Home Page

Eventi Sportivi a Bronte

Ottobre 2006 / Ottobre 2009

Ti trovi in: Home-> News da Bronte-> Sport vari

News sport precedenti | seguenti


8 Ottobre 2009

Il campo di calcio di via Dalmazia

FIRRARELLO CALCIA IL PALLONE INAUGURALEFirrarello inaugura il nuovo manto erboso

Il nuovo manto erboso del campo di calcio di via Dalmazia di Bronte è stato inaugurato. Il sindaco Firrarello, ha calciato il pallone inaugurale, alla presenza di numerosi ospiti e di fronte ad una tribuna gremita di sportivi e di autorità.

Poi, dopo aver osservato un minuto di silenzio per ricordare le vittime di Messina, l’emozione di vedere in campo la maglia azzurra campione del mondo, indossata dalla Under 19 della Lega nazionale dilettanti che ha affrontato la primavera del Catania, per l’occasione in maglia bianca e con in campo anche Pablo Ledesma.

Una manifestazione arricchita dalla presenza del presidente della Provincia, Giuseppe Castiglione, del presidente del Catania Calcio Pulvirenti, del direttore sportivo dei rossazzurri, Pietro Lo Monaco, del vice presidente della Lega nazionale dilettanti Antonio Cosentino, del presidente del Comitato regionale siciliano della Figc-Lnd, Sandro Morgana e Mario Tamà che del Comitato è commissario tecnico e consigliere regionale.

Con loro numerosi ospiti che non hanno voluto mancare alla manifestazione: “La Provincia è sempre vicina ai grandi eventi. – ha affermato il presidente Castiglione – I ringraziamenti vanno agli amici come il presidente Pulvirenti, che non hanno voluto mancare a questo appuntamento, al Sindaco in prima persona ed agli assessori Pippo Pecorino e Melo Salvia”.

PRIMAVERA CATANIA - ITALIA UNDER 18“A loro, - ha aggiunto il sindaco - assieme a tutti coloro che hanno collaborato affinché oggi inaugurassimo questo manto erboso, va il mio ringraziamento. Personalmente sono soddisfatto del traguardo raggiunto, che ritengo essere il migliore auspicio per il ritorno del calcio a Bronte ad alti livelli, grazie ai tanti giovani brontesi che adesso possono giocare in un campo moderno”.

La partita è finita in parità 1 – 1 con reti di Candiano al 42’ per l’Italia e Puma all’81’ per la Primavera Catania. Alla fine i fuochi d’artificio.


Queste le formazioni scese in campo.
ITALIA UNDER 18: Forte (87’ Cascella), Accaputo (70’ Ricciardi), Carrozza, Alletto, Altobello, Mercuri, Trentinella (65’ Cassaniti), Fuscà (83’ Calomino), Failla, Candiano, Montalbano. All. Polverelli.
PRIMAVERA CATANIA: Vinicius, Adamo, Bognanni, Cuomo (75’ Puma), Scozzese, Strummo, Suarino, Ledesma, Malafronte (60’ Urso), Donnarumma, Nicastro (60’ Barberi). All. Amura.
Ha arbitrato il signor Alfio La Vaccara di Acireale.



4 Ottobre 2009

LA NAZIONALE DILETTANTI AFFRONTERA' LA PRIMAVERA DEL CATANIA

Si presenta il nuovo campo di calcio

Mario Tamà, Sandro Morgana con il sindaco FirrarelloSaranno la nazionale italiana dilettanti “Under 19” e la Primavera del Catania a tenere a battesimo il nuovo campo di calcio di via Dalmazia a Bronte, finalmente ricoperto di erba sintetica. L’inaugurazione si svolgerà mercoledì 7 ottobre alle ore 18, alla presenza del sindaco Pino Firrarello (che calcerà il pallone inaugurale), del presidente della Provincia, Giuseppe Castiglione e di numerose autorità soprattutto sportive.

L'evento è stato presentato nella sala consiliare del Comune, alla presenza del sindaco, degli assessori Pecorino e Salvia e del consigliere comunale, Saitta. Ospiti d’onore il presidente del Comitato regionale siciliano della Figc-Lnd, Sandro Morgana e Mario Tamà che del Comitato è commissario tecnico e consigliere regionale. Entrambi a conoscenza del glorioso passato calcistico di Bronte.

Il primo perchè spesso ha arbitrato sfide di cartello proprio nel campo oggi ristrutturato, il secondo perché negli anni 70 è stato un pilastro della difesa del Bronte (ai tempi, per intenderci, del «glorioso» San Nicola e del presidente Nunzio Calì).

“A Bronte ci sono 200 giovani – ha affermato il sindaco – finalmente felici di poter giocare in un campo con l’erba sintetica. Questo campo per noi adesso è motivo di orgoglio come il fatto che venga inaugurato da una nazionale e dalla primavera del Catania”.

Per il presidente Morgana “uno dei problemi della diffusione della pratica sportiva in Sicilia sono proprio gli impianti. I campi di calcio in erba naturale o sintetica che sia in Sicilia sono ancora troppo pochi. Ed il fatto che Bronte abbia deciso di investire in tal senso fa capire che alla passione ha aggiunto raziocinio e programmazione”. Intanto c’è attesa per l’incontro. Il Ct della nazionale dilettanti Roberto Polverelli, ha selezionato ragazzi che giocano in serie D ed Eccellenza e conoscendo il valore dei giovani del Catania le premesse per un grande spettacolo di calcio ci sono tutte.



24 Settembre 2009

Il 7 ottobre l'inaugurazione con la partita tra Nazionale dilettanti e Primavera del Catania

Pronto il campo di calcio «verde»

IL NUOVO CAMPO SPORTIVO DI VIA DALMAZIASono finiti i lavori per realizzare il campo di calcio di via Dalmazia a Bronte.
Ricoperto di erba sintetica dell'ultima generazione, controllato minuziosamente dagli esperti del Coni e della Figc, il nuovo impianto è pronto per l'inaugurazione che il sindaco di Bronte, Pino Firrarello, ha già fissato per mercoledì 7 Ottobre, alle ore 18, alla presenza di numerose autorità.

Per la Bronte sportiva, e non solo, un evento. E sè è vero che il pallone inaugurale sarà calciato dal sindaco in persona, la partita che seguirà merita di essere vista.

IL POLO SPORTIVO (PISCINA, CAMPO DI CALCIO, PALAZZETTO E CAMPO DA TENNIS)Sul verde di Bronte, infatti, si fronteggeranno la Nazionale italiana dilettanti e la Primavera del Catania. Prima, però, il 3 Ottobre alle 10 del mattino, nella sala consiliare del Comune, si svolgerà la conferenza stampa di presentazione del nuovo campo di calcio e dell'evento inaugurale.

«A Bronte - afferma il sindaco Firrarello - ci sono dei ragazzini che praticano calcio, si divertono e mostrano pure delle doti non indifferenti. Il calcio, poi, come lo sport in generale, è competizione, ma anche educazione e socializzazione fuori dalla famiglia. Per questo abbiamo deciso di regalare loro un impianto moderno che evitasse spiacevoli infortuni.»
L'opera di ristrutturazione ha riguardato anche gli spogliatoi e l'impermeabilizzazione della tribuna. Soddisfatti gli assessori Pippo Pecorino e Melo Salvia, impegnati il primo a seguire l'andamento dei lavori e il secondo a organizzare l'evento inaugurale.

Il nuovo campo di calcio impreziosisce quella che può essere considerata una piccola cittadella dello sport. Nella stessa area, infatti, si trovano il palazzetto dello sport e il campo da tennis, mentre sono circa 200 a Bronte i bambini che praticano calcio a livello giovanile, nell'attesa che anche il glorioso Bronte calcio possa tornare ai fasti di un tempo.



3 Settembre 2009

NUNZIO SAITTA ENTRA NEI RUOLI DELLA CAN 5 (ARBITRI NAZIONALI DI CALCIO A 5)

Un brontese arbitro nazionale

Nunzio Saitta, arbitro nazionale CAN5Per la prima volta un brontese raggiunge l’ambito traguardo di arbitro nazionale: Nunzio Saitta dal 1° luglio è stato infatti inserito nei ruoli arbitrali nazionali per la stagione sportiva 2009/2010 alla CAN 5 (arbitri di calcio a 5), resi noti dal Presidente dell’AIA, Marcello Nicchi nella conferenza stampa dello scorso luglio.

Saitta, nato a Bronte nel 1976, laureato in Scienza della Formazione, è molto conosciuto a Bronte per i suoi impegni politici e sociali. Oltre a ricoprire le cariche di consigliere comunale (primo eletto nel maggio 2005 nella lista “Firrarello sindaco” con 297 voti, secondo più votato in assoluto) e di coordinatore locale del PdL si occupa, infatti, anche di volontariato nel Gruppo Missionario della parrocchia Sant’Agata.

“Questo per me – ci ha dichiarato Nunzio - è stato un anno veramente speciale, un riconoscimento per la splendida stagione agonistica, finita con la direzione, a Palermo, della finale play off del massimo campionato regionale. Un traguardo raggiunto grazie anche alla collaborazione della mia famiglia: mia moglie Raffaela e mia figlia Giorgia”.

Ora l’impegno di arbitro sarà maggiore, fatto da più tempo da dedicare agli allenamenti e allo studio della casistica regolamentare. Nella sua nuova veste di “nazionale” il primo appuntamento è stato la partecipazione al raduno di inizio stagione che ha avuto luogo a Castrocaro Terme dove si sono svolti i test atletici e la prova a quiz sul regolamento ed inoltre, sono state date delle disposizione per la nuova stagione che partirà a fine settembre.

“Con gli anni – continua Saitta - ho imparato che non bisogna fare l’arbitro ma esserlo. Essere arbitro significa avere la consapevolezza del rispetto delle regole, nello sport come nella vita. Infine, ringrazio il presidente della mia sezione, Dott. Pietro Giallanza, per gli utili consigli e i colleghi  brontesi che mi hanno portato, 10 anni fa, nel mondo arbitrale: Biagio Schilirò e Giovanni Di Fazio”.



29 Luglio 2009

I tricolori Csi dell'Aquila volley premiati in Comune

Il sindaco di Bronte, Pino Firrarello, e l'assessore Melo Salvia hanno premiato i ragazzi dell’Aquila volley Bronte, che si sono laureati campioni d'Italia Csi a Chianciano.
Presenti alla cerimonia il presidente del Comitato provinciale del Csi di Catania, Santo Gagliano, e molti genitori che hanno applaudito il presidente della società di pallavolo, Francesco Messineo, il coach, Franco Cartillone (nella foto), ed il suo secondo, Aldo Sanfilippo, e poi tutti i ragazzi.

«Dedichiamo la vittoria - ha affermato Messineo- all'indimenticato Alberto Meli che. prima della sua prematura scomparsa, è stato per anni presidente, cuore ed anima di questa squadra».

«Questa società è nata 36 anni fa - ha affermato Firrarello - ed oggi grazie alla caparbietà di Messineo e Cartillone è ancora in piedi. Un ringraziamento va anche ai genitori che assieme a noi hanno avuto la soddisfazione di vedere diventare campioni d'Italia ragazzi che hanno ancora ampi margini di miglioramento».



22 Luglio 2009

CICLISMO
CALABRO’ CONTARINO, SCARDINO, SITTA E SALVO AI NASTRI DI PARTENZA

Energym alla 3 giorni Orobica

Di Paola: «Test importante»

Inizia oggi con cronoprologo di quattro chilometri di Costa Mezzate l'avventura dell’Energym Sp Energia Siciliana Bronte alla 3 Giorni Orobica, prestigiosa corsa a tappe internazionale che si disputa nel bergamasco. L'Energym del team manager Saro Di Paola, alloggiata al «Continental» di Osio Sotto, è l'unica formazione siciliana presente a Bergamo.

Tutti «classe 1992», al primo anno da Juniores, i cinque corridori ai nastri di partenza: Antonino Calabrò, Rosario Contarino, Riccardo Scardino, Alessandro Sitta e Giuseppe Salvo. Quest’ultimo ha ottenuto un paio di piazzamenti di rilievo a inizio stagione che gli sono valsi la convocazione del commissario tecnico regionale Valuri per i campionati italiani di categoria a Imola disputati a fine giugno. «Abbiamo una squadra composta da atleti che devono imparare a stare in corsa ed esser pronti nei momenti decisivi – afferma Saro Di Paola - La concorrenza sarà spietata. Ci, sono 40 team, gli atleti di casa, ma anche tanti stranieri sono favoriti. Per noi è una grossa occasione. La 3 Giorni Orobica sarà un buon test di avvicinamento per le gare di agosto». [G. S.]


5 Luglio 2009

Tra le più belle partite del nuovo millennio Csi

La festa dopo la conquista dell'ambito troferoCSI: Bronte-Serramazzoni nel volley top junior, partita epica

Chianciano - Pokerissimo felsineo. Sono 4 i quintetti d’oro per Bologna regina nel basket e nel calcio a 5 in entrambi i sessi. La pallavolo cuce uno scudetto a testa a Milano, Ravenna, Lecco, Catania ed Alba, dolcetto piemontese. Modena: zero titoli. Il calcio a 7 parla lombardo, con Brescia e Milano. Roma e Pistoia si confermano tricolori nel basket under 21 e nel calcio a 11. Bronte-Serramazzoni nel volley top junior, partita epica.

[...] Bianco rosso e “pistacchio” è il tricolore nel top junior volley del Bronte. Le aquile catanesi assieme ai forti ragazzi Serramazzoni Modena scrivono una pagina storica delle finali nazionali del Csi. La sfida decisiva, la maratona pallavolistica durata dieci set in meno di 20 ore, è stata tra le più belle partite del nuovo millennio Csi.

In rimonta i ragazzi etnei compiono davvero un’impresa. Al quinto set contro i campioni del Serramazzoni Modena (avanti nella differenza punti, dopo il 3-2 di gara 1) quando il match diventa rovente, trasformano gli attacchi di fuoco, come saette laviche, i palloni in lapilli, attraverso mani e braccia dell’opposto Federico Saccullo. Il match è al cardiopalma e lì il coach catanese Cartillone fa la differenza.

Ai modenesi bastano tredici punti al quinto set, ne segnano però solo 11, quando il Bronte mette a terra punto 15. Catania conquista gara 2 e lo scudetto più incredibile degli ultimi anni. Modena rimane inchiodata.

(Foto e testo tratto dal sito web dell'Us Aquila Volley)



12 Maggio 2009
CICLISMO JUNIORES

Una "Tre giorni siciliana" ancora più prestigiosa

La «Tre giorni Siciliana» di ciclismo pensa già alla prossima edizione, dopo il successo ottenuto sulle strade di Bronte, Maniace, Melilli, Acicatena, Aci S. Antonio. Gli organizzatori, con in testa Saro Di Paola e l’on. Giovanni Cristaudo, hanno chiuso la prima edizione con un’ottima partecipazione di concorrenti (150 circa) e di pubblico lungo i tracciati. C’è chi ha lavorato dietro le quinte. Hanno curato l’aspetto tecnico e organizzativo ben 45 persone, più 80 uomini della protezione civile e della Misericordia che hanno presidiato i punti nevralgici dei percorsi delle tappe di Bronte e Maniace, Melilli e Acicatena.

Un ruolo fondamentale, per la riuscita della manifestazione l’ha avuto Enzo Incognito, di Bronte, direttore sportivo della Sp Energia Siciliana e, nella tre giorni, responsabile degli aspetti logistici e del coordinamento dell’organizzazione. «Mi sono messo a disposizione del gruppo - ha ribadito Incognito - è stato come costruire un grande puzzle. I tasselli erano di prim’ordine: la direzione di corsa, la segreteria, gli allestimenti, le staffette motorizzate, il personale dell’organizzazione, le hostess, i volontari che dovevano presidiare il percorso. La riuscita della gara ci fa pensare a tornare, nella stagione ventura, con un’altra edizione ancora più prestigiosa».

Dopo una pausa di qualche giorno, domenica gli Allievi della Sp Energia Siciliana saranno a Trapani, per una gara regionale, circuito cittadino. Il 24 gli juniores andranno in Puglia per la gara di Canosa, manifestazione nazionale su strada, gli Allievi correranno a Floridia per la classicissima Coppa Ascensione. Adesso la Sp Energia Siciliana e la Team Toscano Giarre stanno curando l’organizzazione della prova unica del campionato regionale Allievi che si terrà il 14 giugno sulle strade di Macchia di Giarre. Un altro evento giovanile etneo di grande rilievo. [G. F.]



11 Maggio 2009
Ieri ultima tappa ad Aci Catena. Trionfa il campano Giustino, maglia bianca a Di Sabatino

«3 giorni siciliana», successo totale

Doveva essere un evento per promuovere il ciclismo giovanile e rilanciare la tradizione sulle strade che furono del Giro dell’Etna e del Pantalica. E così è stato. «La 3 giorni Siciliana» ha colto nel segno. Il trittico siciliano ha consegnato agli organizzatori della Sp Energia Siciliana e ai promotori della kermesse di ciclismo (gli onorevoli e grandi appassionati Giovanni Cristaudo, Nicola D’Agostino, nipote di Turi, Pippo Nicotra) una base importante sulla quale lavorare per il futuro e organizzare manifestazioni di più alta importanza nazionale e internazionale. Il gran finale si è svolto ad Acicatena sulle strade dell’indimenticato Turi D’Agostino, patron del Giro dell’Etna, che ha speso nella sua vita sportiva energie e la sua genialità per portare il ciclismo di grande livello sulle nostre strade siciliane, riuscendovi.

LA GARA. Per esigenze logistiche, dettate dagli spostamenti aerei di numerose squadre, il comitato organizzatore e la giuria decidono di ridurre di un giro il circuito. Otto, quindi, le tornate da ripetere. Il gruppo composto dai novanta partenti (in 20 salutano la 3 giorni Siciliana con un giorno c’anticipo) è compatto per i primi cinque giri. Il percorso si rivela più facile del previsto, l’ideale, insomma, per velocisti. A ravvivare la gara ci pensano quattro corridori alla terz’ultima tornata. Il tentativo porta la firma di Canzonieri (Iperfinish), Brundo (Cavallini), Sirica (Atellana), Bonsi (Trissa Team). I quattro guadagnano 25". Bonsi prova anche ad andare solo ma nulla di fatto.

Gruppo compatto a 1500 dall’arrivo. Una ventina di atleti se la giocano in volata. A 300 metri caduta di cinque corridori senza gravi conseguenze. Gennaro Giustino (Picardi Costiera Sorrentina, nono al memorial Baroni corso in Umbria una settimana fa) precede di mezza ruota il ragusano Guastella (Stabbia). Mattia Di Sabatino della formazione abruzzese Notaresco, grazie al quarto posto conquistato, e dopo il successo nella seconda tappa di Melilli, si aggiudica la classifica a punti (maglia bianca) della 3 Giorni. A premiarlo il cavaliere Sebastiano Pappalardo, patron della Sp Energia Siciliana. «Sono intervenuto - dice - a questa manifestazione con grande gioia perché ritengo queste iniziative importanti per valorizzare i nostri giovani. Questa competizione conferma tutto il valore sul piano della qualità del progetto della squadra di ciclismo di Bronte e dei suoi dirigenti».

IL FUTURO. Ora, dopo le tre tappe del Giro d’Italia dello scorso anno, la «3 giorni Siciliana» colloca un tassello importante nel panorama ciclistico siciliano perché è riuscita, oltre a valorizzare l’aspetto sportivo, a portare alla ribalta le bellezze naturali e artistiche di Bronte, Maniace, Melilli, Aci Sant’Antonio e Acicatena. «Ho voluto - spiega Saro Di Paola, organizzatore dell’evento – ricreare lo spirito di gare come il Giro dell’Etna e il Pantalica. Ricreare quell’atmosfera di competitività, abbinata al turismo. Abbiamo ospitato 180 persone che hanno trascorso tre giorni indimenticabili, ammirando le bellezze artistiche e naturali. Vorrei ringraziare le persone che hanno creduto nel nostro evento: la direzione dell’organizzazione, le motosfaffette e senza dimenticare le forze dell’ordine e i volontari. Oltre 200 persone ci hanno collaborato. Significa che molti stanno rivivendo l’amore per il ciclismo».


LA CLASSIFICA DELL’ULTIMA TAPPA
Questa la classifica del trofeo: 1) Gennaro Giustino (Picardi Costiera Sorrentina) in 2h 8’ (media 37,781), 2) Eugenio guastella (stabbia iperfinish) st, 3) Giuseppe De Facentis (San Ferdinando Emanuele Bombini) st, 4) Mattia Di Sabatino (Velo Club Notaresco) st 5) Pietro Mina (Cavallini Vangi Sicilia), 6) Emiliano Ludovisi (Artena Fassa Bortolo), 7) Marco D’Urbano (Notaresco), 8) Domenico Salviani (Guazzolini Coratti Borgonuovo), 9)Serafino Borelli (Progetto Calabria), 10) Simone Tola (Terranova).  [Nunzio Currenti]



9 Maggio 2009
Ciclismo. Sterbini e Conti (Allievi) vincono nella crono. Fra i ragazzi 4º Venuto della Sp Bronte

Trionfo romano alla «Tre Giorni»

Si rivela più difficile del previsto la cronometro Bronte-Maniace (10,7 km) con la quale si aperta ieri pomeriggio la Tre giorni siciliana di ciclismo. La laziale Guazzolini Borgonuovo, squadra romana, da 32 anni al lavoro nel settore giovanile, firma due successi con Stermini (juniores) e Conti (Allievi).

La classifica:
1) Luca Stermini (Guazzolini Borgonuovo) in 14’31’’; 2) Mattia Di Sabatino (Notaresco Teramo) a 28’’; 3) Antony Orsani (Stabbia Prato) a 31’’; 4) Antonio Nibali (Stabbia Prato) a 35’’; 5) Antonio Analfino (Stabbia Prato) a 40’’.
Grande plauso degli organizzatori va ai carabinieri e alla Polizia municipale di Bronte e Maniace per il lavoro svolto. «Il percorso è stato promosso a pieni voti. In particolare, si è rivelato insidioso l’ultimo tratto di due chilometri in leggera salita», ricorda Saro Di Paola, ’’anima’’ della manifestazione.


Nibali in versione tifoso

Tra il pubblico anche Vincenzo Nibali, il ciclista messinese della Liquiquas (la squadra di Ivan Basso), che è accorso per sostenere e consigliare il fratello Antonio nella gara juniores, chiusa al quarto posto. Nibali non sarà al via del Giro d’Italia oggi. Starà 7 giorni, poi rifinirà la preparazione per il Tour de France.
Allievi.
Dominio della Guazzolini Borgonuovo, che conquista il 1° e il 5° posto fra gli Allievi. Valerio Conti, classe 1993, scalatore e sempre piazzato tra i primi 10 nella stagione (figlio di Franco e nipote di Noè Conti, vincitore di una Coppa Bernocchi e compagno di Adorni), ha la meglio (17’’) sul palermitano Antonio Analfino (Normanna Palermo). Adriano Lenti, che si divide con il cross, si piazza al 5° posto. Secondo Analfino, 3° Luca Terlato, 4° Leandro Venuto della Sp Bronte.


Classifica allievi:
1) Valerio Conti (Guazzolini Borgonuovo) in 15’44’’75; 2) Antonino Analfino (Normanna Palermo) a 17’’; 3) Luca Terlato (Pratese Ipefinish) a 23’’; 4) Leandro Venuto (Sp Energym Siciliana) a 40’’; 5) Adriano Lenti a 42’’ (Guazzolini); 6) Carlo Silvestre (Imperiale Grumese) a 50’’’; 7) Nicola Schipelliti (Normanna) a 50’’; 8) Santo Cataudella (Equipe Comiso) a 53’’; 9) Claudio Longhitano (Sp Bronte) a 58’’; 10) Andrea Anania (Progetto Calabria) a 59’’.
Oggi la carovana della Tre giorni siciliana si sposta nel Siracusano per la seconda tappa la Melilli-Melilli di 90 chilometri. (...) Domani gran finale ad Acicatena, per la terza e ultima tappa che si correrà sulle strade dell’indimenticato Turi D’Agostino. E le emozioni correranno sul filo del pedale... [Nunz. Cur.]



8 Maggio 2009
CICLISMO IN SICILIA

Alle 16,30 partenza dal Castello di Nelson, arrivo a Maniace. Al via quasi 150 corridori di tutt'Italia. C'è anche un team abruzzese

La «Tre giorni» parte da Bronte
Cronometro con ben 32 squadre

Domani tappa a Melilli, domenica la conclusione ad Aci Catena

Dopo una lunga fase preparativa parte oggi la «Tre Giorni Siciliana», la gara di ciclismo juniores organizzata dalla Sp Siciliana Energym Bronte. E, proprio dalla Città del Pistacchio, scatterà l'evento che prevede nel primo appuntamento una cronometro individuale di 10,7 km. Ieri il team manager della società brontese, Saro Di Paola, ha completato la ricognizione, visionando il percorso che porterà da Bronte a Maniace che si presenta completo con curve piccole, salite «mangia e bevi» che dovrebbero favorire gli specialisti, Difficile aspettarsi sorprese.

Il raduno è fissato accanto al suggestivo Castello Nelson. Il primo atleta partirà alle 16.30 da via Palermo, l'arrivo è in via Margherito a Maniace. Lo spettacolo è assicurato anche per la presenza di 42 giovani speranze Allievi. Tra di loro spicca il beniamino di casa Longhitano, pronto a scrivere una pagina importante per suggellare una stagione che sinora lo ha visto sempre tra i primi. Domani la carovana si trasferisce a Melilli (93 km). Domenica il gran finale ad Acicatena (96.7 km).

Ieri le squadre. Una giornata intensa per lo staff della Sp Energym Bronte. Ieri si sono succeduti gli arrivi della formazioni che parteciperanno alla «Tre giorni Siciliana». Sono sbarcati a Catania la Trissa Team, le squadre pugliesi, la Sardegna e la Notaresco di Teramo. La partecipazione di quest'ultima rappresenta, oltre un segnale sportivo forte una presenza simbolica forte di una regione come l'Abruzzo che sta provando a risollevarsi dopo il sisma che ha colpito la regione.

Staff. Per l'organizzazione di un evento di tale portata con 32 squadre, la Sp ha coinvolto 80 maestranze che si occupano di curare i vari aspetti che richiede una gara ciclistica. Tra le figure più importanti occorre ricordare il responsabile della manifestazione, quello che si occupa della logistica, la direzione di organizzazione, segreteria, i giudici di gara, gli allestimenti, il cambio ruote, addetti alla giuria, la radio corsa. Esperienza che Saro Di Paola e i collaboratori hanno acquisito nelle corse a tappe in cui ha partecipato la formazione brontese. La struttura logistica pesa sulle spalle di Enzo Incognito, braccio destro di Saro Di Paola.

In particolare, come ci tiene a ribadire lo stesso Di Paola, la «Tre giorni Siciliana» si avvarrà della professionalità della segreteria organizzativa della «Tre giorni Orobica», la classica internazionale che si correrà, dal 22 al 26 luglio, a Bergamo e provincia (Patrizio Lussana, Claudio Mologni, Mara Mologni, Antonio Torri), che ha lanciato nel passato professionisti come Eros Capecchi, Francesco Gavazzi (ciclista della Lampre che parteciperà al Giro D'Italia) e Mattia Gavazzi, figlio del grande Pierino Gavazzi che corre professionista con la Diquigiovanni.

La classifica. Per concorrere all'assegnazione del trofeo della «Tre giorni Siciliana» bisognerà partecipare alle tre tappe in programma. Si assegneranno punti ai primi 25 classificati (da 40 punti a 2). Dal ventiseiesimo in poi il classificato si aggiudicherà un punto. A pari punto si terrà conto del numero di tappe concluse e delle tappe vinte. [Nunzio Currenti]



6 Maggio 2009
Ciclismo. Presentate ieri le tappe di Bronte, Melilli e Acicatena. I migliori giovani d’Italia al via

Pronta la «Tre giorni siciliana»

Riportare il ciclismo vicino agli appassionati siciliani sull’onda del ritrovato entusiasmo sfociato nelle tre tappe siciliane del Giro d’Italia 2008. L’obiettivo è prestigioso: lo propone la «Tre giorni siciliana», gara juniores, organizzata dalla Energym Sp Energia Siciliana Bronte, che prenderà il via venerdì con la crono di Bronte e si chiuderà domenica ad Acicatena. Tre tappe per portare alla ribalta i giovani ciclisti siciliani e non solo e riconfermare, se ce ne fosse bisogno, che le strade della nostra isola sono all’altezza per ospitare grandi eventi.

Alla presentazione, svoltasi al Nettuno, gli on. Giovanni Cristaudo, motore dell’iniziativa, Pippo Nicotra, sindaco di Acicatena, e Nicola D’Agostino, nipote dell’indimenticato Turi, hanno ribadito la valenza del ciclismo e l’importanza di valorizzare i giovani: «Si parte - hanno ribadito - con una gara a tappe per Juniores con l’intento di coinvolgere le istituzioni e gli sponsor, di vagliare i costi e avere una base di crescita per il futuro della manifestazione».

Presente Mario Piticchio, presidente Udace. Il ds della Sp Bronte, Saro Di Paola, è il riferimento dell’organizzazione. Da 9 anni investe risorse per la sua creatura, la squadra di ciclismo, e sogna di allestire una squadra prof. Non sarà facile: serve una forte politica sportiva per «invogliare i ragazzi all’attività e organizzare delle corse di alto livello. Negli ultimi anni, per mancanza di gare, tanti talenti si sono trasferiti al Nord per correre e per sfondare negli Under 23 e tra i prof».

Ben 118 iscritti alla «Tre giorni siciliana» in rappresentanza di 32 squadre (12 regioni in competizione). La prima tappa sarà crono individuale da Bronte a Maniace di 10,7 km. Le prove contro il tempo sono valide anche per la classifica nazionale del Bracciale del Cronoman, riservata ai corridori che si cimentano nelle crono. In gara pure gli Allievi. Poche le asperità: tra i favoriti Giuseppe Salvo e Antonio Nibali, fratello di Vincenzo, trasferitosi in una squadra toscana per seguire le orme del ciclista della Liquigas.

Si annuncia scoppiettante la seconda tappa, sabato a Melilli. Un percorso – di 90 km - con doppio circuito che prevede una salita di contrada Scala Corta (1 km e mezzo, da percorrere undici volte; con pendenze che oscillano tra il 7 e l’8%) che dovrebbe favorire i passisti scalatori. Terza tappa in linea con partenza e arrivo ad Acicatena (attraverserà Aci Sant’Antonio e Aci San Filippo) di 96,3 km. La tappa si correrà sulle strade di Turi D’Agostino. Quest’ultima frazione è inserita nel circuito del Piano Solidale che comprende prove in tutto il Centro-Sud Italia. [Nunzio Currenti]




6 Maggio 2009

Calcio giovanile Allievi e Giovanissimi

Caltagirone e Bronte, uno splendido en plein

In semifinale nelle due categorie

Entrano nel vivo le finali di calcio giovanile Allievi e Giovanissimi con le prime sfide dei gironi di semifinali. Dodici le squadre rimaste in corsa (sei per categoria). Va riconosciuto un merito particolare al Caltagirone e al Bronte, capaci di qualificare al penultimo atto entrambe le squadre. Ma per un gioco di incroci del calendario, si contenderanno l’accesso alla finalissima. Il primo turno di semifinale è stato stabilito in base al sorteggio. (…)
Bronte-Caltagirone inaugurerà la prima sfida del girone 1 Allievi. Al San Nicola di Bronte si sfideranno i due attacchi mitraglia del campionato. Il Bronte di Saitta ha siglato 86 gol, incassandone 21 reti. Il Caltagirone ha segnato nel corso della stagione regolare 114 reti, subendone appena 13. Lo spettacolo in campo è assicurato. Ruffino, il cannoniere brontese (lo scorso anno visionato anche dal Bayern di Monaco), sogna di superare quota 60.

Osservatore speciale il Catania Nuova di Saro Pantellaro, formazione tecnicamente molto valida, che venderà cara la pelle e proverà sino alla fine a vincere il titolo. «Anche se la vittoria più bella - come spiega lo stesso Pantellaro - è raggiunta ogni giorno con il nostro lavoro e con le squadre che sono formate dai ragazzi, che vivono nel nostro quartiere. A calcio programmato e tecnicamente valido accompagniamo un contesto sociale positivo, che ci consente di vivere la nostra esperienza al Catania Nuova con grande passione e attenzione. (…) [Nunzio Currenti]



25 Aprile 2009

Venuto fa suo il Giro dell'Etna

Ciclo in Sicilia. Maletto: vittoria del messinese che difende i colori della Energym-Sp Energia Siciliana

Maletto. E' Valentino Venuto il vincitore del «Giro dell'Etna-Trofeo della fragola e del pistacchio». Il ciclista di Saponara in provincia di Messina, che corre per i colori della Energym-Sp Energia Siciliana ha coperto i 120 km del percorso in 3h40’57’’, staccando di oltre 2” Angelo Mortillaro di Ragusa, in gara per il Gs Città di Misterbianco, a sua volta seguito dal Carmelo Nicolosi (Amici del pedale Scicli) di Paternò.

Questo il podio della gara organizzata dall'Asd Asv Cycling Evolution di Bronte presieduta da Saro Di Paola, con al via ben 440 ciclisti, fra cui anche corridori americani. Percorso difficile specialmente alla fine, ha visto i corridori partire da Bronte, ed arrivare a Maniace e nel territorio di Randazzo a velocità turistica. Poi, ritornati a Bronte è iniziata la gara vera è propria. Una corsa fino a Paternò per poi risalire dalla strada che costeggia il Simeto fino al traguardo di Maletto, ed è stato proprio sulle salite di S. M. di Licodia che un gruppo di 5 ciclisti ha tentato di fare la prima selezione lanciando la prima fuga. Fra questi il vincitore Valentino Venuto. «Oggi sentivo di poter vincere - ci dice, Venuto al traguardo - e dopo ripetuti tentativi ho trovato la fuga giusta. Un percorso tecnico particolarmente difficile proprio qui a Maletto».

Tra i 5 ciclisti però non c'è stata collaborazione, tant’è che il gruppo è riuscito a riprenderli. Ma proprio quando sembrava che il tentativo di fuga dovesse svanire, quasi vicino a Maletto, Venuto ha trovato lo scatto giusto che ha sorpreso tutti, riuscendo a tenere la testa fino alla fine.

«Ringrazio tutti - ha dichiarato alla fine l'organizzatore Saro Di Paola - dalle Forze dell'Ordine ai tantissimi miei collaboratori che hanno reso possibile questa manifestazione ciclistica. Il successo della gara di oggi dimostra come questo territorio meriti una competizione professionistica. E noi faremo il possibile per organizzarla». (...) [Gaetano Guidotto]

I risultati:
1) Valentino Venuto Energym Sp Energia Siciliana); 2) Angelo Mortillaro (Città di Misterbianco); 3) Carmelo Nicolosi (Amici del pedale Scicli); 4) Riccardo Formica (Energym); 5) Antonio Lorefice (Amici del pedale Scicli); 6) Rosario Ferlito (Città di Misterbianco); 7) Concetto Mazzarella (Master Sport); 8) Sebastiano Battaglia (Amici del pedale Scicli); 9) Fabio Alessi (Sicily Fruit): 10) Riccardo Amarù (Amar).



25 Aprile 2009

La «Tre giorni siciliana» di ciclismo: ultime verifiche tecniche

Ieri prove a Bronte e a Maniace. Pronto anche il Giro dell'Etna

Bronte. Un giorno di verifiche sul tracciato, riunioni programmatiche, colloqui per definire i dettagli della tappa dell'8 maggio. A Bronte e a Maniace, gli organizzatori della Sp Energia Siciliana di ciclismo hanno completato il collaudo della «Tre giorni siciliana», riservata agli juniores che si terrà anche a Melilli (9 maggio) e Acicatena (10). Sulle orme dello storico Giro dell'Etna e su quelle del Pantalica, il direttore tecnico Saro Di Paola ha ricreato un clima di competitività, invitando decine di squadre di tutta Italia, per un totale di 150 corridori. Ieri a Bronte, il sindaco Pino Firrarello e l'assessore allo Sport, Carmelo Salvia, hanno esaminato l'incartamento burocr

Soddisfatto il sen. Firrarello: «Qui il ciclismo è di casa, ha tradizione, siamo soddisfatti di accogliere i campioni del domani in arrivo da ogni regione, compresi i ragazzi dell'Abruzzo che si stanno allenando con immutata passione».

L'assessore Carmelo Salvia ha aggiunto: «Crediamo in questo appuntamento di valore che rilancerà una manifestazione che era radicata nel cuore della gente». In mattinata sopralluogo anche a Maniace, altro centro interessato dalla «Tre giorni». Il giovane Graziano Campo, ottavo al campionato italiani Esordienti, a Cuneo, alfiere della Sp Energia Siciliana, ha percorso i tornanti del tracciato, sotto gli occhi del sindaco Salvatore Pinzone, dell'assessore allo sport, Antonio Cantali e del dt della Sp Energia Siciliana, Di Paola: «Nel nostro piccolo, operoso centro (3700 abitanti) oltre alle manifestazioni di grande respiro turistico - hanno ribadito i due amministratori - come la sagra delle pesche, abbiamo accolto lo sport di base. Aggiungiamo il nostro apporto alla corsa animata dai giovani». Bronte sarà anche patria del Giro dell'Etna riservato a circa 500 amatori; non tesserati, tesserati federali.

La corsa attraverserà Bronte, Adrano, Biancavilla, Santa Maria di Licodia, Paternò con arrivo a Maletto con il traguardo posto sotto il Municipio. La partenza è prevista alle 9 in via Messina (caffetteria Luca).



23 Giugno 20088

L’Aquila Bronte si qualifica per le finali tricolori top junior Csi

Dal 2 al 7 luglio, a Chianciano Terme, in occasione della finale nazionale del Centro Sportivo Italiano, ci sarà anche la rappresentativa dell'Aquila Bronte, allenata da Franco Cartillone.

Questi - nella foto - i giovani dell'U.s. Aquila Bronte, che parteciperanno alla finale tricolore nella categoria Top junior.

Nella foto, in alto, a sinistra l’allenatore Franco Cartillone, Capace, Lupo, Galvagno, Fallico, Longhitano, Melardi, Sanfilippo (secondo allenatore), Longhitano (dirigente accompagnatore). Seduti (da sinistra): Cipolla (libero), Scavone, Cartillope S., Mirabella, Faranda, Cartillone G..
 




6 Giugno 2008

AUTO IN SICILIA

Grande successo della 7a edizione dello slalom organizzato dalla «Kamico Corse». Sfortunato il favorito Montagno Bozzone.

Nella edizione precedente (13 Maggio 2007) aveva vinto Andrea Raiti su GMG-Alfa Romeo

Nicolò Leanza batte tutti a Bronte

Sul podio salgono Miano e Caruso
Primo fra i piloti brontesi Andrea Currenti

Felice il vincitore: «E pensare che non dovevo ne neanche correre»

Bronte. E' stato Nicolò Leanza, pilota della «Adrano corse» su Fiat 126 Suzuki a dominare il settimo autoslalom Città di Bronte, Trofeo dei pistacchi, organizzato dalla «Kamico corse» con l'esclusivo contributo del Comune di Bronte. Il favorito Antonino Montagno Bozzone di Bronte è stato costretto ad arrendersi per noie al motore. Questo in estrema sintesi il verdetto della gara che quest'anno ha raggiunto numeri record. Record di iscritti con oltre 120 piloti verificati, fra cui 22 piloti locali e alcuni provenienti dalla Calabria. Record di presenze con oltre 10.000 appassionati assiepati e frastagliati ai bordi dei tornanti della tortuosa ed a tratti «nervosa» strada provinciale 94 Roccarello-Saragoddio.

«Pensate - ci dice il vincitore a fine della gara - qui a Bronte non dovevo neanche venire perché la macchina non era al meglio, avendo un ammortizzatore fuori uso. Invece sono venute fuori tre manche niente male, grazie ad un circuito particolarmente tecnico che dà spazio al mestiere e soprattutto a mio fratello Carmelo che su questa macchina ha lavorato ininterrottamente per ben 15 giorni». Leanza quindi è partito solo per partecipare, ma dopo la prima manche ha capito che la gara poteva essere sua: «Sì, in effetti è stato così - aggiunge - era necessario solo non fare errori, ed alla fine ho conquistato la prima vittoria dell'anno».

Al secondo posto è arrivato Rosario Miano sempre su Fiat 126 Suzuki e terzo Salvatore Caruso su Suzuki Farinato.

Ad abbassare la bandierina di inizio gara è stato l'europarlamentare Giuseppe Castiglione assieme al sindaco di Bronte, sen. Pino Firrarello: «E' stato bello - ha affermato quest'ultimo - vedere la gente affollare i muretti per godersi la corsa, ed un intero territorio di campagna diventare vivo. A noi - conclude Firrarello - piace il binomio sport e turismo e questa gara è perfetta per questo scopo». Ad organizzare tutto è stato l'assessore Melo Salvia, vera anima di questa corsa, che si è dilettato anche a gareggiare ottenendo un discreto piazzamento: «Corro da circa 30 anni - ha dichiarato - ed ogni volta mi diverto sempre di più. Organizzare questa gara è doveroso per la città, per gli appassionati e per i meccanici e piloti di Bronte che sono veramente bravi». Ed il primo fra i piloti brontesi è stato Andrea Currenti, seguito da Marco Gamberi e Antonino Montagno Bozzone.

Questa la classifica generale dal quarto posto in poi: Domenico Polizzi su Yl0 Kawasaki, Sebastiano Cusmano su Peugeot 205, Salvatore Lo Re su Fiat 126 Suzuki, Alfredo Giamboi su Fiat Xl/9, Salvatore Naselli su Fiat 500 Suzuki, Fabrizio Garofalo Fiat Xl/9 Suzuki, Angelo Zammataro su Farinato Suzuki.

Durante la premiazione, un lungo applauso è stato rivolto al presidente della Puntese corse Maurizio Casabona, mentre la bella Jeammette Sammartino di Caltagirone è stata eletta miss autoslalom. Insomma, un'edizione davvero da ricordare questa, per lo Slalom di Bronte-Trofeo dei pistacchi. La gente, come al solito, ha gradito entusiasmandosi per le evoluzioni dei piloti che sfrecciavano lungo il percorso. [L. S.]



13 Dicembre 2007
CENTRO ADDESTRAMENTO

Bronte, scuola per baby calciatori

Piccoli calciatori crescono. Seguiti da uno staff tecnico serio e preparato. L'Asd Bronte opera dal 1999, con grande attenzione, nel settore giovanile, impegnando 160 ragazzi di età compresa tra i 6 e i 17 anni. La società etnea partecipa ai campionati provinciali Allievi, Giovanissimi ed Esordienti. I più piccini disputano tornei interni, riservati alle categorie Pulcini e Primi Calci.

Il club è gestito da Riccardo Saitta e Gino Lazzaro, vere anime del sodalizio brontese, che dedicano da anni interi pomeriggi e weekend all'attività agonistica della squadra. I due fungono da allenatori, presidenti e segretari, all'occorrenza custodi del campo (anche se in carica rimane il mitico Nino Spatafora). L'obiettivo mira alla formazione umana dei giovani brontesi, senza però trascurarne quella sportiva. E i risultati danno ragione a Lazzaro e Saitta.

Nei vari campionati il team catanese procede bene e i suoi giocatori crescono a vista d'occhio, suscitando l'interesse delle società di categorie superiori. I calciatori Antonuzzo e Barbagallo sono diventati, in questa stagione, tra i punti di forza del Castiglione, che sta dominando a mani basse il campionato di Eccellenza. Nei giorni scorsi Ruffino e Ciraldo, altri due giovani cresciuti nell'Asd Bronte, sono volati a Monaco di Baviera, per sostenere un provino con il Bayern di Luca Toni.

Nel passato, inoltre, molti ragazzi hanno poi indossato la casacca dell'Adrano, che ha spesso pescato giovani promesse in casa Bronte e quest'anno si è assicurato Longo e Genna. “Con l'amministrazione retta dal sindaco Firrarello si è instaurata un'ottima intesa - afferma Gino Lazzaro -. Presto verrà ristrutturato il campo sportivo, con la posa dell'erba sintetica. Speriamo che i nostri giovani possano migliorare e crescere ancora”. [Umberto Pioletti]



29 Luglio 2007

Chiuso tra gli applausi il torneo di «calcio a 5»

Grande successo di pubblico per le finali del torneo di calcio a 5 organizzato da Brontelive.it. Ha vinto “Venus bar” davanti ad “Eclisse” ed a “Fan arte del ferro”. Il torneo amatoriale, invece, si è concluso con la vittoria di “The family Scala” che ha primeggiato su “"Deschamps forever”" e “"Ar impianti”. Soddisfazione nello staff di Brontelive.it del quale fanno parte il presidente Giuseppe Costanzo ed Andrea Schilirò, Rino Turrisi, Alessandro Caruso e Nunzio Saitta. La manifestazione ha coinvolto quasi 300 atleti, con 32 squadre di calcio, dai 15 ai 50 anni. Alla premiazione erano presenti l’assessore Pippo Pecorino ed i consiglieri Nunzio Saitta e Biagio Petralia. «Un ringraziamento - ha dichiarato Nunzio Saitta - soprattutto al sindaco Pino Firrarello per la sensibilità mostrata nei confronti di questo torneo, che ha permesso a tanti brontesi di divertirsi».



22 Luglio 2007

La Virtus Catania emigra, Bronte è interessata al titolo

Si aprono scenari nuovi per la Virtus Catania. Il presidente rossazzurro Santi Di Stefano potrebbe trasferire la squadra a Bronte. La trattativa è già partita ed è a buon punto. Domani pomeriggio ci sarà un primo incontro per definire l'operazione, caldeggiata dal sindaco di Bronte, il senatore Pino Firrarello. La città del pistacchio è rimasta senza calcio e una formazione in Promozione fa gola all'Amministrazione Comunale. I dirigenti virtussini sembrano intenzionati ad accettare la proposta, dopo che sono naufragate le trattative per cedere il club ad Enzo Abate di Tremestieri Etneo e ad un gruppo di imprenditori di Palagonia.
Entro martedì, però, bisognerà mettere nero su bianco altrimenti la Virtus resterà a Catania. [...] All' inizio della settimana ne sapremo sicuramente di più. [U. P.]




13 Maggio 2007

FRA I 126 PARTECIPANTI BRILLANTE PERFOMANCE DEI PILOTI BRONTESI

Andrea Raiti vince il VI Autoslalom

Alle sue spalle a poco più di tre secondi Domenico Polizzi. Molti concorrenti esclusi dopo le verifiche.
Polizzi, Raiti e GulottaPronostico rispettato al VI Slalom Città di Bronte - Trofeo dei Pistacchi, organizzato dalla Kamiko Corse, con patrocinio del Comune di Bronte, e valido per la Coppa CSAI Slalom di Zona e per lo Challenge Palikè.

Andrea Raiti, infatti, portacolori della scuderia palermitana DM Racing con la sua GMG-Alfa Romeo si è imposto in tutte e tre le manche disputate sullo spettacolare percorso di 3850 metri, ricavato sulla Strada provinciale 94 Roccarello-Saragoddio e rallentato da 17 postazioni di birilli. Alle sue spalle a poco più di tre secondi si è piazzata la Avrio Elia-Honda del catanese Domenico Polizzi che nella seconda manche è riuscito a scavalcare il giovane trapanese Giuseppe Gulotta (Puntese Corse), seguito dal calabrese Gaetano Piria (Ermolli-Hiarbusa-Kamiko), terzo come lo scorso anno.

Quarto posto a Claudio Gulotta, padre di Giuseppe, piazzatosi a pochi decimi da Piria, ma davanti al campione siciliano in carica Alberto Santoro. Nuovamente al vertice nel gruppo prototipi e sesto assoluto l’adranese Salvatore Lo Re, davanti a Bua, Naselli e Calì riusciti ad entrare nella “top-ten”. In Gruppo N vittoria a sorpresa della Peugeot 106 di Giuseppe Messina che supera il nisseno Maurizio Anzalone e Fallara, mentre nel Gruppo A si è imposta la Renault Clio di Giuseppe Rizzo sul messinese Barrilà ed a Fichera. Nel Gruppo Speciale, infine, dominio delle Fiat X 1/9 di Basile, Fiore, Pietro Raiti e Giamboi.

Brillantissima la pattuglia dei piloti brontesi che ha visto prevalere Enrico Maria Cimbali su Renoult 5 Gt (secondo nella sua categoria dietro Luca Ferro) seguito da Marco Gammeri e Giuseppe Rizzo che invece ha vinto la sua categoria. Ottimi i risultati di Antonino Montagno, Biagio Salvia, Antonino Azzara, Melo Salvia (l’assessore ha vinto la sua categoria), Claudio Cordaro, Antonio Minio Biagio Uccellatore, Nunzio Bonina Salvatore Zuriago, Antonio Di Marco e Salvatore Salvia (anch’essi vincitori delle proprie categorie).

“E’ andato tutto bene – dice l’assessore Melo Salvia – anche se all’inizio c’è stato un po di ritardo a causa dei controlli alle tute dei piloti per verificarne l’effettiva omologazione”. Presenti alla premiazione l’assessore Maria De Luca ed il sindaco, sen. Pino Firrarello che ha anche dato il via alla competizione: “I ringraziamenti a tutti voi sono d’obbligo – ha affermato Firrarello – questa manifestazione ha assunto un rilievo particolare e merita di essere ripetuta e soprattutto ancor di più pubblicizzata. I complimenti ai piloti che hanno vinto, ma in particolare ai piloti miei concittadini che con mia grande soddisfazione si sono ben difesi”.

La classifica generale:
1. Andrea Raiti (GMG-Alfa Romeo) 177,63; 2. Domenico Polizzi (Avrio Elia-Honda) 180,81; 3. Giuseppe Gulotta (Osella) 181,14; 4. Gaetano Piria (Ermolli-Hiarbusa) 183,00; 5. Claudio Gulotta (GI.SA.) 183,18; 6. Alberto Santoro (Osella PA21S-Honda) 184,05; 7. Salvatore Lo Re (Fiat 126-Honda) 188,63; 8. Andrea Bua (Fiat 126-Suzuki) 190,10; 9. Salvatore Naselli (Fiat 500-Honda) 192,28; 10. Pietro Calì (Fiat 126-Suzuki) 194,66.

12 Maggio 2007

L'anno scorso a sorpresa vinse Marco Fichera con appena 31 centesimi sul rivale «Freeway». Il palermitano Ciro Barbaccia dominò invece nel 2005 e nel 2004

Si corre il VI autoslalom Città di Bronte

Fra i partecipanti anche trenta piloti brontesi

Melo Salvia durante lo scorso AutoslalomGia rombano i motori nella tortuosa ed a tratti “nervosa” strada provinciale 94 Roccarello – Saragoddio per disputare l’atteso sesto autoslalom “Citta di Bronte – Trofeo del Pistacchio”, organizzato dalla “Kamico corse” con l’esclusivo contributo del Comune di Bronte.

Ai nastri di partenza ben 192 iscritti, un vero record per la “Coppa Csai – sesta zona” a dimostrazione di come questa gara ormai sia una tappa fondamentale della stagione. Questo pomeriggio le verifiche sportive e tecniche presso la zona artigianale e domani dalle sette di mattina il percorso sarà chiuso per consentire lo svolgimento della gara.

I piloti, infatti, dovranno affrontare per ben tre volte i 3 chilometri ed 850 metri previsti, resi più difficili dalle 17 barriere. Per Bronte un evento, a dimostrazione dei 30 piloti locali che si sono iscritti e fra questi l’assessore Melo Salvia su Fiat Uno turbo.

Saranno premiati i primi 10 in assoluto, il primo di ogni gruppo ed i primi 5 di ogni classe. Podio completo anche per le prime tre scuderie classificate, le prime tre donne ed i primi tre pilota brontesi.

La gara vedrà rinnovare la sfida tra il pilota trapanese Andrea Raiti su GMG-Alfa Romeo, recente vincitore degli slalom di Sinagra e “del Borgo”, il calabrese Gaetano Piria su Ermolli-Hiarbusa, portacolori della scuderia organizzatrice della gara, l’altro trapanese Alberto Santoro (Osella-DM Racing), campione siciliano in carica, il catanese “Freeway”, secondo con l’Osella PA20 nelle ultime due edizioni, la Avrio sport di Mimmo Polizzi e la Fiat 126-Proto di Giovanbattista Motta, primo quest’anno a Belpasso.

Tra i prototipi certa la presenza dell’adranese Salvatore Lo Re (Fiat 126-Honda), di Leanza, Caruso, Cassisi e Zammataro, mentre in Gruppo Speciale sarà al via il messinese Alfredo Giamboi (Fiat X1/9), vincitore del Trofeo Palikè 2006 ed attuale leader dell’edizione 2007 insieme al nis­seno Maurizio Anzalone, il messinese Barrilà, Gammeri, Messina, Patanè, Radici ed ovviamente Raiti.

La premiazione è prevista alle ore 16 presso il Cine teatro Comunale di Bronte a conclusione della manifestazione. “Un evento sportivo di sicuro valore – afferma il sindaco – che fa nuovamente conoscere la Città. Oltre a ciò suscita tante passioni come dimostrano i 30 iscritti brontesi cui auguro di farsi valere”.

10 Maggio 2007

Domenica il VI Autoslalom

185 piloti prenderanno il via per percorrere per tre volte i 3 chilometri e 850 metri della strada provinciale Roccarello-Saragoddio

Ultime messe a punto ai potenti e rombanti motori da parte dei meccanici, ed ultimi sopral­luoghi al circuito stradale più affascinate della Sicilia da parte degli organizzatori.

Domenica 13 maggio si disputa il sesto autoslalom “Citta di Bronte – Trofeo del Pistacchio”, organizzato dalla “Kamico corse” con l’esclusivo contributo del Comune di Bronte, che considera questa corsa l’ennesima occasione per promuovere lo sport e la sana competizione, valorizzando la Città ed il bellissimo territorio attraversato dalla tortuosa ed a tratti “nervosa” strada provinciale 94 Roccarello - Saragoddio.

A far da scenario a questa strada e quindi alla pista, infatti, sono tantissimi pistacchieti che, essendo annata di raccolta, quest’anno sono pronti a fornire il loro carico di “Oro verde” a cospicuo contributo dell’economia agricola della cittadina. Una gara che in sei edizioni si è conquistata un fascino tutto particolare, fino a guadagnare l’ambito traguardo di essere inserita fra le competizione della “Coppa Csai – sesta zona”, come dimostrano i ben 185 piloti che prenderanno il via per percorrere per ben tre volte i 3 chilometri e 850 metri del percorso e misurarsi con le 17 barriere di rallentamento.

Fra questi piloti ben 30 sono di Bronte ed uno è addirittura il veterano delle corse Melo Salvia, assessore al Comune di Bronte ed uno dei principali sostenitori di questa competizione:

“Ormai – afferma – è diventato un appuntamento irrinunciabile. E’ bello vedere la gente affollare i muretti per godersi la corsa, ed un intero territorio di campagna diventare vivo come se fosse il giorno di pasquetta. Un ringraziamento – conclude – va ai funzionari del I e II servizio viabilità del V Dipartimento tecnico della Provincia regionale di Catania, abili a fornirci velocemente le autorizzazioni”.

Una gara attesa anche dal sindaco, sen. Pino Firrarello: “A noi piace il binomio sport e turismo – afferma – compreso quello che può venire dal mondo dei motori. A Questa gara – continua - Bronte offre lo scenario più significativo della nostra economia agricola, al punto da legare il nome di questo trofeo al pistacchio”.




16 Maggio 2007

Calcio

Sfuma il sogno degli Allievi

Junior Giarre – Bronte 2 - 1
Junior Giarre: Torrisi Luca, Sciuto, Zammataro, Impellizzeri, Patanè, Torrisi Leo, Cantarella (72' Villani), Ventaloro, Magro, Festa Rinaldo, Sapienza. All.: Festa Roberto.
Bronte: Spitaleri, Costanzo (65' Schilirò), Calà Campana, Bonaccorso (73' Galati), Puglisi, Longhitano, Antonuzzo, Ciraldo, Calabrò (46' Ruffino), Longo, Genna. All.: Saitta.
Arbitro: Di Gregorio di Catania.
Reti: 11’ Cantarella, 71’ Magro (rigore), 78’ Genna.
Note: ammoniti Longo, Festa, Impellizzeri, Genna e Magro.

Sofferta ma meritata vittoria della junior Giarre, che riesce ad avere la meglio su un Bronte combattivo e mai domo. I gialloblù di Roberto Festa avevano un solo risultato a disposizione per raggiungere la qualificazione al turno successivo, il successo. E l'hanno centrata, la vittoria, al termine di un incontro vibrante ed emozionante fino all'ultimo. Partenza sprint dei padroni di casa, in gol all'11' grazie alla straordinaria conclusione dalla distanza di Cantarella, che mandava la sfera all'incrocio dei pali.

La squadra brontese, alla quale sarebbe bastato anche un pareggio, si spingeva con insistenza nella metà campo avversaria e, nel primo tempo, creava almeno tre limpide occasioni da rete. Al 16’, la punizione di Antonuzzo costringeva l'ottimo Torrisi alla deviazione in angolo. Lo stesso portiere locale si esaltava al 25’, sventando miracolosamente un tiro ravvicinato di Longo, il migliore dei suoi. Alla mezz'ora ancora Longo pericoloso su punizione, con palla che scheggiava la traversa.

Ripresa a ritmi elevatissimi. Al 71', Junior Giarre sul 2-0, con il rigore trasformato da capitan Magro per un fallo di mani in area di Longhitano. Bronte generoso, ma poco fortunato. Il gol della speranza, per i ragazzi di Saitta, giungeva grazie alla zampata di Genna, al 78’, ma era ormai troppo tardi. [Fabio Bonanno]



9 Maggio 2007

Già si gioca alla roulette delle finali

Hanno preso il via le partite che assegneranno i titoli provinciali degli Allievi e dei Giovanissimi

Bronte 3
Kennedy 1

Bronte: Spitaleri, Costanzo, Puglisi, Bonaccorsi, Longhitano, Imbrogiano, Antonuzzo, Ciraldo, Calabrò (70’ Mancani), Longo (65’ Schilirò), Genna. All. Saitta e Lazzaro.

Kennedy: Musso, Passarello, Di Costa, Bianca, Scimonelli, Di Benedetto, Carobene, Arena, Alì, Carestia, Giaquinta. All. Commendatore.
Arbitro: Le Metre di Catania.

 

Una bella notizia

che riguarda i giovani sportivi brontesi: i ragazzi della categoria Allievi, della società Bronte, hanno vinto il campionato e adesso stanno affrontando la fase finale provinciale.

Sabato scorso hanno vinto la prima partita del nuovo girone eliminatorio (vedi articolo de “La Sicilia” a sinistra) e nel pros­simo fine settimana affronteranno la Junior Giarre per cercare di superare il turno.

Inoltre, la stessa società, andrà alla fase finale provinciale della categoria esordienti (i ragazzi dagli 11 ai 13 anni) che avranno luogo domenica al Tupparello di Acireale.

Nunzio Saitta

Note: espulso, al 50’, Imbrogliano per somma di ammonizione.
Reti: 10’ Ciraldo, 18’, 28’ Longo, 15’ Giaquinta.

Il Bronte, con un primo tempo da incorniciare, annichilisce una Kennedy Caltagirone comunque coriaceo e capace di sfruttare l’unico errore difensivo dei locali per accorciare le distanze. Per il resto, solo Bronte che, dopo 18 minuti di gioco, ha chiuso i giochi ed è stato, poi, bravo a difendere la propria porta, anche quando è rimasto in inferiorità numerica. Pronti via, Antonuzzo e Longo hanno preso in mano la squadra, che al 10’ è passata in vantaggio con un tapin di Ciraldo. Il raddoppio 8 minuti più tardi, quando Longo di testa ha sfruttato al meglio un cross di Ciraldo.
Gli ospiti hanno reagito con Giaquinta che, complice un fuorigioco delle difesa locale non proprio perfetto, si è presentato solo davanti a Spitaleri, ma le speranze di pareggio sono state annientate ancora da Longo che ha incrociato al meglio un lancio di Antonuzzo. «Sono soddisfatto per il primo tempo dei miei ragazzi - ha dichiarato Riccardo Saitta, uno dei due mister del Bronte - poi, complice l’espulsione e la forma non proprio perfetta di qualche pedina importante, siamo calati. Adesso, bisognerà attendere l’esito della sfida di Giarre». [Gaetano Guidotto]




7 Novembre 2006

L'Aquila Bronte vola ricordando Meli

Il ricordo è sempre vivo perché Alberto Meli, presidente dell’Aquila Bronte, scomparso prematuramente a pochi giorni dal via del campionato di Serie C di pallavolo, si era fatto volere bene e stimare da tutti. I suoi giocatori, lo staff tecnico e i dirigenti, che hanno condiviso con lui belle vittorie, hanno risposto sinora con tre vittorie pesanti, che valgono il primato solitario in classifica nel girone B.
«In campo abbiamo un motivo in più per giocare - racconta il tecnico Cartillone - e ricordare la figura di Alberto. Massimo dirigente dal 1997, aveva portato nella nostra società molte innovazioni, in particolare sul piano manageriale. Credeva, inoltre, alla crescita dei giocatori a livello locale».

L'Aquila «made in Bronte» è prima in classifica. Il vostro settore giovanile si arricchisce di belle realtà.
«Abbiamo giocato sinora due partite in trasferta e una in casa. Ma adesso viene il bello, perché tutti pensano che siamo la squadra da battere. In realtà non è così. Il Misterbianco, il Volleyland San Gregorio, il Mondo Giovane e l'Universal hanno sestetti molto competitivi».

Che ruolo potrà recitare, quindi, la sua squadra in questo campionato.
«Noi giochiamo partita dopo partita. La mia teoria è questa. Non guardiamo oltre. Non pensiamo alla sfida contro il Misterbianco, che si giocherà tra due settimane, ma a quella di sabato».

Il Misterbianco è riuscito, a pochi giorni dal via, ad allestire uno squadrone.
«Escher, Daniele Rapisarda, Castiglia e Grasso possono disputare tranquillamente una Serie B2. Poi sarà chiaramente il campo a emettere i verdetti».

Come giudica il Volleyland?
«E' una squadra attrezzata per il salto di categoria, composta da giovani molto forti e da giocatori esperti come Cutrona, Coco e Malizia, che in C spiccano».

Alfio Ira è il volto nuovo.
«E' un giocatore che non si è ancora completamente espresso. E' molto puntiglioso e vuole vincere. Un mix di caratteristiche importante sulle quali poter lavorare».

Con un anno di ritardo, è arrivato il libero Filippo Diana.
«E' finalmente un atleta del Bronte, che mi assicura grande solidità in difesa e un riferimento in ricezione».

Ha ritrovato quest'anno anche il centrale Davis Saitta.
«Giocatore importante a muro. Sta soffrendo a tenere il passo, dopo l'assenza dai campi da gioco. Ritroverà tra qualche settimana la forma migliore. Poi, gli altri due centrali utilizzati sono Longhitano e, soprattutto, Vitanza, che sta dimostrando di valere il posto che gli ho dato».

In squadra anche tre giovani locali.
«Saccullo, classe 1989, ha giocato due partite. Montagno, classe 1990, è il secondo palleggiatore. Damiano Pinzone è un giocatore Under 16 di buone prospettive». [Nunzio Currenti]




23 Ottobre 2006

GRANDE PRESTAZIONE DEL PILOTA DELLA GIARRE CORSE CHE, NELLA TERZA E ULTIMA MANCHE, HA PIAZZATO UN TEMPO STREPITOSO

Slalom di bronte: a sorpresa trionfa l'etneo Marco Fichera

Battuto per appena 31 centesimi il rivale «Freeway», Barbaccia ko

Bronte. Marco Fichera, ha rovesciato il pronostico e si è aggiudicato la quinta edizione dello slalom di Bronte. Il pilota della Giarre Corse ha soffiato la vittoria al pilota puntese Freeway che, per appena 31 centesimi, è rimasto ancora una volta a bocca asciutta nonostante prove esaltanti e gare spettacolari.
Al termine il pilota della Puntese Corse lamentava l'eccessiva durezza dello sterzo che gli ha impedito di svincolarsi al meglio tra le 17 chicane artificiali. Tra Fichera e Freeway, la battaglia è stata molto serrata nelle tre manche. Solo nella terza Fichera ha sfoderato la grande prestazione e il tempo vincente per conquistare il primo assoluto della sua carriera. Una vittoria festeggiata anche dai rivali che hanno brindato a questo primo successo, dopo lunga militanza, fatta di poca continuità e molta passione.

Brillante terzo, Gaetano Piria pilota di punta della Kamiko Corse, scuderia che, con la collaborazione del Team Palikè e del Comune di Bronte organizzava questa competizione automobilistica. Il sindaco Firrarello ha voluto anche presenziare alla manifestazione dando il via alla prima vettura.
Piria ha sfiorato il successo andando vicinissimo al tempo stabilito dai due rivali. Alla fine ha accusato solo 10 centesimi da Freeway, una vera inezia. Ottimo quarto il randazzese Giuseppe Spoto, il primo dietro le sport a dimostrare ancora una volta una grande bravura di guida, un'ottima conoscenza del percorso e un connubio uomo macchina davvero perfetto.
Giornata sfortunata per il pilota della Puntese Corse Ciro Barbaccia che ha patito la rottura del motore quando era nei pressi del traguardo della prima manche.
La Puntese Corse ha comunque affermato la sua superiorità vincendo la classifica per scuderie davanti alla Giarre Corse, Adrano Corse e Kamiko Corse.
Nelle classifiche per gruppo registriamo un'altra bella vittoria del catanese Giacomo Benenati, autore di una stagione brillantissima. In gruppo A netta affermazione del messine Barrirà. In gruppo speciale si afferma con autorità Antonino Margareci, ma il messinese Alfredo Giamboi, subito alle spalle del vincitore conquista punti preziosi per mantenere il comando dello challenge Palikè. [Edo Murabito]


19 Ottobre 2006

150 piloti all'autoslalom

Sono 150 i piloti iscritti ala qluinta edizione dell'Autoslalom Città di Bronte, valido per la Coppa Csai e terz'ultima prova del Challenge Palikè, in programma domenica prossima sulle pendici dell'Etna.
Sui tornanti del percorso ricavato nella Provinciale 94 Roccarello-Saragoddio, si rinnoverà la sfida fra il pilota calabrese Gaetano Piria (Ermolli-Hiarbusa), portacolori della scuderia organizzatrice della gara e vincitore domenica scorsa nello Slalom Castel di Lucio; il palermitano Ciro Barbaccia (Osella-BMW Puntese Corse), vincitore del Trofeo slalom Centro-Sud; il catanese Freeway, secondo con l'Osella PA20 lo scorso anno proprio alle spalle di Barbaccia.

Bennati primo nel «Gruppo N», Spoto vince nei prototipi

Ecco le classifiche complete della gara di ieri, suddivise per categorie.

Assoluta: 1) Marco Fichera (Osella PA20) 180,37; 2) "Freeway" (Osella) 180,68; 3) Gaetano Piria (Ermolli-Hiarbusa) 180,78; 4) Giuseppe Spoto (Fiat 126-Globnet) 182,66; 5) Salvatore Caruso (Fiat 126) 183,98; 6) Domenico Polizzi (YI0-Kawasaki) 184,03; 7) Leanza (126-Suzuki) 185,35; 8) Giovanbattista Motta (Fiat 126) 186,15; 9) Rosario Miano (Fiat 126-Suzuki) 187,48; 10) Salvatore Lo Re (Fiat 126-Honda) 187,51.

Gruppo N. 1) Benenati (Clio wil) 199,64; 2) Anzalone (Peugeot) 202,67; 3) Messina (Peugeot) 202,77; 4) Licita (Clio Will) 204,32; 5) Sciuto (Peugeot) 208,13; 6) Salvia (Fiat Uno T) 209,30; 7) Cipolla (Clio Will) 211,93: 8) Uccellatore (Peugeot) 213,09: 9) Bonina (Peugeot) 214,16; 10) Troina (Peugeot) 216,20.

Gruppo A. l) Barrilà (Peugeot) 207,45; 2) Raciti (Clio Wil) 211,54, 3) Casella (Peugeot) 213,24; 4) P. Fichera (Fiat Uno T) 219,10; 5) Furgone (Fiat 500) 220,82; 6) Sinagra (Fiat 500) 228,99; 7) Aglio (Fiat Uno T) 231,98; 8) Gianfortuna (Fiat 500) 233,34.

Gruppo Mini. 1) Basile (126) 208; 2) Sotera (500) 218,50; 3) Portale (126) 225,68; 4) Gallo (Fiat 500) 226,28.

Gruppo Speciale. 1) Margareci (127) 191,76; 2) Giamboi (Fiat X 1/9) 194,24; 3) Caruso (R5 Gt T) 197,73; 4) Lo Faro (A 112) 199,23; 5) A. Basile (126) 199,59; 6) Marano (Peugeot) 199.85; 7) Cimbali (R5 Gt T) 200,06; 8) Camarda (RS Gt T) 200,94; 9) Pugliara (Fiat X 1/9) 201,18; 10) Irrora (Peugeot) 201,23.

Gruppo prototipi. 1 ) Giuseppe Spoto (126 Globet Suzuki) 182,76; 2) Caruso (126 Suzuki) 183,98; 3) Polizzi (Y 10 Kawasaki) 184,03; 4) Lenza (126) Suzuki) 185,35; 5) Motta (126 Abarth) 186,15; 6) Miano (126 Suzuki) 187,49; 7) Lo Re (126 Honda) 187,51; 8) Lanza (126 Suzuki) 188,14; 9) Minaco (Fiat 126) 193,49; 10) D'Agata (126 Kawasaki) 194,79.

Il programma della manifestazione, organizzata dalla scuderia catanese Kamiko Corse con la collaborazione del Team Palikè e con il patrocinio del Comune di Bronte, prevede dalle 14,30 alle 19,30 di sabato 21/10 lo svolgimento, presso la zona Artigianale di Bronte, delle verifiche tecniche. Domenica mattina alle 9,30 sull'ultimo tratto della strada Provinciale  94 (Roccarello - Saragoddio) sarà dato il via alla prima delle tre manche su un percorso di 3.850 metri, con 17 postazioni di rallentamento. La classifica sarà determinata in base al miglior tempo fatto registrare da ciascun concorrente in una delle tre salite. La premiazione è prevista per le 16 presso il Teatro Comunale di Bronte.
Nutrita la presenza di piloti brontesi, tra i più quotati Enrico Cimbali (R5 n. 72) e Marco Gammeri (R5 n. 173) entrambi nel gruppo speciale classe oltre 2000.

News sport precedenti | seguenti

RICERCA IN BRONTEINSIEME.IT

Home Page Powered by Associazione Bronte Insieme Onlus