieranno entro breve termine per consentire di ultimare l'illuminazione entro la fine dell'estate. «Dopo avere effettuato una serie di sopralluoghi e provveduto ad esaminare le situazioni più pericolose presenti sulla lunga rete stradale di competenza dell'Ente - ha detto l'assessore provinciale alla Viabilità e Pubblica illuminazione, Ottavio Vaccaro - stiamo passando alla fase esecutiva, intervenendo con provvedimenti mirati alla soluzione delle più rilevanti criticità registrate, così da garantire una maggiore sicurezza delle nostre strade alle comunità amministrate». Soddisfazione per l'attenzione riposta dalla Provincia di Catania, con questo ed altri interventi sulle strade provinciali del territorio del Comune di Bronte, è stata espressa anche dal sindaco Pino Firrarello. «Viene finalmente completato, dopo mia sollecitazione, l'impianto di illuminazione della Sp 17/III, che aumenterà gli standard di sicurezza stradale e permetterà un transito veicolare e pedonale agli utenti in assoluta sicurezza. Era un intervento atteso da anni - ha concluso Firrarello - per il quale ringrazio l'Amministrazione provinciale di Catania».



16 Maggio 2010

Lo sport diventa antidoto

Al via il progetto per i minorenni a rischio di devianza

Prevenire devianze ed illegalità attraverso lo sport. Questo l'obiettivo del progetto inaugurato, ieri pomeriggio, dal sindaco di Bronte Pino Firrarello e dall'assessore Maria De Luca all'interno delle iniziative finanziate con la legge 328 sui servizi sociali.
In pratica, 200 minori provenienti dai 4 Comuni del distretto socio sanitario di Bronte che oltre alla città del pistacchio conta le comunità di Randazzo, Maletto e Maniace, frequenteranno la piscina e la palestra di Bronte, mentre altri 100 ragazzi potranno praticare calcio. «Dall'analisi dei bisogni emersi nei tavoli di concertazione - dice l'assessore De Luca - è risultato purtroppo un aumento del numero di minori a rischio di devianza o con situazioni di disagio familiare. Di conseguenza è stato necessario attivare delle iniziative aventi per oggetto l'impiego di minori in attività sportive, in modo da favorire processi di socializzazione». Ed a seguire i ragazzi saranno le assistenti sociali dei Comuni, per un percorso che all'apparenza sembrerà sportivo, ma che nei fatti sarà anche formativo. «Progetti simili - aggiunge il sindaco di Bronte, Pino Firrarello - nel territorio italiano sono stati promossi anche dalle Prefetture e dal Coni. L'obiettivo è di fare acquisire ai giovani un'immagine positiva di sé e di svilupparne il senso critico attraverso il rispetto delle regole sportive. L'auspicio - conclude - è che i modelli positivi riescano finalmente a trainare quelli negativi».



9 Maggio 2010

Approvato il Bilancio di previsione

«Le tasse non saranno aumentate»

Il Consiglio comunale di Bronte, presieduto dal dott. Gino Prestianni, ha approvato il bilancio di previsione 2010 (una manovra da 33 milioni 454mila euro). «Questo bilancio - ha affermato l'assessore al Bilancio, Luigi Putrino - approvato dalla Giunta il 31 dicembre 2009, ha consentito un esercizio secondo i criteri di equità della nuova programmazione, nel rispetto del cosiddetto patto di stabilità, assicurando interventi razionalizzati in grado di garantire, nei limiti delle risorse finanziarie disponibili, quelle attività necessarie per il regolare svolgimento dell'azione amministrativa e della vita della nostra comunità». Nella sua relazione Putrino ha ribadito che non sono state aumentate le tasse per i cittadini e confermato quanto già anticipato dal sindaco, Pino Firrarello, riguardo alla volontà di stabilizzare i contrattisti di Bronte, se dovessero essere confermate le scelte legislative della Regione siciliana. Fra le tante voci di spesa, non mancano interventi nei campi sociale, culturale, turistico, associazionistico, della pubblica istruzione, delle politiche giovanili.
«Oggi - ha affermato il sindaco - per un Comune è sempre più difficile redigere il bilancio a causa dei sempre minori trasferimenti. Noi siamo fortunati perché, grazie all'on. Giuseppe Castiglione, possiamo contare sulle royalty, dall'altra però abbiamo delle voci di spesa che considero troppo onerose e che stiamo facendo il possibile per abbassare, come per esempio il costo dell'energia».



25 Aprile 2010
INAUGURATA LA VIA INDIPENDENZA

Aperta al transito la nuova circonvallazione

Pecorino: «L'impresa sembrava difficile - afferma - perché bisognava abbattere il piccolo ponte della Circumetnea»

Da oggi per attraversare Bronte in auto non sarà necessario passare dal centro. O meglio non sarà più necessario percorrere il viale della Regione, costruito un tempo per essere la circonvallazione della cittadina ed oggi parte integrante del tessuto urbano, al punto da collegare scuole e l'area del mercato settimanale.

Stamattina alle 10,30 il sindaco Firrarello, alla presenza della sua Giunta e di buona parte del Consiglio comunale, ha tagliato, infatti, il nastro inaugurale del nuovo viale Indipendenza.

Voluta per snellire il transito di veicoli nel centro e contemporaneamente dotare la cittadina di una nuova circonvallazione, la nuova strada, un tempo era stretta e tortuosa, adesso invece consente anche al traffico pesante di raggiungere la zona artigianale più agevolmente e di collegare velocemente viale Cavalieri di Vittorio Veneto con il quartiere Borgonuovo e la statale per Maletto.

Alla cerimonia hanno partecipato numerose autorità civili militari e religiose, con padre Vincenzo Saitta, che ha benedetto la nuova arteria stradale.

«Ero felice quando ho visto questa strada così larga finalmente asfaltata, figuratevi oggi che adesso che la inauguro, consegnandola ai miei concittadini - ha affermato il senatore - all'inizio sembravaBronte, Via Indipendenza un'impresa titanica, ma attraverso il lavoro, l'impegno e la voglia di far crescere Bronte ci siamo riusciti. Considero questa strada - continua - un grande regalo per i brontesi e per gli automobilisti dei Comuni vicini. I primi perché sono stati liberati dal traffico veicolare e dallo smog che ne deriva ed i secondi perché attraverseranno la città con maggiore facilità».

Chi ha seguito i lavori passo passo è stato l'assessore Pecorino: «L'impresa sembrava difficile - afferma - perché bisognava abbattere il piccolo ponte della Circumetnea. Adesso, però, questo fa parte del passato ed i brontesi potranno godersi questa nuova infrastruttura, che migliora la difficile viabilità in quella che ormai è l'ex circonvallazione».

Da oggi, quindi, chi provenendo da Catania, vorrà andare a Randazzo, dopo avere percorso il viale Cavalieri di Vittorio Veneto, invece di proseguire dritto per il viale della Regione, potrà svoltare a destra per il nuovo viale Indipendenza ed arrivare in un battibaleno all'incrocio con il viale Kennedy, ovvero la provinciale che conduce alla zona artigianale e nuovamente sulla strada statale 284, praticamente fuori dal centro.

La strada è stata realizzata con un finanziamento di 980 mila euro. E' larga 10 metri con tanto di nuovi servizi come la fognatura ed una efficiente pubblica illuminazione.



12 Aprile 2010
IN DISCUSSIONE LE OSSERVAZIONI PRESENTATE DAI CITTADINI

Il Prg torna in Consiglio

L’iter per l’approvazione del Piano Regolatore Generale compie un altro passo in avanti. Dopo l’adozione da parte del Consiglio comunale e l’esposizione delle tavole, che ha permesso ai cittadini di prenderne visione, il Consiglio comunale apre il dibattito sulle osservazioni che gli stessi cittadini hanno presentato. Il presidente, Gino Prestianni, infatti, ha convocato l’assemblea consiliare, in seduta straordinaria ed urgente, per le ore 16 di domani per discutere le osservazioni al Prg e fornire le deduzioni.



7 Aprile 2010

Lavori pubblici per 500 mila euro

Alla gara partecipano 379 «aspiranti»

Il Comune pubblica un bando per l’esecuzione di lavori pubblici del valore di 500mila euro e all’ufficio protocollo arrivano 379 buste di altrettante ditte, tutte intenzionate ad aggiudicarsi la gara.

«Proprio così - afferma il capo dell’ufficio tecnico, ing. Salvatore Caudullo - stabilendo un record per il nostro Comune». Ovviamente, l’apertura delle buste è cominciata di gran carriera, anche perché per esaminarle tutte ci vorrà del tempo.

A chiedere la pubblicazione dell’appalto è stata l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Pino Firrarello intenzionato a effettuare la manutenzione delle rete stradale, e non solo, all’interno della cittadina: «Con questi soldi - afferma il primo cittadino – riqualificheremo alcune zone della nostra cittadina e rifaremo il manto stradale di alcune strade. Fra i tanti lavori, per esempio, pavimenteremo, illumineremo e abbelliremo con del verde il parcheggio di via Lucciola oggi in terra battuta. Ma non solo. In via Cagliari effettueremo dei lavori per ripristinare o realizzare la fognatura delle acque nere, rifaremo la pavimentazione in basolato lavico in diverse strade e in piazza Pio IX, adiacente la chiesa Madre, dove le vecchie basole, oggi ricoperte di asfalto, saranno riportate alla luce e sistemate».

Completamenti di rete fognaria anche in via Udine, mentre in piazza Aldo Moro verrà rivista l’intera viabilità e costruita una nuova e più ampia scala anche al servizio del piano di protezione civile dell’adiacente edificio scolastico. «Importante - conclude il sindaco – la sistemazione della strada in contrada Difesa che conduce al pozzo Musa».



5 Aprile 2010
INCONTRO DEL SINDACO CON GLI OPERATORI ECOLOGICI

L'dea di Firrarello per la raccolta dei rifiuti

Un consorzio di 4 Comuni che si prenda carico di tutti i servizi

“Un piccolo consorzio di 4 Comuni che effettui il servizio di raccolta dei rifiuti”. E’ l’idea del sindaco Firrarello che ha incontrato gli operatori ecologici di Bronte che lavorano nel settore della raccolta differenziata. Firrarello, infatti, non facendone mai mistero, non ha apprezzato la riforma degli Ato approvata dalla Regione, e proprio alla presenza degli operatori ha lanciato la sua idea.
“Se la Regione ce lo permetterà – afferma in un comunicato – realizzeremo un consorzio fra i Comuni di Bronte, Maletto, Maniace e Randazzo che si prenda carico di tutti i servizi di pulizia urbana e raccolta dei rifiuti. Io non condivido le linee di indirizzo approvate dalla Regione e ritengo che solo un consorzio a servizio di questa popolazione di circa 40 mila abitanti possa assicurare sia un ottimo servizio di raccolta, sia una sempre maggiore differenziazione dei rifiuti, importante sia dal punto di vista ambientale che economico, visto che alla fine i rifiuti differenziati non finiscono nelle costose discariche, producendo anzi economie. Uno dei problemi, tutto siciliano - ribadisce infatti Firrarello - è il costo del conferimento dei rifiuti in discarica che da noi è fra i più cari d’Italia. Per questo stiamo lavorando affinché, almeno la frazione secca, possa essere scaricata nella nostra discarica di Margiogrande, e precisamente in quella parte che non è stata interessata da una frana. Solo così – conclude - si potranno abbattere i costi che gravano pesantemente sui bilancio dei Comuni e di conseguenza sui cittadini”.
All’incontro, effettuato nel centro comunale di raccolta di contrada Ss Cristo, hanno partecipato anche l’assessore all’ecologia ed ambiente De Luca ed i consiglieri comunali Gullotta e Petralia. “Intanto – ha affermato l’assessore De Luca – bisogna complimentarsi con questi operatori e con la città per aver contribuito alla crescita della percentuale di raccolta differenziata, che in certi momenti ha quasi raggiunto il 18%. Segno evidente – ha continuato l’assessore - di un impegno costante ed del successo delle politiche mirate che abbiamo intrapreso che hanno provocato una maturazione verso i temi ambientali”.



4 Aprile 2010

Aidala nominato coordinatore del circolo Pd

L'ing. Giuseppe Aidala è il nuovo coordinatore del circolo del Pd di Bronte, intitolato, durante la stessa seduta, all'indimenticato avvocato Livio Castiglione. Queste le decisioni del primo congresso del circolo che ha affrontato i problemi della candidatura a sindaco per le prossime amministrative comunali.
«Dall'ampio dibattito - scrive in una nota il consigliere comunale Salvino Luca - è emerso il sostegno alla candidatura a sindaco di Enza Meli, già decisa da un'assemblea di circolo e che di concerto con la segreteria provinciale sarà proposta ai partiti di centrosinistra per condurre un'azione unitaria nella prossima consultazione amministrativa». Il Pd brontese, infatti, si era spaccato sulle due candidature di Enza Meli e sulla richiesta di primarie voluta da Antonello Caruso pronto anch'esso a candidarsi: «Al congresso - scrive quest'ultimo con un'altra nota - è stato consegnato un documento politico, sottoscritto da 45 iscritti e votato dal 40% dei presenti, che dichiara di sostenere la mia candidatura a sindaco. Se tutte le forze del centrosinistra trovano convergenza su un unico candidato, che potrebbe essere anche Enza Meli, siamo pronti a fare un passo indietro e sostenere l'accordo. In assenza di una condivisione unitaria del centrosinistra continuiamo a sostenere che il candidato debba essere scelto con le primarie».



4 Aprile 2010
NE USUFRUIRANNO SOPRATUTTO ANZIANI, DIVERSAMENTE ABILI E FAMIGLIE IN DIFFICOLTA'

Un milione 700 mila euro per i servizi sociali di 4 Comuni

Un milione e 700 mila euro, che con il contributo dei Comuni aumenterà di 234 mila, tutti da utilizzare per i servizi socio sanitari nel quadrilatero compreso fra Bronte, Maletto, Maniace e Randazzo.

Si tratta dei fondi del “Piano di zona” sui servizi sociali che l’Assessorato regionale alla Famiglia ha finanziato al Comune di Bronte, ente capofila per il progetto presentato a valere sui fondi della legge 328 del 2000.

“La comunicazione è arrivata da appena qualche giorno. – afferma in un comunicato l’assessore Maria De Luca che da anni si occupa di servizi sociali ed ha seguito l’iter per la presentazione di questa istanza – E bisogna dire grazie agli uffici del Comune se Bronte è il primo paese della provincia di Catania a ricevere il parere definitivo di congruità e quindi l’approvazione del progetto presentato. L’Amministrazione comunale ed il dirigente del nostro ufficio, Biagio Meli, assieme ai colleghi degli altri 3 Comuni, infatti, hanno tempestivamente risposto alle osservazioni presentate dalla Regione”.

Le somme saranno utilizzate nella triennalità che va dal 2010 al 2012 e ad usufruirne saranno soprattutto, anziani, diversamente abili e famiglie in difficoltà: “Affronteremo – spiega l’assessore – i problemi della famiglia a 360 gradi. Ci occuperemo di minori, anziani e diversamente abili. Particolare attenzione rivolgeremo alle dipendenze da alcol e droga. Grazie ai centri di aggregazione forniremo il giusto sopporto, ma abbiamo l’ambizione di aiutare anche i bambini privi di genitori. Insomma non solo la usuale assistenza agli anziani ed ai diversamente abili, che noi comunque garantiamo aggiungendo anche quella igienico sanitaria, ma un progetto complessivo che migliori ed elevi l’assistenza socio sanitaria e la qualità della vita a chi vive un disagio”.

Il progetto, infatti, prevede anche attività sportive per i figli delle famiglie meno abbienti e stage lavorativi per l’inserimento nel mondo lavoro di chi, per varie cause, non ha più relazioni sociali”. “Il progetto presentato – aggiunge soddisfatto il sindaco Firrarello – abbraccia una serie di problemi sociali e tenta di alleviare numerose difficoltà. Nella vita di un amministratore questi sono momenti di grande soddisfazione, perché riusciamo nell’intento di venire incontro alle esigenze della gente e soprattutto di chi soffre”.

L’elenco dettagliato dei servizi sociali che effettueranno i quattro Comuni.

Lo hanno sottoscritto i rappresentanti dei 4 Comuni ospiti dell’assessore Maria De Luca nella sala della Giunta: il sindaco di Maletto, Pippo De Luca, gli assessori di Randazzo e Maniace, Antonino Zingali ed Antonino Cantali ed il prof. Vincenzo Caruso delegato dal direttore del Distretto sanitario di Bronte, Carmelo Distefano.
Questi i servizi nel dettaglio:
assistenza domiciliare anziani, famiglie disagiate e portatori di handicap; stage in azienda per inserimenti al lavoro; assistenza economica ed abitativa; affidamento familiare; trasporto soggetti bisognosi di cure terapeutiche presso centri sanitari specializzati; attività di socializzazione degli anziani; trasporto di soggetti portatori di handicap presso centri di riabilitazione autorizzati dall’Asp; assistenza igienico-sanitaria agli alunni portatori di handicap; convenzioni con le associazioni sportive al fine di favorire l’accesso ai minori appartenenti a famiglie non abbienti tali strutture; aiuto e sostegno ai bambini con disturbi  specifici dell’apprendimento; integrazione sociale dei disabili e loro trasporto presso i centri socio ricreativi o sportivi, prevenzione delle dipendenze, integrazione sociale dei disabili.



3 Aprile 2010

«I 77 contratti saranno presto stabilizzati»

«Se il disegno di legge sulla stabilizzazione dei 22mila precari della Regione siciliana e degli Enti locali dovesse essere approvato; il Comune di Bronte è pronto a stabilizzare i suoi 77 contrattisti». E' quanto ha detto il sindaco Pino Firrarello ai lavoratori precari del Comune di Bronte. «Il lavoro è una cosa fondamentale - ha dichiarato Firrarello alla presenza del direttore generale Michelangelo Lo Monaco e dei consiglieri comunali Salvatore Gullotta e Biagio Petralia - e la sua stabilità ha ricadute positive in tantissimi settori lavorativi, sociali ed economici. E' chiaro quindi che se si creano le condizioni affinché effettuiate da impiegati di ruolo il prezioso lavoro che oggi voi svolgete da precari, sono certo che il Comune ne trarrà il dovuto vantaggio».

Per Firrarello è importante il fatto che la Regione siciliana si sia impegnata a continuare a pagare l'80% degli stipendi per altri 10 anni e annuncia già che quando il Ddl arriverà in aula la sua parte politica lo approverà. «Sapete bene - infatti spiega - che in generale le economie dei Comuni non sono particolarmente floride.

A Bronte poi vi sono delle voci di spesa, come il costo dello smaltimento dei rifiuti e quello dell'energia per il funzionamento degli acquedotti, che farebbero saltare ogni bilancio. Questo Comune oggi non rischia il dissesto solo grazie alla politica accorta posta in essere in questi 5 anni. Questo disegno di legge però ci mette in condizione di programmare con un atteggiamento più positivo l'organizzazione del personale del Comune. Vero è che la Regione continuerà a garantire la maggior parte del vostro stipendio sol per 10 anni, ma è vero anche che nel 2020 sul bilancio del Comune non peseranno più gli stipendi dei dipendenti andati in pensione». Insomma per i contrattisti di Bronte non ci poteva essere Pasqua migliore, con la prospettiva di un lavoro stabile e sicuro dopo 21 anni di precariato.



1 Aprile 2010
GIA' INSERITO NEL PIANO TRIENNALE DELLA PROVINCIA

Il progetto del Polivalente di Bronte

Undici milioni di euro il costo previsto

Il progetto del nuovo Polivalente di Bronte è pronto.
L’edificio scolastico, che il sindaco sen. Pino Firrarello vuole costruire per soddisfare la meglio le esigenza degli studenti brontesi, è stato presentato in Comune dal progettista, ing. Lorenzo Capace, alla presenza del sindaco, dell’assessore Pecorino, del consigliere comunale Saitta, del capo dell’Ufficio tecnico ing. Salvatore Caudullo e dell’avvocato del Comune Antonella Cordaro.

“Un polivalente a Bronte è quanto mai necessario. – ha affermato il senatore – I nostri istituti non sono in condizione di offrire le aule e gli ambienti di cui ha bisogno una scuola moderna. Il Collegio Capizzi, per esempio, che ospita il liceo, per noi rappresenta il tempio della cultura e del sapere, ma non può ospitare i laboratori, le aule mensa e la palestra che garantiscono funzionalità ad una scuola moderna. Questo progetto che oggi presentiamo è già inserito nel piano triennale della Provincia, con cui abbiamo raggiunto un accordo dove noi individuiamo l’area e loro lo realizzano”.

Per Firrarello la costruzione del polivalente è anche l’occasione giusta per istituire a Bronte il Liceo artistico. Ma vediamolo un po’ meglio questo progetto. Sito in contrada “Sciara Sant'Antonio” a pochi passi dall’Istituto commerciale e dalla costruenda caserma dei carabinieri, ospiterà 30 aule per totale di 750 studenti.

E’ costituito da 4 corpi di fabbrica, a diverse elevazioni, che ospitano aule, uffici, l’aula magna e la palestra tutte collegate. Ad est della palestra è stata realizzata la sala mensa. Ogni aula è grande circa 50 metri quadrati, ma ce ne sono anche di circa 78. Spaziosa la palestra coperta, grande circa 672 metri quadrati, con la mensa che raggiunge i 400.

Il progetto prevede l’istallazione di impianti tecnologici all’avanguardia sul piano della sicurezza e del risparmio energetico, mentre l’intero complesso scolastico è stato realizzato tenendo conto delle norme sull’abbattimento delle barriere architettoniche, in modo da assicurare una ottimale fruizione da parte dei diversamente abili. Per realizzarlo ci vogliono ben 11 milioni di euro che a Bronte considerano il giusto investimento per la cultura ed il futuro dei giovani.


1 Aprile 2010
Nuovo Polivalente, il progetto è pronto
Bronte. Presentato l'edificio scolastico che il Comune vuole costruire per soddisfare le esigenze degli studenti

1 Aprile 2010
La spesa prevista dai calcoli è di undici milioni di euro
Bronte avrà un istituto polivalente. Presentato il progetto per 30 aule
Firrarello: previsti laboratori e impianti tecnologici all'avanguardia.



31 Marzo 2010

Consigliere Catania aderisce all'Udc

Il consigliere comunale di Bronte, Angelica Catania, ha formalizzato il proprio passaggio nell'Udc. Lo rende noto attraverso una nota il coordinatore comunale del partito di Casini, Giuseppe Di Mulo: «Conosco personalmente il consigliere Catania - ha affermato Di Mulo - e ho avuto occasione di apprezzarne l'impegno, la passione politica e il grande amore perla sua città».



27 Marzo 2010

L'imprenditore Mario Catania assessore al posto di Calanna

Giuseppe Di Mulo, firrarello, Mario Catania e Michelangelo Lo MonacoLa Giunta municipale di Bronte, guidata dal sindaco Pino Firrarello, ha un nuovo assessore. Si tratta di Mario Catania, imprenditore edile di 60 anni. Il neo assessore ieri mattina ha giurato alla presenza del sindaco e del direttore generale del Comune, dott. Michelangelo Lo Monaco.

Considerato assessore tecnico, voluto dall'on. Franco Catania e dal coordinatore locale dell'Udc, Giuseppe Di Mulo, il neo amministratore in passato ha già ricoperto cariche politiche, essendo stato consigliere comunale dal 1993 al 1997. «Ringrazio il sindaco Firrarello - ha dichiarato - e chi ha voluto che ricoprissi questa carica. Sono onorato - conclude - del fatto che il sindaco mi abbia affidato la delega dei Lavori pubblici».

«Al neo assessore - ha affermato il sindaco dopo il giuramento - il mio sentito in bocca al lupo. Sono certo che non risparmierà energie nel perseguire il bene della cittadina». Catania è stato nominato al posto dell'avv. Nunzio Calanna che ha presentato le proprie dimissioni rappresentando «l'impossibilità sopravvenuta a proseguire il mandato».

«Rassegno le dimissioni - scrive nella lettera Calanna - certo di avere sempre e lealmente svolto un servizio nei confronti della collettività». «Prendo atto. - gli ha risposto Firrarello - Rispetto la tua decisione, ti ringrazio per il lavoro svolto in questi 5 anni e per la collaborazione importante che hai fornito».



20 Marzo 2010
ASFALTATO IL VIALE INDIPENDENZA: LA STRADA SARA' INAUGURATA IN TEMPI BREVI

Ecco la nuova circonvallazione

I divieti impediscono ancora il transito, ma viale Indipendenza, ovvero la nuova circonvallazione di Bronte è già asfaltata e quindi presto sarà inaugurata. Ieri gli operai hanno finito di sistemare il primo strato di asfalto, sotto gli occhi del sindaco Pino Firrarello che, insieme con l'assessore Pippo Pecorino, hanno effettuato un sopralluogo: «Vedere questa strada così larga e finalmente asfaltata è una gioia - ha affermato il sindaco - Abbiamo perso qualche settimana rispetto al programma, ma i tecnici sconsigliano di asfaltare le strade con il freddo. Questi giorni primaverili, invece, hanno fatto al caso nostro. Considero questa strada un grande regalo per i brontesi e gli automobilisti dei Comuni vicini. I primi perché sono stati liberati dal traffico veicolare, ed i secondi perché attraverseranno la città con maggiore facilità».

Firrarello ricorda che presto anche il tratto di viale Kennedy sarà reso più sicuro dalla Provincia di Catania, ma già guarda avanti: «Non ho abbandonato - infatti aggiunge - l'idea di realizzare un'altra circonvallazione che si congiunga direttamente con la Ss 284, ma dobbiamo reperire i fondi».

Soddisfatto l'assessore Pecorino che non c'è stato giorno che non abbia fatto un sopralluogo: «E' bello vederla asfaltata. I brontesi ne trarranno benéficio». Il nuovo viale Indipendenza è una strada larga 10 metri con tanto di nuovi servizi come la fognatura ed una efficiente pubblica illuminazione. Collega via Cavalieri di Vittorio Veneto con viale Kennedy, consentendo a chi vuole solo attraversare Bronte di arrivare facilmente in via Messina nei pressi del periferico quartiere Borgonuovo.



19 Marzo 2010
BRONTE, RANDAZZO E S. MARIA DI LICODIA

Un’orchestra intercomunale

con il supporto delle 3 bande

Valorizzare le bande municipali, favorendo la diffusione dell’educazione musicale. Questa la ratio del progetto «Orchestrando attorno al vulcano», che i Comuni di Bronte, Randazzo e Santa Maria di Licodia, insieme con il Parco dell’Etna, hanno preparato per partecipare al bando sulle politiche giovanili promosso dall’Anci. Alla presentazione del progetto hanno partecipato il sindaco di Bronte, Pino Firrarello, e l’assessore che ha sostenuto l’iniziativa, Salvatore Gullotta. Con loro il primo cittadino di Santa Maria di Licodia, Salvatore Rasà, assieme ai consiglieri comunali Manuela Pizzo ed Enrico Caruso e il presidente del Consiglio comunale di Randazzo, Lucio Rubbino. Presenti anche il commissario del Parco dell’Etna, Ettore Foti, e il capo ufficio stampa dell’ente, Gaetano Perricone. «Le bande dei nostri Comuni - hanno affermato l’assessore Gullotta e il sindaco Firrarello - rappresentano per noi storia cultura e una tradizione che vogliamo coltivare e sostenere».
Presente anche il presidente della Banda San Biagio di Bronte, Nunzio Spitaleri. Fra gli obiettivi dell’iniziativa, anche quello di costituire, attraverso il supporto delle tre bande, un’orchestra intercomunale chiamata «Banda dell’Etna» e creare, attraverso la collaborazione dei Kunturia e dei gruppi locali, una realtà musicale che veda i giovani protagonisti nel territorio».



19 Marzo 2010

L'avv. Graziano CalannaGraziano Calanna lascia il PdL

«Guarda con simpatia ed interesse al MPA»

Con una lettera inviata oggi al sindaco Firrarello, al presidente del Consiglio comunale ed al segretario generale del Comune il consigliere comunale avv. Graziano Calanna, lascia il PdL e si dichiara indipendente. La notizia non è nuova, circolava a Bronte da tempo ma oggi è stata resa ufficiale.

Per Calanna «sono venute meno le ragioni che a suo tempo determinarono l’alleanza politica con il Sindaco Firrarello» ed ora «guarda con simpatia ed interesse al M.P.A. e, più in generale, al progetto politico del Presidente della Regione Siciliana Raffaele Lombardo».

Calanna è stato eletto al Consiglio comunale a maggio del 2005 con 211 voti nella Lista civica “Calanna per Bronte”; la lista, una delle nove collegate alla candidatura a sindaco di Pino Firrarello, prese allora 924 voti (7,37%) e riuscì a portare in Consiglio comunale due consiglieri.

Anche il padre di Graziano, l'avv. Nunzio Calanna, ex consigliere provinciale e deputato regionale socialista, ha recentemente lasciato la Giunta Firrarello, dove dal maggio 2005 ricopriva la carica di vice sindaco.



14 Marzo 2010

CANDIDATURE. LEANZA E CARUSO CONTRO LA MELI

Ribelli Pd e alleati del centrosinistra: primarie a Bronte

Ieri si è tenuto un vertice, malgrado il coordinatore Luca Spataro avesse definito «fuori tempo massimo» la richiesta di consultazione

Il "caso Bronte" esplode nel Pd a ridosso di quella stagione congressuale che porterà tra un mese all'elezione dei vertici etnei del partito. La candidatura di Enza Meli a sindaco, fortemente voluta dal coordinatore e aspirante segretario provinciale Luca Spataro, è messa in discussione non solo nel Partito Democratico da Antonello Caruso e dai suoi supporter "bersaniani" ma pure da molti, possibili alleati. Che chiedono le primarie, anzi - come si legge in una nota - preannunciano la celebrazione per la prossima settimana. Malgrado Spataro avesse definito nei giorni scorsi "fuori tempo massimo" la richiesta di primarie, ieri su invito dei consiglieri comunali brontesi Salvatore Catania e Biagio Impellizzeri si sono incontrati nella sede del gruppo consiliare "Democrazia per la legalità e trasparenza" esponenti del Psi, della lista civica "Ciclope Bronte", che sostiene la candidatura dell' ex primo cittadino e deputato regionale socialista Turi Leanza, dell'Api di Francesco Rutelli, di Italia dei Valori e della Federazione di Sinistra oltre a Caruso e suoi "sostenitori" del Pd.

Tutti segnalano l'esigenza di individuare "un candidato unitario", specialmente adesso - come sottolinea lo stesso Antonello Caruso - che il primo cittadino, il senatore azzurro Pino Firrarello, ha perso il sostegno di Nunzio Calanna, ora in competizione con il consigliere provinciale Aldo Catania per un "posto al sole" di Mpa. Tra sette giorni un nuovo incontro di Italia dei Valori, Api, "ribelli" del Pd, Psi e Federazione di Sinistra "per attivare la procedura delle primarie con i candidati a sindaco del centro sinistra".

Impossibile ieri rintracciare Luca Spataro per una replica. Neppure il suo avversario Antonio Rizzo, che pure aveva indicato il "caso Bronte" come segnale della "fallimentare gestione" del Pd in terra d'Etna, ha commentato gli ultimi avvenimenti. [Gerardo Marrone]

14 Marzo 2010
BRONTE: ELEZIONI SINDACO

Centrosinistra alla ricerca di un candidato unitario

Ieri, nella sede del Gruppo consiliare «Democrazia per la legalità e trasparenza», si sono riuniti i consiglieri comunali Salvatore Catania e Biagio Impellizzeri, Vincenzo Zappalà, in rappresentanza dei socialisti di Nencini (Psi), Antonino Zambataro, delegato della lista civica «Ciclope Bronte», che sostiene la candidatura a sindaco di Turi Lenza, Salvatore Pizzuto e Antonio Longhitano, già consiglieri comunali del Partito Socialista, Nicola Furnitto, rappresentante del Partito Socialista Italiano di Bobo Craxi, già consigliere comunale; Andrea Sgrò, consigliere comunale, Gino Mavica, Antonello Caruso, Antonio Curaro, Simone Mirenda e Andrea Longhitano, del Partito Democratico, Giovanni Lupica, in rappresentanza dell’Api (Alleanza per l’Italia di Rutelli), Giuseppe Scalisi, coordinatore dell’Italia dei Valori, Mario Russo, che si riconosce nella federazione della Sinistra (Diliberto e Ferrero).
La riunione aveva il preciso scopo di individuare, all’interno dell’area del centrosinistra, un candidato unitario che meglio possa rappresentare il centrosinistra brontese nella sua interezza. Dall’incontro è scaturito l’auspicio che venga concordata una candidatura unitaria del centrosinistra per rendere «lo schieramento realmente competitivo rispetto agli altri schieramenti che saranno in gara». Se in tempi rapidi non si perverrà a questa candidatura, i rappresentanti s’incontreranno sabato prossimo per attivare la procedura delle primarie con i candidati a sindaco del centrosinistra.




10 Marzo 2010
VERSO LE ELEZIONI. SCOMPIGLIO NEL CENTRODESTRA

Calanna lascia la giunta

Nunzio CalannaSi dimette venerdì

L'ex deputato potrebbe candidarsi a sindaco nelle fila dell'Mpa alle prossime Amministrative.
Aldo Catania: «Nulla in contrario»

Calanna conferma: "Lascio la giunta Firrarello". Ma non intende commentare: "Prima, fatemi depositare le dimissioni da vicesindaco. Lo farò venerdì, quando il senatore sarà qui". La lista civica "Calanna per Bronte", che cinque anni fa si alleò con l'uomo forte del Pdl, torna quindi in libertà assieme al suo fondatore, 67 anni, avvocato penalista, ex consigliere provinciale e deputato regionale socialista. Il "Vice-Firrarello, però, non parla del suo futuro politico, né tantomeno della eventuale adesione a Mpa dove, peraltro, ha già trovato casa da tempo il figlio Graziano, consigliere comunale.

"No comment" di Nunzio Calanna anche sull'ipotesi di un nuovo giro di pista come candidato sindaco, magari proprio sotto le insegne del Movimento per l'Autonomia: "Prima - ripete - fatemi depositare le dimissioni".

Intanto, Aldo Catania fa sapere: "Nulla in contrario sul nome di Calanna". Il consigliere provinciale autonomista, insomma, sarebbe pronto a fare un passo indietro, rinunciando alla più volte ventilata scommessa personale da aspirante primo cittadino.

"E', comunque, il partito che decide - sottolinea Catania - Io non so nulla di trattative o candidature". Nel "regno verde" di Pino Firrarello, dunque, cominciano a prendere corpo e nome i "campioni" degli opposti schieramenti.

L'uomo da battere è il parlamentare del Pdl. Contro di lui, almeno tre avversari. L'ex primo cittadino Turi Leanza, di origini socialiste, ha già annunciato la sua candidatura. Il Pd ha replicato con l'indicazione di Enza Meli, che resiste malgrado la fronda interna con i "bersaniani" di Antonello Caruso. Mpa, infine, dovrebbe sciogliere l'incognita al massimo nel corso della prossima settimana quando già Nunzio Calanna sarà "un uomo libero". Poi, potrà davvero cominciare la corsa al voto. [Gerardo Marrone]



5 Marzo 2010
CINQUANTAMILA EURO MESSI IN PALIO DAL COMUNE PER LA PROMOZIONE DEL TERRITORIO

Un filmato e una canzone per valorizzare il territorio

Il Comune il 3 marzo scorso ha pubblicato un bando di selezione per progetti di realizzazione di un video musicale che promuova il territorio, le sue bellezze paesaggistiche ed i beni ambientali architettonici più significativi del territorio di riferimento del Gal Etna (ricadente tra i parchi dell’Etna e dei Nebrodi, ed i Comuni di Bronte, Adrano, Biancavilla, Ragalna e Santa Maria di Licodia).

Il bando, comprensivo di due singoli progetti affidati dal Gal Etna al Comune per un importo di 25.000,00 euro cadauno, concerne la produzione di un’opera cinematografica completa di colonna sonora e la realizzazione di un “video musicale Dvd”. Il filmato (della durata massima di venti minuti con immagini del territorio di riferimento) e la canzone (dovrà richiamare la storia e la cultura del territorio) prevede la presenza come testimonial di un’attrice o un personaggio famoso (una figura femminile, “quale soggetto capace di evocare sentimenti di ammirazione e di contemplazione”).

La proposta dovrà altresì contenere un’accurata programmazione per la distribuzione dell’opera all’interno dei più quotati circuiti di distribuzione dei cortometraggi (ad es. le sezioni cortometraggi di “Tao Arte”, del “Festival di Venezia”, il concorso per cortometraggi “Memorie di Sicilia”, etc.), nell’ambito di televisioni a rilevanza regionale e nazionale (ad es. Antenna Sicilia, Rai tre, etc.), in spazi dedicati all’interno di portali internet o circuiti televisivi. In pratica una distribuzione a “tutto campo”, per dare la massima visibilità all’opera distribuita. Il termine di scadenza per la presentazione delle proposte è fissato al 18 marzo 2010 con termine per la realizzazione dell’opera di due mesi dall’aggiudicazione definitiva della selezione e del relativo affidamento. I progetti pervenuti verranno selezionati da una Commissione composta da tre dipendenti del Comune che valuterà le proposte progettuali a proprio insindacabile giudizio. Migliori informazioni sul sito del Comune.


5 Marzo 2010
FIRRARELLO: «CHIEDIAMO ALLE DONNE SUGGERIMENTI»

“La Bronte che vorrei”

Un modulo per proporre al sindaco un progetto o una iniziativa per la città

INCONTRO PER "LA BRONTE CHE VORREI"Il sindaco si affida alle donne per migliorare, più di quanto sia già stato fatto, la sua Città. Coinvolgendo le rappresentanti delle associazioni “rosa” della cittadina, nella sala del Consiglio comunale ha presentato il progetto “La Bronte che vorremmo”, dove le donne stesse, attraverso un modulo da compilare, hanno la possibilità di proporre all’Amministrazione comunale una iniziativa che contribuisca a cambiare la città secondo propri desideri.

“Abbiamo pensato di dare parole alle donne – afferma il primo cittadino – per ottenere da loro idee utili a rendere la cittadina migliore e più bella. In questi 5 anni abbiamo fatto molto. - ribadisce- Il manto erboso del campo di calcio, le opere pubbliche e diverse iniziative hanno polarizzato l’attenzione dei media, collocando Bronte fra i Comuni più attivi e produttivi. Siccome però il processo di crescita non può essere interrotto, chiediamo alle donne di darci una mano, suggerendoci qualcosa che magari a noi è sfuggito o che dall’attento osservatorio femminile è più facile scorgere”.

E l’iniziativa ha già subito avuto successo, se è vero che le partecipanti alla presentazione del progetto, cui ha partecipato l’assessore Maria de Luca, hanno alimentato un vivace dibattito. Sono stati affrontati temi che guardano alla valorizzazione del turismo scolastico, culturale e congressuale, ma si è anche parlato della necessità incrementare l’economia e di garantire un futuro ai giovani. Adesso ogni donna quindi potrà riempire il modulo e proporre al sindaco un progetto o una iniziativa per la città. Il prossimo appuntamento è previsto per venerdì 26 marzo alle ore 18 presso l’Auditorium del Real Collegio Capizzi, quando Firrarello si augura di poter allargare il dibattito ad una platea più ampia e ricevere tante proposte.




3 Marzo 2010
AMMINISTRATIVE. IL CENTROSINISTRA SI INDEBOLISCE

Candidato sindaco di Bronte nel Pd

E’ scoppiata la bufera

I supporter di Antonello Caruso hanno alzato la voce del dissenso. In una nota si dicono «area Bersani» del circolo e sollecitano le primarie

Il Pd si spacca sulla candidatura di Enza Meli a sindaco di Bronte. E deve masticare amaro lo stesso coordinatore provinciale Luca Spataro, che credeva di avere chiuso la pratica venerdì dopo una burrascosa riunione con i vertici locali del partito.

Ieri, infatti, i supporter dell’ex consigliere provinciale Antonello Caruso hanno fatto sentire la propria voce in dissenso, firmando una nota nella quale si definiscono “area Bersani del circolo Pd di Bronte” e sollecitando le primarie, oltre una riunione urgente di tutte le forze del centrosinistra brontese. Nessun commento da parte dei “bersaniano” Spataro, che ieri pomeriggio è stato impossibile rintracciare.

Nel comunicato - firmato da Andrea Sgrò, Andrea Longhitano, Antonio Currrao, Simone Mirenda e Nunzio Pecorino – i “ribelli” ribadiscono “tutto il loro sostegno al compagno Antonello Caruso, attuale vicepresidente dell'Ato Joniambiente" e chiedono una consultazione della “base” per arrivare a una sola candidatura del centrosinistra. Che, attualmente, esprime invece ben tre aspiranti rivali del sindaco “azzurro” Pino Firrarello: Enza Meli e Antonello Caruso del Pd, oltre all’ex primo cittadino socialista Turi Leanza.

“Con Mpa che correndo da sola rende nuovamente possibile una sconfitta del Pdl – scrivono i sostenitori di Caruso – e assolutamente necessario tenere unita e competitiva l'intera nostra compagine. Un isolamento del partito rende­rebbe, infatti, certa la sconfitta e creerebbe gravi lacerazioni con le altre forze politiche del nostro schiera­mento. L'esercizio democratico di dare voce e ruolo attivo alle migliaia di nostri elettori che, nel tempo, abbiamo chiamato a pronunciarsi, è ancor più legittimato e mobilitante, per la scelta politicamente più significativa del nostro candidato a sindaco”.


4 Marzo 2010

Il Pd con tre candidati a sindaco
le primarie sembrano inevitabili

In questo momento è il centrosinistra a vivacizzare a Bronte il periodo di avvicinamento alla campagna elettorale. Un coordinamento di rappresentanti dell’area “Bersani” del circolo Pd rappresentato da Andrea Sgrò, Andrea Longhitano, Antonio Curaro, Simone Mirenda e Nunzio Pecorino, attraverso una nota, scrivono: «Preso atto della notizia della candidatura di Enza Meli quale candidato sindaco, confermano tutto il loro sostegno a quella del compagno Antonello Caruso, e sulla base del documento unitario del centrosinistra, si condivide con forza che si vada, quanto prima, allo svolgimento delle primarie per l’indicazione di un unico candidato. La presenza degli attuali tre candidati di centrosinistra: Enza Meli e Antonello Caruso del PD e Salvatore Leanza del PSI, e l’articolazione in atto del quadro politico brontese rendono necessario tenere unita e competitiva l’intera nostra compagine».

Biagio Impellizzeri e Salvatore Catania, in qualità di componenti del gruppo consiliare “Democratici per la legalità e la trasparenza”, dopo aver preso atto delle tre candidature, attraverso una seconda nota «constatano che sono candidature di autorevole spessore, pur tuttavia ritengono che sarebbe opportuno di concordare un candidato che possa essere espressione unitaria del centrosinistra».

7 Marzo 2010
LUCA SPATARO

«PER IL CANDIDATO A SINDACO IL PD PUNTERÀ SU ENZA MELI»
«A Bronte abbiamo individuato un percorso comune dando la possibilità a tutti di avanzare proposte di candidature da portare all'assemblea degli iscritti. Dopo due riunioni, gli iscritti di quel Comune hanno deciso di individuare in Enza Meli la proposta di candidatura a sindaco del Partito democratico. Adesso, il nostro compito è quello di rafforzare questa scelta dialogando con tutte le forze disponibili a costruire una vera e seria alternativa al centrodestra».
Lo afferma il Segretario provinciale del Pd di Catania, Luca Spataro che evidenzia come "le iniziative di questi giorni non giova no a rafforzare il Pd e vanno contro lo spirito di democrazia interna che, come partito, giorno per giorno tentiamo di costruire".
«Chi vuole forzare la mano, non dando valore alle scelte dei nostri organismi e pensando di poter svolgere fuori da essi la propria azione politica -sottolinea Spataro - ha intrapreso una via sbagliata che non può avere nessuna solidarietà da parte del partito».

18 Marzo 2010
IL PSI:

«LEANZA NON E' IL CANDIDATO DEL PARTITO A SINDACO DI BRONTE»
In riferimento alle elezioni amministrative di Bronte, previste per la primavera, la Federazione provinciale del PSI di Catania precisa che l'ex deputato Salvatore Leanza «non è iscritto al Partito Socialista, non lo rappresenta in alcun modo e quindi non è il candidato al Comune di Bronte per il partito guidato in sede nazionale da Riccardo Nencini».



3 Marzo 2010

Una villetta in via Mercantini

Adesso Bronte ha una nuova area naturale riservata al gioco dei più piccoli ed al relax dei loro genitori.

Si tratta di uno spazio, adiacente alla scalinata che raggiunge via Mercantini, che fino a qualche anno fa era degradato, ricettacolo di rifiuti e scarico di acque piovane e che oggi, invece, è una bella villetta con tanto di altalena. Il progetto di riqualificazione è stato sostenuto dall’assessore De Luca che ha coinvolto gli Scout d’Europa della parrocchia San Giuseppe che nello spirito scoutistico offrono sempre il loro lavoro gratuitamente, ed ottenuto un finanziamento da parte della Provincia regionale di Catania. Per questo all’inaugurazione oltre ad un cospicuo numero di Scout rappresentati da Maurizio Fichera, agli assessori De Luca e Pecorino, ed al sindaco Firrarello, era presente il presidente della Provincia regionale di Catania Giuseppe Castiglione.

“Questo è l’esempio di un paese che cresce – ha affermato Firrarello – e non solo per questo angolo del nostro paese che è stato abbellito e reso vivibile proprio come lo volevo io, ma perché cresce in tutti noi l’idea che bisogna contribuire e fare qualcosa, anche semplicemente a scopo volontaristico, pur di vivere in un paese sempre migliore e più bello”. “Ringrazio gli scout, il sindaco, il presidente Castiglione e tutti coloro che, accogliendo il mio invito, hanno lavorato per rendere bella questa villetta. – aggiunto l’assessore De Luca – Siamo riusciti a riqualificare un’area che adesso sarà a servizio di tutti”.

News dei mesi precedenti | seguenti

Home PagePowered by Associazione Bronte Insieme Onlus
RICERCA IN BRONTEINSIEME.IT